Sanatoria bis Equitalia 2018: cartelle senza sanzioni interessi

Sanatoria bis Equitalia Legge di Bilancio 2018 condono cartelle di pagamento senza sanzioni interessi di mora per chi paga volontariamente il debito

Stampa

La Sanatoria bis Equitalia 2018, è la misura prevista nel testo del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018, che ha previsto la possibilità di fruire del cd. condono cartelle di pagamento Equitalia, senza sanzioni, interessi di mora e aggio di riscossione per chi paga volontariamente, anche a rate, i debiti Equitalia. Tale nuovo "condono" prende il nome di definizione agevolata dei ruoli affidati all'agente di riscossione, conosciuta a più con il nome di rottamazione bis 2018.

Vediamo quindi cos’è e come funziona la sanatoria Equitalia 2018, cosa significa condono sanzioni, interessi di mora e aggio di riscossione, a chi spetta e chi ha diritto al condono cartelle di pagamento Equitalia.

 

Sanatoria bis Equitalia 2018: cos'è?

Che cos'è la sanatoria bis cartelle Equitalia 2018? La sanatoria Equitalia 2018 è una nuova inserita all'interno del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018 che permette nuovamente di richiedere un condono sulle cartelle esattoriali, in modo da non pagare le sanzioni e gli interessi di mora, fatta eccezione delle multe e violazioni del Codice della Strada.

La nuova Sanatoria bis 2018, la cui procedura sembra del tutto simile a quella seguita per la voluntary disclosure rientro di capitali ossia possibilità di ottenere uno sconto sulle sanzioni ed interessi se ci si autodenuncia volontariamente, rientra tra le nuove norme del decreto collegato alla Legge di Bilancio 2018 e prevede la possibilità di accedere alla rottamazione bis Equitalia 2018 sulle cartelle notificate dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 e sulle vecchie cartelle in soli due casi che vedremo nel dettaglio nei successivi paragrafi.

Vuoi qualche esempio di calcolo rottamazione cartelle Equitalia? Allora leggi il nostro articolo di approfondimento.

 

Sanatoria bis cartelle Equitalia 2018: cos'è come funziona e a chi spetta?

Secondo le prime indicazioni relative alla nuova Legge di Bilancio 2018, tra le misure di contrasto all'evasione fiscale, è presente l'estensione della sanatoria cartelle Equitalia 2018 alle nuove cartelle, qualora notificate tra il primo gennaio ed l trenta settembre 2017, e le vecchie notificate tra il 2000 ed il 31 dicembre 2016 solo in due casi.

Sanatoria bis cartelle Equitalia 2018 cos'è? E' la possibilità per i contribuenti, imprese e cittadini, di poter ottenere un fortissimo sconto sulle cartelle di pagamento Equitalia qualora decidano di pagare il debito volontariamente.

Sanatoria Equitalia 2018 come funziona? In pratica, chi ha una cartella Equitalia che rientra nei requisiti per richiedere la rottamazione bis 2018, può ottenere l'eliminazione di interessi di mora e delle sanzioni sulle cartelle esattoriali, anche se decide di rateizzare gli importi, anziché pagarli in un'unica soluzione.

A chi spetta sanatoria 2018? I contribuenti che possono presentare la domanda di rottamazione bis 2018 cartelle di pagamento sono:

  • Chi ha ricevuto una o più cartelle tra il 1° gennaio ed il 30 settembre 2017;
  • Coloro che non avendo pagato le rate condonate con la prima rottamazione, sono decaduti dal beneficio. Per esserne riammessi, occorre pagare le rate di luglio e settembre entro il 30 novembre 2017:
  • Coloro i quali è stata rifiutata la domanda in quanto non in regola con i pagamenti delle rate di una precedente rateizzazione. Per essere riammessi, occorre prsentare l'apposita domanda entro la fine dell'anno, pagare le rate mancanti entro il 31 marzo 2018 e versare l'intero importo condonato, entro il 31 luglio 2018.

 

Differenza tra sanatoria e condono Equitalia ddl rottamazione dei ruoli:

Sullo stesso orientamento anche il condono Equitalia ddl rottamazione dei ruoli per chi è in difficoltà economica, attualmente assegnato all'esame della commissione finanze e tesoro del Senato.

In base al Ddl rottamazione dei ruoli, ribattezzato impropriamente Condono cartelle Equitalia, prevede la possibilità per i contribuenti per pagare i propri debiti a rate, senza interessi, sanzioni e aggi di riscossione

Che differenza c'è tra Sanatoria e condono Equitalia Ddl rottamazione dei ruoli?

La differenza tra la sanatoria Equitalia ed il condono del ddl rottamazione, sta nella finalità della misura e nella categoria di contribuenti destinataria dei due benefici.

Infatti, sia con la sanatoria che con il condono, i contribuenti, possono ottenere un fortissimo sconto sul debito, grazie allo stralcio di interessi di mora, sanzioni e aggio di riscossione, ma con la:

Sanatoria Equitalia Legge di Bilancio, ex Legge di Stabilità: tutti i contribuenti, imprese e cittadini, possono ottenere lo sconto solo se decidono di pagare volontariamente, anche a rate, il proprio debito;

Condono ddl rottamazione: è previsto l'obbligo d'ufficio dell'agente di riscossione, di proporre al contribuente la definizione della propria situazione debitoria, a "saldo e stralcio", con azzeramento di sanzioni, interessi e aggi, attraverso un piano di rateizzazione. 

Inoltre, la platea interessata dal condono, sarebbe più ristretta rispetto alla Manovra in arrivo, dal momento che è destinata a:

  • Contribuenti in grave difficoltà finanziaria: ossia, a coloro che hanno debiti iscritti a ruolo costituiti per oltre il 50% da ruoli resi esecutivi prima del 31 dicembre 2010;
  • Contribuenti in momentanea difficoltà finanziaria: ossia, a coloro i cui debiti, iscritti a ruolo, sono formati per oltre la metà da ruoli resi esecutivi prima del 31 dicembre 2012. 
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?