Inps, guida ufficiale alla malattia: certificato e visita fiscale

INPS guida ufficiale in caso di malattia, ecco cosa deve fare il lavoratore per essere in regola con l'invio del certificato medico e la visita fiscale

Stampa

Inps, guida ufficiale alla malattia: quante volte vi siete chiesti cosa deve fare il lavoratore in caso di malattia? Tante? Allora ecco a voi la nuova guida INPS pubblicata sul sito dell'Istituto in data 26 luglio 2018 che spiega nel dettaglio cosa fare in caso di malattia.

L’INPS, Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha provveduto, infatti, a pubblicare, una guida ufficiale INPS alla certificazione telematica e alle visite mediche di controllo, cd. visite fiscali Inps, in risposta alle domande arrivate con maggiore frequenza all'Istituto da parte di dipendenti privati e dipendenti pubblici, e spiegando loro i passi che si devono seguire quando, a causa di un evento morborso come la malattia, non possono andare a lavoro e risultano quindi assenti per malattia.

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio cosa dice nello specifico la guida INPS ufficiale sulla malattia dei lavoratori.

 

Inps, guida ufficiale alla malattia: il certificato medico

Inps, guida ufficiale alla malattia: il certificato medico. L'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, INPS, ha provveduto a pubblicare in data 26 luglio 2018, una guida Inps ufficiale su cosa e come devono fare i dipendenti pubblici e privati quando sono assenti dal lavoro per malattia INPS.

Secondo quanto previsto dalla guida INPS quando il lavoratore è malato, e deve quindi assentarsi dal lavoro, deve seguire i seguenti passi:

  • 1) chiamare il proprio medico curante: il primo passo da compiere quando si sta male e non si riesce a raggiungere il posto di lavoro, occorre contattare il medico di famiglia per farsi rilasciare il certificato medico. Tra i compiti del medico di famiglia c'è infatti quello di dover redigere e trasmettere il certificato medico di malattia per via telematica all’INPS. L'Inps a tale proposito ricorda che la possibilità di farsi rilasciare un certificato medico o attestazioni mediche cartacei vi è solo ed esclusivamente quando non è tecnicamente possibile la trasmissione telematica.
  • 2) annotare il numero di protocollo del certificato: una volta che il medico provvede a redigere e trasmettere il certificato medico di malattia online, il lavoratore deve appuntarsi il numero di protocollo del certificato e controllare che i dati anagrafici e l'indirizzo di reperibilità per la visita fiscale Inps siano correttamente inseriti sul certificato. Al fine di semplificare la procedura di verifica e controllo dell'avvenuta trasmissione del certificato, il lavoratore può avvalersi dell’apposito servizio di consultazione online certificati medici malattia INPS. Per accedervi sono sufficienti codice fiscale e PIN o SPID per consultare il certificato mentre codice fiscale e numero di protocollo per consultare l’attestato.

Importante: l'INPS ricorda inoltre che è il medico a dover inserire sul certificato medico l'eventuale indicazione della malattia e la segnalazione delle agevolazioni per cui il lavoratore privato o pubblico, è escluso dall'obbligo di reperibilità.

 

Inps, guida ufficiale alla malattia: la visita fiscale

Inps, guida ufficiale alla malattia: la visita fiscale. Nella nuova guida INPS pubblicata sul sito istituzionale in data 26 luglio 2018, l'Inps spiega cosa deve fare il lavoratore pubblico o privato in casi di malattia ed oltre al dover richiedere e controllare l'emissione e la trasmissione del certificato medico attestante la malattia e quindi l'assenza dal lavoro, deve anche rendersi reperibile durante gli orari delle visite mediche di controllo.

Nella guida pertanto troviamo spiegato come funzionano le visite fiscali Inps e cosa deve fare il lavoratore per non incorrere nelle sanzioni, previste dalla legge, in caso di irreperibilità ingiustificata.

In merito alla visite fiscali, l'INPS spiega che:

  • le visite fiscali possono essere disposte sia d’ufficio, quindi direttamente dall'Inps che su richiesta del datore di lavoro per i propri dipendenti.
  • al fine di consentire l'esecuzione della visita fiscale, i lavoratori hanno l'obbligo di essere reperibili, quindi di farsi trovare presso il domicilio riportato sul certificato medico rilasciato all'inizio dell'evento morboso, durante determinate fasce di reperibilità malattia che ricorda essere diverse tra dipendenti pubblici e dipendenti privati.
  • Per le visite fiscali 2018 orari, sono: 
    • per i dipendenti privati: dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19;
    • per i dipendenti pubblici: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

 

Guida INPS in caso di assenza alla visita fiscale:

Guida ufficiale INPS in caso di assenza del lavoratore alla visita fiscale: nell'eventualità in cui il lavoratore dovesse risultare assente alla visita fiscale, ecco cosa fare:

  • il medico INPS lascia un invito al lavoratore a presentarsi, in una determinata data, presso gli ambulatori della struttura territoriale INPS di competenza;
  • durante l'incontro, al lavoratore viene chiesto di fornire ed attestare una giustificazione valida all’assenza al fine di evitare le eventuali azioni disciplinari da parte del datore di lavoro.
  • in caso di assenza dal domicilio ingiustificata, sono applicate le seguenti sanzioni:
    • per i lavoratori privati che hanno diritto all’indennità di malattia, sono applicate le  sanzioni amministrative previste dalla legge;
    • per tutti gli altri casi, sono applicate le azioni disciplinari da parte del datore di lavoro.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?