Pensioni 2017 ultime notizie: Ape social domanda entro il 15 giugno

Pensioni ultime notizie e novità, la domanda Ape Social 2017 va presentata entro la scadenza del 15 giugno come quando dove e requisiti per richiederla

Stampa

Tra le ultime novità sulle pensioni 2017, vi è la domanda Ape social 2017 entro il 15 giugno per quei lavoratori che intendono uscire in anticipo dal mondo del lavoro, avvalendosi della pensione anticipata. 

Vediamo quindi cos’è l’APE social come funziona, a chi spetta e a chi conviene?

 

APE Anticipo pensionistico:

Tra le nuove misure per aumentare il reddito dei pensionati 2017, c'è l'APE social ossia, il nuovo assegno pensionistico, che consente ai lavoratori, in possesso di determinati requisiti, età e contributi versati, di lasciare il lavoro in anticipo s penalizzazioni sull’importo della pensione spettante, fino al raggiungimento dei requisiti della pensione di vecchiaia.

Ed è proprio sulla misura delle penalizzazioni e sul loro eventuale taglio che il dibattito politico si sta concentrando maggiormente.

Come fare quindi a promuovere e favorire la scelta di andare in pensione anticipata se la penalizzazione dell'assegno con l'APE è molto alta?

La soluzione è l'APE social, la cui domanda deve essere presentata entro il 15 giugno 2017.

 

APE social 2017 cos'è?

Prima di spiegare cos'è l'APE social 2017, dobbiamo fare una piccola premessa, e andare a spiegare in poche e semplici parole cos'è l'APE, assegno pensionistico.

L'APE, significa Assegno Pensionistico, ed è la nuova misura che il Governo Renzi, ha voluto introdurre per le pensioni anticipate. Tale nuovo meccanismo, funziona così: il lavoratore che decide di lasciare il lavoro in anticipo, ossia, prima di aver maturato i requisiti della pensione ordinaria, può scegliere l'APE ed andare in pensione 3 anni prima, ossia a 63 anni anziché 66 anni e 7 mesi come richiede la pensione di vecchiaia.

La scelta di andare in pensione in anticipo con l'APE, Anticipo pensionistico 2017, comporta però la necessità per il lavoratore, di dover richiedere un prestito alla banca della durata di 20 anni, che gli servirà per ripagare, una volta raggiunto i requisiti per il pensionamento ordinario, quanto erogato durante la pensione anticipata.

In cambio, della pensione anticipata APE ci saranno anche delle penalizzazioni sugli assegni pensione da 1,4% all’8%, a seconda del reddito e di quanto anticipato. 

Il taglio della pensione per i lavoratori che sceglieranno l’Ape, secondo i dati forniti dal Corriere della Sera, dovrebbe essere intorno al 5% annuo, un po' troppo.

Ecco perché, il Governo Renzi, punta anche su una depenalizzazione APE per alcune categorie di pensionati, con il cd. APE Social 2017.

 

Chi ha diritto all'assegno pensionistico social 2017? Come funziona:

Come funziona l'assegno pensionistico social 2017? L'obiettivo del Governo con la nuova Legge di Stabilità 2017, come abbiamo detto è quello di aumentare il reddito dei pensionati e al contempo, consentire in modo più agevole, di lasciare il lavoro in anticipo, fruendo comunque di un paracadute, almeno per le fasce più deboli.

Ecco perché stiamo parlando di APE social 2017, come di una misura atta a facilitare la pensione anticipata senza essere troppo penalizzante per le fasce a basso reddito e a rischio.

L’Ape Social, infatti, potrebbe prevedere una penalizzazione massima del 3% annuo sull’assegno pensionistico lordo e con un taglio dell'assegno variabile a seconda del reddito.

Chi ha potrebbe aver diritto all'APE Social?

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili