Tassa auto nuove 2019: no tassa, solo incentivi auto in Legge Bilancio

Tassa auto inquinanti non ci sarà alcuna tassa e aggravio per le famiglie ma solo incentivi auto nella Legge di Bilancio 2019, dietrofront di Di Maio

Stampa

Tassa auto nuove 2019 Co2 benzina e diesel, cos'è e come funziona in Legge di Bilancio 2019: dal prossimo anno per chi acquista un'auto potrebbero esserci diverse novità sia negative che positive.

All'interno del testo del nuovo maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019 approvato dalla Commissione bilancio alla Camera, è infatti spuntato un nuovo emendamento che prevede, qualora approvato in via definitiva, un nuovo contributo per l'acquisto di auto, basato sul meccanismo del bonus/malus ecologico.

In particolare, il malus ecologico, come spiegato dal sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Michele Dell'Orco e dal sottosegretario allo Sviluppo economico, Davide Crippa, prevede che dal 1° gennaio 2019, chi acquista e immatricola in Italia un'auto nuova con alte emissioni di Co2 per cui per quelle alimentate a benzina e a diesel e quindi più inquinanti, dovrà pagare al momento dell'acquisto, una nuova tassa che va da un minimo di 150 euro ad un massimo di 3.000 euro e quindi calcolata in base alla CO2 emessa per chilometro.

 

Insieme alla tassa auto inquinanti 2019 arriva sempre con la Manovra 2019, un bonus ecologico, ossia un incentivo auto 2019 fino a 6.000 euro, per chi acquista un'auto elettrica, ibrida o alimentata a metano.

Attraverso questo meccanismo, il governo, mira quindi a far diventare più conveniente acquistare vetture meno inquinanti in modo da migliorare la qualità dell'aria delle nostre città, ormai invase dallo smog e PM10.

 

Ma entriamo più nello specifico e andiamo a vedere la tassa auto inquinanti cos'è come funziona, quando e a chi si applica, e chi paga in base a quanto previsto dal testo maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019 ma secondo le ultimissime novità, non ci sarà alcuna tassa ma solo incentivi auto 2019 nella Legge di Bilancio 2019.

 

Tassa auto inquinante non ci sarà:

Tassa auto inquinanti Salvini e Lega dicono NO alla Ecotassa inserita nella manovra per le vetture inquinanti. "Io sono contrario ad ogni ipotesi di nuove tasse sull'auto che è già uno dei beni più tassati", ha charito il ministro dell'Interno Matteo Salvini a "Radio anch'io".

Anche Luigi Di Maio ha confermato che non ci sarà alcun aggravio per le famiglie italiane.

Tutto comunque è stato rimandato al passaggio della Legge di Bilancio 2019 al Senato, per cui al momento c'è uno stop alla nuova tassa auto con emissioni superiori ai 110 g/km.

 

Nuova tassa auto inquinanti in Legge di Bilancio 2019:

Nuova Eco tassa auto inquinanti in Legge di Bilancio 2019: ebbene si, in base alle ultime notizie nel testo della Legge di Bilancio 2019 è stato inserito al passaggio alla Camera, di un nuovo emendamento che prevede l'introduzione a partire dal 2019, di una nuova imposta chiamata tassa auto inquinanti per per chi acquista un'auto con alte emissioni di Co2, per cui a benzina e a diesel.

In particolare, la nuova Eco tassa auto inquinanti 2019 come chiarito dal sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti, Michele Dell'Orco e dal sottosegretario allo Sviluppo economico, Davide Crippa, è una nuova tassa che partirà dal 1° gennaio 2019, e che sarà applicata a coloro che acquisteranno ed immatricoleranno in Italia, un autoveicolo nuovo ad alte emissioni di Co2 e pertanto più inquinanti.

L'imposta sarà dovuta al momento dell'acquisto e sarà calcolata sulla base della Co2 emessa per chilometro dal veicolo, per cui l'imposta sarà tanto più alta quanto più alte saranno le emissioni. Comunque sia, la nuova tassa partirà da un minimo di 150 euro fino ad un massimo di 3.000 euro.

Affianco alla tassa auto inquinanti 2019 arriveranno, sempre per effetto della nuova Manovra 2019, i nuovi incentivi auto fino a 6.000 euro, per chi acquista un'auto elettrica, ibrida o alimentata a metano.

 

Tassa auto nuove 2019 cos'è?

Che cos'è la tassa auto nuove 2019?

La nuova tassa auto inquinanti è l'ultima novità inserita all'interno della nuova Manovra 2019 durante il passaggio del testo alla Camera.

In pratica, la Commissione bilancio alla Camera ha approvato un emendamento che se approvato in via definitiva, prevede dal 2019, l'introduzione di un nuovo contributo basato sul meccanismo di bonus/malus ecologico che da una parte si traduce in una una nuova tassa per chi acquista un'auto inquinante e dall'altra, in un incentivo statale fino a 6.000 euro per chi acquista un'auto elettrica, ibrida o alimentata a metano.

L'obiettivo del governo attraverso questo nuovo meccanismo di bonus ecologico e di malus ecologico, è quello di rendere più conveniente l'acquisto di nuove auto meno inquinanti rispetto a quelle con alte emissioni di Co2, in modo da migliorare la qualità dell'aria nelle nostre città, ormai invase da smog e dalla ormai note particelle PM10.

Ecco invece le novità su bollo auto in Legge di bilancio 2019.

 

Tassa auto inquinanti Co2 benzina e diesel: come funziona il malus

Come funziona la nuova Eco tassa auto inquinanti 2019? La nuova tassa auto inquinanti funziona così:

  • qualora il nuovo meccanismo bonus/malus dovesse ottenere l'approvazione con la legge di Bilancio 2019, dal 1° gennaio 2019, scatterebbe la nuova tassa auto inquinanti, ossia un'imposta per chi acquista auto alimentate con carburanti inquinanti: benzina e diesel.
  • la nuova Eco tassa sarà quindi applicata a tutti coloro che dal 1° gennaio 2019, acquistano ed immatricolano in Italia, un nuovo autoveicolo a benzina o diesel con alte emissioni di Co2 e pertanto più inquinanti.
  • L'imposta sarà dovuta al momento dell'acquisto e sarà calcolata sulla base della Co2 emessa per chilometro dal veicolo, per cui l'imposta sarà tanto più alta quanto più alte saranno le emissioni del nuovo veicolo acquistato.
  • La nuova tassa partirà da un minimo di 150 euro fino ad un massimo di 3.000 euro.
  • Affianco alla tassa auto inquinanti 2019 ci saranno anche i nuovi incentivi auto fino a 6.000 euro, per chi acquista un'auto elettrica, ibrida o alimentata a metano.

 

Tassa sulle auto inquinanti: a chi si applica e quando?

A chi si applica la tassa sulle auto inquinanti? La tassa auto inquinanti si applica dal 1° gennaio 2019 a chi acquista una nuova auto ad alte emissioni di CO2 per cui sulle auto nuove alimentate a benzina e diesel.

Quando si applica la tassa sulle auto inquinanti? La nuova Eco tassa sulle auto inquinanti si applica al momento dell'acquisto sulla base del calcolo delle emissioni della nuova auto. 

 

Tassa auto inquinanti: quanto si paga dal 2019?

Come abbiamo visto dal 2019, potrebbe quindi arrivare un malus su tutte le nuove auto acquistate ed immatricolate in Italia con alte emissioni di CO2, parliamo quindi di tutte le auto diesel e a benzina mentre non sarà dovuta alcuna tassa, per le auto che emettono al di sotto di 110g di CO2 per km.

Ecco quindi una tabella riassuntiva che ci fa capire meglio, quanto si paga di tassa auto inquinanti dal 2019:

Tassa auto inquinanti CO2g/kmquanto si paga
 CO2 g/km tra 110 e 120150 euro tassa minima
 CO2 g/km tra 120 e 130300 euro
CO2 g/km tra 130 e 140400 euro
CO2 g/km tra 140 e 150500 euro
CO2 g/km tra 150 e 1601.000 euro 
CO2 g/km tra 160 e 1751.500 euro 
CO2 g/km tra 175 e 1902.000 euro 
CO2 g/km tra 190 e 2502.500 euro 
CO2 g/km oltre i 2503.000 euro tassa massima 

 

Incentivi auto 2019 elettriche, ibride e a metano: cos'è e come funziona?

Incentivi auto 2019 ibride, elettriche e a metano: con la Legge di bilancio 2019, nel meccanismo bonus/malus ecologico, c'è la tassa auto inquinanti e c'è anche l'incentivo all'acquisto auto elettriche, ibride e a metano.

L'incentivo statale sulle auto partirà sempre dal 2019 e sarà corrisposto dal venditore agli acquirenti attraverso uno sconto sul prezzo di acquisto. Tale sconto, potrà essere applicato dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2021. 

Le case produttrici a loro volta effettueranno il rimborso al venditore l’importo dell'incentivo e recuperando la somma, sotto forma di credito di imposta. 

Ai fini di erogazione dei nuovi incentivi auto elettriche, ibride e metano 2019, verrà istituito un apposito fondo da 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

Riassumendo, per chi acquista, anche in locazione finanziaria, e immatricola in Italia dal 2019 al 2021, un veicolo di categoria M1 nuovo di fabbrica, spetta un incentivo all'acquisto parametrato al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro secondo gli importi di cui alla seguente tabella:

Incentivi auto elettriche, ibride e a metano CO2g/kmimporto contributo
CO2g/km da 0 a 20 6.000 euro
CO2g/km da 20 a 70  3.000 euro
CO2g/km 70 a 90 1.500 euro

 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?