Pensioni novità di oggi: Quota 100 dal 2019 e Quota 41 rinviata

Pensioni novità 2019 Quota 100 per tutti e senza paletti e la Legge Fornero nella legge di Bilancio ecco le ultime notizie Quota 41, Opzione donna e esodati

Stampa

Pensioni novità 2019: Quota 100 per tutti e senza paletti e la Legge Fornero nella legge di Bilancio? Quali sono le ultime notizie di oggi in tema di riforma pensioni 2019 per i pensionati

Per i pensionati le novità 2019 sono tante in primis, la più importante, è la conferma sia da parte di Salvini che di Di Maio che nella nuova Legge di Bilancio 2019 ci sarà sicuramente la Quota 100 per tutti senza paletti o in alternativa la Quota 41 e la Legge Fornero.

Ancora da vedere se nella nuova Manovra 2019 ci sarà spazio anche alla proroga Opzione donna 2019 e come avverrà il tanto annunciato superamento della Legge Fornero che servirà a detta della maggioranza, a cancellare le iniquità che questa legge ha provocato in questi anni ai lavoratori-pensionati e a dare una nuova spinta all'occupazione, visto che saranno i giovani a prendere il posto di chi deciderà, dal prossimo anno, di andare in pensione anticipata 2019.

Ma andiamo a vedere quali sono le ultimissime notizie di oggi e le novità pensioni 2019.

 

Pensioni novità, ultime notizie di oggi:

Pensioni novità: quali sono le ultime notizie di oggi? 

  • Le ultime notizie in fatto di pensioni nella legge di Bilancio 2019 arrivano dalle parole del vicepresidente nonché ministro dell'Interno, Matteo Salvini all'indomani della presentazione del DEF 2019, che confermano che nella nuova riforma delle pensioni 2019 non solo ci sarà il superamento della Legge Fornero con una sua nuova rimodulazione ma ci sarà anche la Quota 100 per tutti senza paletti.
  • Ancora da svelare quali saranno i requisiti necessari per aderire alle pensioni Quota 100 a 62 anni da febbraio 2019 ma sembra confermata l'età minima a 62 di anni di età e con 38 anni di contributi versati. Per cui chi ha 64 anni di età ma 36 anni di contributi versati non può accedere alla pensione anticipata con Quota 100 perché non ha abbastanza contributi, mentre chi ha 63 anni e 38 anni di contributi si.

Vediamo quindi pensioni ultime notizie oggi.

 

Pensioni novità Quota 100 e Legge Fornero nella legge di Bilancio 2019:

Pensioni novità 2019: Quota 100 per tutti e senza paletti, ecco quanto confermato da Matteo Salvini e Luigi Di Maio, entrambi ospiti a Ballarò: nella nuova Legge di Bilancio 2019 ci sarà ampio spazio a quanto promesso agli italiani durante la campagna elettorale.

Per cui nella nuova riforma pensioni 2019 ci sarà sicuramente la Quota 100 per tutti e senza paletti e in alternativa la Quota 41 mentre ancora devono arrivare notizie circa la possibilità di prorogare l'Opzione donne 2019 e la situazione per la nona salvaguardia per gli esodati della legge Fornero.

In particolare dalle parole di Salvini di ieri, è evidente che il governo Conte intende superare le iniquità prodotte dalla Fornero con la sua legge non solo per un fatto di giustizia ma anche di ricambio generazionale tra i lavoratori che lascerebbero il lavoro il prossimo anno grazie appunto alla pensione anticipata 2019 con quota 100 o quota 41, ed i giovani che prenderebbero il loro posto.

A conferma di ciò vale la pena ricordare quanto affermato ieri da Salvini in un'intervista, ossia che nella nuova riforma pensioni 2019 ci sarà la Quota 100 per tutti e senza paletti, per cui le varie voci che parlavano di due ipotesi di Quota 100, una più selettiva a due opzione e l'altra per tutti, ma molto più costosa, circa 6-8 miliardi per Salvini e circa 14 miliardi a partire dal secondo anno per l'INPS di Boeri.

Infine da vedere se la quota 100 potrà essere utilizzata anche come ulteriore strumento per gestire esuberi, per un costo di circa di 2-2,5 miliardi o l'altra opzione per l'uscita anticipata per categorie specifiche o con vincoli molto stringenti come avere  almeno 64 anni, ricalcolo contributivo e solo due anni di contribuzione figurativa, i cui costi si aggirerebbero sui 3-4 miliardi.

Pensioni novità Legge Fornero nella legge di Bilancio 2019: alla luce delle ultimissime notizie pare che l'arrivo della Quota 100 non influirà sull'Ape social e consentirà di superare anche i nodi della nona salvaguardia, i famosi esodati dalla legge Fornero.

Nella fattispecie, la 9a salvaguardia potebbe consentire l'accesso alla pensione con le vecchie regole, ovvero con le regole precedenti all’entrate in vigore della legge Fornero, a:

  • lavoratori in mobilità;
  • lavoratori che versano i contributi volontari;
  • lavoratori cessati dal servizio;
  • lavoratori in 104;
  • lavoratori con contratto a tempo determinato.

 

Pensioni 2019 ultime notizie di oggi:

Pensioni 2019: quali sono le ultime notizie di oggi? Le notizie di oggi in fatto di pensioni 2019 parlano delle nuove misure pensionistiche da inserire nella nuova legge di Bilancio 2019 insieme alla riforma delle pensioni 2019.

ieri come oggi a tenere testa sui giornali, tg e siti web è la notizia della Quota 100 senza paletti e per tutti dal 2019 al fine di consentire una ripresa dell'occupazione in Italia con il ricambio generazionale e a cancellare le iniquità della legge Fornero.

Rispetto poi alle notizie circolate giorni fa circa gli negativi che la nuova riforma 2019 avrebbe portato all'APE social ma anche questa novità è stata spazzata via ieri con le dichiarazioni di Salvini.

Ecco quindi pensioni 2019 ultime notizie di oggi:

  • Quota 100 per tutti dal 2019: pensione anticipata 2019 per i lavoratori che hanno raggiunto determinati requisiti di età e contributi versati. Tale opzione nel 2019 consentirà di lasciare il lavoro forse a 64 anni e cioè 3 anni prima rispetto ai requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia 2019
  • Quota 41 dal 2019 in alternativa alla Quota 100: tale opzione prevede la possibilità di andare in pensione anticipata per i lavoratori che hanno raggiunto la fatidica Quota 41, ossia 41 anni e mezzo di contributi a prescindere dall’età.
  • Opzione donna 2019: l'opzione donna negli anni precedenti è stata un'opzione che ha permesso alle donne con 35 anni di contributi ed un'età anagrafica di 57 anni se dipendenti e 58 anni per le autonome, di andare in pensione in anticipo con l'obbligo di ricalcolare l'assegno della pensione con il metodo contributivo con una penalizzazione totale di circa del 30% sull'importo spettante. Da vedere se ora l'Opzione donna 2019 rimarrà così o se in vista dell'aumento dell'età pensionabile dal 2019, l'opzione sarà consentirà a 57 e 7 mesi per le dipendenti e a 58 e 7 mesi per le autonome.
  • pensione di cittadinanza 2019: con molta probabilità entrerà in vigore anche l'integrazione per le pensioni minime e assegni sociali.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili