Tassa unica sulla casa: Legge di Bilancio 2019 nuova Imu + tasi

Tassa unica sulla casa 2019 in Legge di Bilancio Nuova IMU cos'è e come funziona emendamento al Senato per unire Imu e Tasi con aliquota massima all'11,4

Stampa

Tassa unica sulla casa: nuova IMU in Legge di Bilancio 2019 con aliquota massima all'11,4 per mille è questa la novità prevista dall'emendamento di modifica alla Manovra, presentato dalla Lega, con l'obiettivo di ridurre e semplificare più di 200mila aliquote dei tributi locali sulla casa, spesso oggetto di modifica.

La nuova IMU 2019 così come prevista dai 13 articoli del "testo unico dell'imu" presenti nell'emendamento Lega, prevede quindi l'unificazione delle tasse sulla casa ma anche di seconde case, negozi, capannoni, garage in modo da semplificare il pagamento delle imposte sul mattone da parte dei cittadini che dal 2014, non hanno fatto altro che accavvalersi e aggrovigliarsi ancora di più.

C'è da dire che al momento la tassa unica sulla casa è solo una proposta fatta dalla maggioranza che deve essere votata in Parlamento ed inserita poi in via definitiva, all'interno del testo della legge di Bilancio 2019.

Alla luce di questa importante novità, andiamo a vedere la tassa unica sulla casa, nuova IMU cos'è e come funziona e di quanto dovrebbe essere l'aliquota nuova Imu 2019 massima che i contribuenti dovrebbero versare, se l'unificazione di Imu + Tasi, dovesse passare l'esame alle Camere.

 

Tassa unica sulla casa in Legge di Bilancio 2019: novità

Tassa unica sulla casa in Legge di Bilancio 2019: in base alle ultimissime novità, è stato presentato dalla Lega, e quindi dalla maggioranza, un emendamento alla Legge di Bilancio 2019 a firma di Alberto Gusmeroli, vicepresidente della Commissione Finanze della Camera, che prevede l'introduzione della cd. nuova Imu 2019 che non è nuova imposta sulla casa ma l'unificazione di Imu e Tasi in un'unica tassa ed unica aliquota, al fine di semplificare i tributi locali sul mattone che, dopo il 2014, si sono accavallati in un complicato groviglio. Specialmente per chi possiede una seconda casa, un negozio, due cantine ecc.

L'obiettivo della Lega con i 13 articoli del “testo unico dell’Imu”, è pertanto quello di unificare le imposte Imu e Tasi e di trasformarle in una tassa unica sulla casa, andando così a ridurre o eliminare oltre 200mila aliquote diverse ed evitare così ai contribuenti, il pagamento di una doppia tassa per lo stesso immobile.

In base all’emendamento leghista, la tassa unica sulla casa chiamata nuova Imu prevede un’aliquota massima dell’11,4 per mille e un aumento della deducibilità dell’Imu dall’Ires per le imprese proprietarie di capannoni, dal 20 al 40%, tali emendamenti arriveranno con la Legge di Bilancio 2019 Senato.

 

Tassa unica sulla casa: che cos'è la nuova IMU 2019?

Tassa unica sulla casa: che cos'è la nuova IMU 2019? La nuova IMU nell'emendamento leghista, è l'unificazione dell'attuale IMU e TASI in una tassa unica sulla casa che permetterebbe tra l'altro, anche la possiblità di predisporre dei bollettini precompilati Imu, per facilitare il pagamento ai contribuenti.

Ma non è tutto, infatti, la nuova IMU 2019 oltre a semplificare le imposte sulla casa, potrebbe portare anche ad aumento strutturale delle tasse sulle seconde visto che l'emendamento, come formulato finora, lascia la possibilità ai Comuni di portare l’aliquota fino all’11,4 per mille mentre oggi è previsto il blocco al 10,6 per mille al quale si può aggiungere una maggiorazione dello 0,8 per mille solo in alcuni casi specifici.

Nessuna varazione invece per quanto riguarda l'esenzione prima casa se non di lusso, il calcolo della rendita catastale rivalutata del 5%, il coefficiente o moltiplicatore da applicare n base alla tipologia catastale o il metodo di calcolo sull'aliquota fissata dal Comune.

 

Nuova IMU: come funziona la tassa unica sulla casa con aliquota 11,6 per mille?

Nuova Imu: come funziona la tassa unica sulla casa? Ecco come funziona la nuova IMU in base all'emendamento presentato dal leghista Alberto Gusmeroli, vicepresidente della Commissione Finanze della Camera:

  • la nuova IMU nella proposta leghista, prevede un nuovo meccanismo che accorpa le due tasse sulla casa: IMU e TASI, in modo da evitare che il tributo finale dovuto dal contribuente, sia la mera somma tra le due imposte fissate da ciascun Comune. Tale novità, consentirebbe tra l'altro ai Comuni di predisporre bollettini precompilati, come già avviene con la TARI, tassa sui rifiuti.
  • la nuova tassa unica sulla casa manterrebbe poi per le prime case di lusso l'attuale aliquota base allo 0,4 per mille e sempre con la possibilità per il Comune di aumentarla di un ulteriore 0,2 per mille fino ad un massimo dello 0,6 per mille. 
  • Mantenuta anche la possibilità di diminuire o azzerare l'aliquota per gli immobili diversi dalla prima casa.
  • Con la nuova IMU però i Comuni potranno decidere se aumentare l’aliquota fino all’11,4 per mille mentre oggi è previsto il blocco al 10,6 per mille al quale si può aggiungere una maggiorazione dello 0,8 per mille solo in alcuni casi specifici.
  • La maggiorazione dello 0,8 è stata introdotta nel 2014 e dal quel momento è stata sempre prorogata solo ai quei Comuni che l’hanno utilizzata fin dall'inizio, mentre ora con l'eventuale nuova tassa unica sulla casa, tutti i Comuni, potrebbero vedersi riconosciuto il diritto a portare l’IMU all'11,4 per mille.
  • Inoltre prevista una regola fissa per gli affitti a canone concordato che prevede la riduzione del 75% rispetto all’aliquota stabilita dal Comune;
  • Prevista anche l'esenzione IMU per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, purché non locati.

 

Tassa unica sulla casa: nuova IMU aliquota Legge di Bilancio 2019

Tassa unica sulla casa: nuova aliquota per la nuova IMU in Legge di Bilancio 2019? In base sempre all'emendamento leghista sulla nuova IMU che ricordiamo deve essere ancora votato dalle Camere, per cui non è stato ancora approvato con la Legge di Bilancio 2019, l'aliquota 7,6 per mille può essere differenziata per i seguenti tipi di immobili:

  • fabbricati ad uso residenziale diversi dall’abitazione principale;
  • fabbricati a disposizione, non locati da almeno 2 anni;
  • fabbricati locati a titolo di abitazione principale,
  • fabbricati concessi in comodato d'uso a parenti in linea retta o affini, stabilendo il grado di parentela,
  • fabbricati industriali,
  • fabbricati commerciali,
  • immobili appartenenti al gruppo catastale D;
  • fabbricati appartenenti al gruppo catastale B;
  • fabbricati appartenenti alla categoria catastale C3,
  • fabbricati ad uso commerciale con particolari caratteristiche tipiche dei centri storici, da determinarsi nel regolamento del tributo.

 

Nuova Imu scadenza e pagamento tassa unica sulla casa:

Nuova Imu scadenza: per quanto riguarda la scadenza nuova Imu nulla cambia in base all'emendamento. Le scadenze per i versamenti resterebbero quindi:

  • Acconto tassa unica sulla casa: scadenza 16 giugno;
  • Saldo nuova Imu: entro la scadenza del 16 dicembre.

Una sola particolarità riguarderebbe però il primo anno di applicazione della nuova tassa unica sulla casa, visto che l'acconto di giugno 2019 dovrebbe essere pagato sulla base delle aliquote IMU e TASI 2018 mentre il saldo con le aliquote nuova IMU 2019.

Tassa unica sulla casa novità pagamento: la novità riguardo al versamento della nuova IMU, consiste nella predisposizione da parte dei Comuni, di bollettini precompilati nuova IMU dal 2019 e non più un bollettino IMU da compilare.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?