Modello Redditi precompilato 2018: come si scarica online?

Modello Redditi precompilato dichiarazione dei redditi 2018 cos'è e come funziona, come si scarica il modello online, dati redditi e spese inseriti

Stampa

Modello Redditi precompilato 2018 Agenzia delle Entrate è la novità fiscale entrata in vigore un paio di anni al fine di rendere più facile la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche.

Il modello Unico precompilato, o meglio, il modello Redditi precompilato ha come obiettivo quello di rendere più trasparenti ma soprattutto più semplici le dichiarazioni dei redditi dei contribuenti. 

Vediamo quindi nel dettaglio cos’è e come funziona il modello Redditi precompilato 2018, come si scarica online il modello per la dichiarazione dei redditi 2018, quali sono i dati precompilati dall’Agenzia e come si svolgeranno i controlli e gli accertamenti su queste dichiarazioni.

 

Modello Redditi precompilato 2018: cos’è e come funziona?

Che cos'è il modello Redditi precompilato? Il modello Redditi precompilato 2018, è il modello Redditi, ex Unico, con dati precompilati dall'Agenzia delle Entrate. Dopo l'introduzione del 730 precompilato è quindi arrivato anche il Modello Unico precompilato, un nuovo strumento fiscale grazie al quale, l'Agenzia delle Entrate, è riuscita a predisporre un modello Redditi con i dati di imposta precompilati per circa 30 milioni di contribuenti.

Come funziona il modello Unico precompialto 2018? L’entrata di scena del modello redditi ex Unico precompilato è stata annunciata l'anno scorso, dal direttore generale delle Entrate, confermando così l’impegno dell’Agenzia, nel voler proseguire il lavoro della precompilata non solo per le dichiarazioni Unico persone fisiche, nello stesso modo in cui avveniva per l’UnicoWeb, ovvero, inserendo nel modello dati sui redditi dominicali, agrari, fabbricati, familiari a carico, oneri rateizzati, eccedenze d’imposta, versamenti e compensazioni, il 730 precompilato, ma anche per la dichiarazione IVA precompilata 2018 con i relativi prospetti e calcolii per la liquidazione Iva, e quindi anche le bozze dei modelli F24 di versamento (compensazioni comprese).  

Inoltre, grazie ai milioni di dati trasmessi all’Anagrafe Tributaria, al fine di predisporre i 730 precompilati, nel modello redditi persone fisiche, è possibile ritrovare redditi da lavoro dipendente e di pensione, contributi versati per i lavoratori domestici, spese mediche e farmaci, contributi versati alla previdenza complementare, spese scolastiche e tasse universitarie, spese funebri, bonus ristrutturazioni e risparmio energetico e gli interessi passivi per mutui e assicurazioni, spese veterinarie, spese infermieristiche, ostetriche, ottici etc.

 

Modello Redditi precompilato 2018: quali dati contiene?

I dati fiscali che l'Agenzia provvede ogni anno ad inserire nel Modello Redditi precompilato 2018 sono:

Redditi da lavoro dipendente e di pensione;

Redditi dominicali, agrari, fabbricati;

Detrazioni familiari a carico;

Spese mediche e farmaceutiche;

Contributi versati per i lavoratori domestici;

Contributi versati alla previdenza complementare;

Spese scolastiche e per le tasse universitarie;

Spese funebri;

Bonus ristrutturazioni e risparmio energetico;

Interessi passivi per mutui e assicurazioni.

Altre nuove spese mediche inserite nel modello redditi precompilato.

 

Controlli, verifiche e sanzioni per chi accetta il modello Redditi precompilato:

Iniziamo col dire che l'entrata in vigore del Modello Redditi precompilato 2018, è stata un'ottima notizia in quanto da una parte, agevola i contribuenti che hanno una dichiarazione già predisposta e dall'altra, il Fisco italiano che ottiene così, dichiarazioni sempre più complete e veritiere.

Per quanto riguarda poi, il capitolo controlli e verifiche per chi accetta l'Unico precompilato, occorre ricordare che c'è ancora molto tempo per effettuare i controlli in quanto il termine per la dichiarazione dei redditi 2018 per chi invia l’Unico precompilato è ancora al 30 settembre.

Controlli, verifiche e sanzioni anche per chi accetta l'Unico precompilato? Si, per chi accetta l'Unico precompilato, così come predisposto dall'Agenzia delle Entrate non è, infatti, esente da controlli, verifiche e sanzioni.

 

Modello Redditi precompilato 2018: come si scarica online?

Come scaricare online il Modello Redditi precompilato 2018? I contribuenti interessati a scaricare online il modello Unico persone fisiche, devono accedere dall’area dei servizi telematici dell’Agenzia alla sezione dedicata alla dichiarazione dei redditi precompilata, dalla quale si potrà scegliere se scaricare 730 o Unico a seconda delle proprie esigenze e tipi di reddito da dichiarare.

A tale proposito, l'Agenzia, ha provveduto a pubblicare una guida per scaricare online Unico precompilato Agenzia Entrate, per facilitare i contribuenti nella dichiarazione dei redditi.

Sulla base della guida, pertanto, la procedura per scaricare online Modello Redditi precompilato è la seguente:

  • Accedere ai Servizi telematici dell’Agenzia delle entrate: indicare il proprio codice fiscale nello spazio nome utente e la password. Se non si possiedono le credenziali, è possibile scaricare per via telematica il nuovo modello Unico precompilato rivolgendosi ad intermediari autorizzati, oppure, richiedendo il PIN Agenzia Entrate 2018;
  • Effettuata l'autenticazione, accedere al menu a sinistra "Servizi Fisconline Comunicazioni" e poi all'Unico precompilato. Qualora richiesto, inserire il proprio codice PIN;
  • A questo punto, il contribuente deve scaricare sul proprio computer il file Unico precompilato, il cui nome è, dove xx è l’anno 2016;
  • Scegliere poi la cartella di destinazione del file, utilizzando ad esempio “UnicOnLine/arc”, che contiene le dichiarazioni predisposte con il pacchetto UnicOnline PF;
  • Aprire l’applicazione UnicOnline PF, installata precedentemente e dal menù che si trova in alto della pagina, scegliere "File imposta dichiarazione" e nel sottomenù "Precompilata/anno precedente";
  • A questo punto, il contribuente deve seguire le istruzioni video, fino a quando gli viene chiesto di premere il bottone "Sfoglia";
  • Sulla finestra di scelta del file selezionare la cartella contenente il file Unico Precompilato, che è stata scaricata e salvata in precedenza;
  • Selezionato il file, premere il pulsante "Apri" e poi "importa". 
  • Se compare il messaggio "Il file è stato importato con successo" vuol dire he l'operazione si è conclusa con successo.

 

Modello Redditi precompilato 2018: come si compila online?

Arrivati a questa ultima fase della procedura, il contribuente può procedere alla compilazione Unico PF, modificando i dati qualora svi siano state delle variazioni e completando i restanti quadri.

Nello specifico, i quadri precompilati dall'Agenzia sono quelli che presentano un'icona di colore rosso, i quali devono quindi essere controllati prima di procedere alla definitiva liquidazione. Il quadro RN in particolare deve essere integrato con l'eventuale eccedenza IRPEF dell'anno precedente e già utilizzata tramite F24 e/o gli eventuali acconti già versati. L'elenco dei versamenti, può essere verificato selezionando la relativa opzione dal menù di sinistra.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili