Voucher internazionalizzazione 2017: cosa sono e domanda Mise

Voucher internazionalizzazione 2017 MISE cosa sono come funziona contributo 10.000 euro a fondo perduto PMI, a chi spetta e da quando modulo domanda

Stampa

Voucher internazionalizzazione 2017 Mise, tornano i vocuher da 10.000 euro a titolo di contributo economico a fondo perduto destinati alle piccole e medie imprese che intendono sviluppare la loro presenza sui mercati oltreconfine attraverso la figura specializzata chiamata Temporary Export Manager.

Il TEM, si occuperà di studiare per l'impresa, un progetto e la gestione dei processi e dei programmi sui mercati esteri.

Le domande voucher internazionalizzazione, compilate online e firmate digitalmente, devono essere inviate a partire dalle ore 10:00 del 28 novembre 2017 ed entro la scadenza delle ore 16:00 del 1° dicembre 2017.

Una volta presentata la domanda voucher internazionalizzazione ed ottenuto il rincoscimento del contributo di 10.000 euro, le imprese richiedenti, dovranno rivolgersi ad una Società fornitrice dei servizi, a scelta tra quelle presenti nell'elenco pubblicato dal Mise.

Vediamo quindi cosa sono i voucher internalizzazione, come funzionano a cosa servono, e come presentare la domanda.

 

Voucher internazionalizzazione 2017: cosa sono e come funzionano?

Cosa sono i voucher internazionalizzazione 2017 MISE? I voucher internalizzazione 2017 del Mise, sono un contributo economico a fondo perduto dal valore di 10.000 euro che lo Stato Italiano riconosce a tutte le piccole e medie imprese che voglio sviluppare la propria idea d'impresa a livello internazionale ed espanderla sui mercati esteri di tutto il mondo. 

Come funzionano i voucher internazionalizzazione? I voucher internazionalizzazione funzionano così: le PMI in possesso dei requisiti, devono inviare la domanda voucher internalizzazione online al MISE, per accedervi è richiesto all'impresa un cofinanziamento che per il primo bando è di almeno 3 mila euro, per cui il costo complessivo sostenuto dell'azienda deve essere di 13.000 euro. 

Se poi la domanda viene accettata, l'azienda deve rivolgersi ad una Società fornitrice dei servizi, a scelta tra quelle inserite nell'apposito elenco MISE ed inserire al suo interno, per almeno 6 mesi, un temporary export manager, TEM con il compito di studiare, progettare e gestire processi e programmi di sviluppo sui mercati esteri.

 

Voucher internazionalizzazione 2017 Mise: a chi spettano?

Voucher internalizzazione 2017 del Mise a chi spettano? Chi può presentare la domanda vocuher 10.000 euro?

I beneficiari dei voucher internalizzazione, sono:

micro, piccole e medie imprese (PMI), di qualsiasi forma giuridica;

Reti di imprese tra PMI, con fatturato minimo di 500 mila euro nell’ultimo esercizio contabile chiuso.

Tale vincolo non è previsto per le Start-up iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, di cui art. 25 comma 8 L.179/2012

Non possono invece partecipare al bando voucher internazionalizzazione MISE: le imprese individuali, società di persone e società di professionisti quest'ultime solo se non hanno come forma giuridica quella di società di capitali o di cooperativa.

 

Voucher 10.000 euro per l'internazionalizzazione: cosa spetta?

I soggetti beneficiari dei voucher 10.000 per l'internazionalizzazione per l’inserimento in azienda di un TEM per almeno sei mesi, a fronte di una quota di cofinanziamento da parte dell’impresa di almeno 3 mila euro ed il secondo, spettano due tipi agevolazioni:

1) Voucher early stage:

Voucher di 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio di almeno a 13.000 IVA inclusa.

Il contratto di servizio, va stipulato con una delle soscietà fonitrici presenti nell’elenco società di TEM del Mise che sarà pubblicato online entro il 20 dicembre.

Il voucher è di 8.000 euro per i soggetti che hanno già beneficiato del precedente bando.

2) Voucher advanced stage:

Voucher di 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio di almeno a 25.000 IVA inclusa.

Il contratto di servizio, stipulato con una delle società di TEM del Ministero, deve avere una durata minima di 12 mesi.

Inoltre, è prevista per le PMI, la possibilità di ottenere un contributo aggiuntivo di altri 15.000 euro, qualora vengano raggiunti gli obiettivi fissati dal TEM in termini di volumi di vendita all’estero:

  • se l'aumento del volume d’affari estero è almeno del 15% rispetto a quello del 2017 e se si verifica nel corso del 2018 fino al 31 marzo 2019.
  • se l'incidenza percentuale del volume d’affari derivante da operazioni estere sul totale del volume d’affari, nel 2018 fino al 31 marzo 2019, è almeno pari al 6%.

 

Come si richiedono i voucher internalizzazione?

Le PMI interessate a fruire di una delle due agevolazione previste con i voucher internalizzazione 2017 devono presentare, attraverso sempre la piattaforma informatica utilizzata per la registrazione:

  • Domanda in bollo: debitamente compilata;
  • Contratto stipulato con la società scelta tra quelle presenti nell’elenco pubblicato sul sito del MISE nella sezione "Elenco Società di Servizi TEM", ai fini della rendicontazione della spesa.
  • La domanda così compilata + i documenti richiesti allegati, devono essere firmati dal legale rappresentante della società mediante l'apposizione della firma digitale e inviati via PEC.

 

Domanda Voucher internazionalizzazione 2017: da quando e come fare

Da quando è possibile presentare la domanda? Le imprese interessate a partecipare al bando voucher internazionalizzazione devono compilare il modulo domanda e inviarla per via telematica, allegando la documentazione richiesta.

L'inizio per l'invio domande è:

Inizio compilazione on-line della domanda vocuher internalizzazione 2017: dal 21 novembre.

Infatti già dalle ore 10.00 del 21 novembre 2017, alle imprese interessate  è concessa la possibilità di iniziare la compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni tramite l’apposita procedura telematica “Voucher per l’internazionalizzazione” presente sul sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico.

L’apertura vera e propria dello sportello è prevista dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017.

Le domande voucher internalizzazione devono essere però completate e firmate digitalmente a partire dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017 e fino al termine ultimo delle ore 16.00 del 1° dicembre 2017.

Si ricorda inoltre che è possibile presentare una sola domanda per ciascuna impresa e che l'unico canale per inviare il modulo di partecipazione è per via telematica.

Come e dove inviare la domanda voucher MISE? Le aziende per registrarsi, per ottenere le credenziali, per compilare e inviare la domanda, devono seguire le istruzioni MISE. 

  • Per registrarsi al sistema ExportVoucher occorre che l'impresa: sia iscritta e comunicato l'indirizzo PEC al Registro delle Imprese.
  • Una volta inviata, il Ministero inizierà ad assegnare i Voucher secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.
  • Si ricorda inoltre, che prima di concludere ed inviare al domanda, il sistema richiede di indicare il numero della marca da bollo acquisita e annullata in relazione alla domanda in chiusura, il numero è lo stesso di quello riportato sopra il codice a barre. Tale marca da bollo, deve essere poi tenuta a disposizione presso l'azienda partecipante ed eventualmente esibita durante i controlli in fase istruttoria.

Per avere maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione al bando, è possibile leggere il contenuto del Decreto Voucher Internazionalizzazione 2017 /Normativa sul sito ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico.

Dove scaricare il modello di domanda? Sul sito del MISE al seguente allegato 1: Modulo domanda voucher internazionalizzazione 2017.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?