Nuova domanda REI dal 1° giugno 2018: cos'è come funziona e cambia?

REI domanda 2018, nuovo modello Inps e le nuove istruzioni per la compilazione della richiesta reddito di inclusione cos'è e come funzione e quando spetta?

Stampa

Nuova Domanda REI 2018: pubblicato dall'INPS il nuovo modello di domanda che i cittadini devono utilizzare al fine di richiedere il sussidio universale contro la povertà chiamato Reddito di Inclusione e le istruzioni per la compilazione del modulo.

Forse non tutti ancora lo sanno ma per effetto delle novità introdotte con la Legge di Bilancio 2018, dal 1° giugno 2018, vengono aboliti i requisiti familiari come condizione di accesso al beneficio. A partire da tale data, pertanto, tutti i cittadini che non hanno nel proprio nucleo familiare, un componente con meno di 18 anni, un disabile, una donna in stato di gravidanza o un lavoratore sotto i 55 anni disoccupato, possono presentare la domanda REI.

Alla luce di questa importante novità andiamo a vedere in dettaglio per il Rei domanda, il nuovo modulo di domanda appena approvato dal Ministero del Lavoro e la circolare INPS che ne ufficializza l'avvio con le nuove istruzioni per la compilazione del modello.

 

Nuova domanda REI 2018: cosa cambia dal 1° giugno?

Domanda REI 2018 novità dal 1° giugno: cosa cambia? A partire dal 1° giugno 2018 entrano in vigore due importanti novità REI 2018:

  • 1) nuovi requisiti per l'accesso al beneficio,
  • 2) nuovo modulo domanda REI,

il tutto in ottemperanza alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018. 

Dal 1° giugno 2018, cambiano quindi i requisiti per il Reddito di Inclusione, il modulo di domanda e le istruzioni per la compilazione del modello, novità che andremo ad illustrare nel corso dell'articolo.

 

REI domanda 2018 nuovi requisiti:

Domanda REI 2018 nuovi requisiti: con il Messaggio Inps n. 1972 dell'11 maggio 2018, l'Istituto ha infatti confermato che in base a quanto previsto dall'articolo 1, comma 192, della legge n. 205/2017, sono ABOLITI i requisiti familiari sanciti dall’articolo 3, comma 2, del decreto legislativo n. 147 del 2017, a partire 1° luglio 2018.

In particolare, i requisiti aboliti, riguardano l'accesso al beneficio REI per i soli nuclei familiari con al loro interno almeno:

1 figlio minorenne;

1 figlio disabile anche maggiorenne;

1 donna in gravidanza;

o un over 55 disoccupato.

Per cui dal 1° giugno 2018 come confermato dall'INPS nel Messaggio Inps n. 1972 dell'11 maggio 2018, entrano in vigore in nuovi requisiti REI reddito di inclusione 2018, ciò significa che tutti i cittadini, a prescindere dalla loro composizione nucleo familiare, possono finalmente presentare la domanda REI qualora in possesso dei soli requisiti reddituali di ISEE e ISRE previsti dalla legge sul reddito di inclusione.

Visto poi che il REI decorre dal mese successivo a quello di domanda, l'INPS afferma che l'abolizione dei requisiti familiari, è operativa dal 1° giugno 2018 per cui tutti coloro hanno presentato la domanda REI nel 2018, prima del 31 maggio, in possesso dell'ISEE 2018 ma è stata respinta per la sola mancanza dei requisiti familiari, saranno sottoposte al riesame da parte degli uffici INPS a decorrere dal 1° luglio 2018, con verifica dei soli requisiti reddituali.

 

Domanda REI 2018 nuovo modello Inps:

Domanda REI 2018 nuovo modello Inps: l'INPS ha provveduto a pubblicare nel Messaggio Inps n. 2120 del 24 maggio 2018, il nuovo modulo domanda REI 2018 che i cittadini devono presentare compilato al Comune, a partire dal 1° giugno 2018 in poi, in quanto da tale data, sono aboliti i requisiti familiari.

A tal fine l'Inps, ha provveduto ad allegare al suddetto messaggio, il nuovo modello di domanda Reddito di inclusione con le relative nuove istruzioni per la sua compilazione in quanto modificate ed aggiornate in ottemperanza alle novità introdotte dalla Legge di Bilancio.

In attesa del 1° giugno 2018, l'Istituto, fa sapere che continuerà le domande presentate ante 1° giugno 2018, saranno valutate sulla base dei requisiti familiari.   

Per leggere il Messaggio Inps e per scaricare il nuovo modello di domanda REI:

 

Domanda REI nuove istruzioni di compilazione dal 1° giugno 2018:

Domanda REI istruzioni per la compilazione del nuovo modello a partire dal 1° giugno 2018:

Per le domande REI presentate dal 1° giugno 2018, è obbligatorio l'uso del nuovo modello di domanda REI 2018.

In fase di compilazione del nuovo modello di domanda REI 2018, il cittadino, trova nella prima parte del modulo, la conferma di essere consapevole che:

- i requisiti Reddito di inclusione 2018 devono essere mantenuti per tutta la durata del beneficio, pena la revoca del beneficio;

- se la domanda è conforme ai requisiti richiesti, entro 25 giorni la famiglia viene chiamata dal Comune ad effettuare l'analisi preliminare della situazione in cui si trova il nucleo attraverso colloqui di valutazione dei bisogni, delle risorse e dei fattori di rischio, parti integranti del progetto personalizzato.

- se il progetto personalizzato non viene sottoscritto, non si ha diritto al REI.

tutti i componenti del nucleo familiare beneficiario del REI devono seguire scrupolosamente quanto previsto da progetto pena la decurtazione del beneficio o la sua revoca.

  • Quadro A domanda REI: devono essere indicati i dati anagrafici del richiedente Carta REI;
  • Quadro B domanda REI requisiti di residenza e cittadinanza: per cui dichiarare di essere residente in Italia da almeno 2 anni ed essere: Cittadino italiano, Cittadino comunitario, Familiare di cittadino italiano o comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o Cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE.
  • Quadro C domanda REI nucleo familiare: flaggando la casella, si conferma che non ci sono state variazioni del nucleo familiare rispetto alla dichiarazione Isee;
  • Quadro D domanda REI requisiti economici: per avere diritto al REI bisogna rientrare nei limiti REI di reddito ISEE e ISRE, se nel nucleo è presente un componente di età inferiore ai 18 anni, sarà considerato l’ISEE minorenni, senza maggiorenni l'ISEE ordinario e ISEE corrente.
  • Quadro E informazione aggiuntive: per l’accesso ad altre misure: Assegno nucleo familiare per chi ha almeno tre figli minori;
  • Quadro F condizioni necessarie per avere diritto al REI: è solo una presa d’atto del richiedente circa i requisiti elencati nel quadro F.
  • Quadro G: dichiarazione di presa d’atto circa la possibile diminuzione dell’importo in sussistenza di altri trattamenti assistenziali;
  • Quadro H: sottoscrizione della dichiarazione, luogo e data.

 

REI 2018: cos'è e come funziona e nuovi requisiti

1) Che cos'è il REI, Reddito di inclusione e come funziona? Il reddito di inclusione, REI è il sussidio universale contro la povertà che è stato introdotto in Italia al fine di aiutare e sostenere le persone più deboli e disagiate, e quindi, a rischio esclusione sociale.

In pratica la misura è costituita da due benefici:

  • Beneficio economico erogato sulla Carta ReI in base al reddito ISEE e ISRE del richiedente e della famiglia;
  • Progetto personalizzato REI di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa obbligatorio per chi beneficia del REI in quanto necessario al superamento della condizione di povertà. Tale progetto, è redatto in collaborazione con il Comune, Centro per l'Impiego, ASL, scuole, Onlus, ecc.

2) Quali sono i nuovi requisiti REI 2018 dal 1° giugno? I nuovi requisiti reddito di inclusione 2018 a partire dal 1° giugno 2018, sono:

a) Requisiti di reddito complessivo del nucleo familiare:

  • ISEE 2018 non superiore a 6 mila euro;
  • ISRE non superiore a 3 mila euro. l'ISRE è l'indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni)
  • Patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro;
  • Patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a 10 mila euro, 8 mila euro se per due persone e 6 mila se da sola.

b) Requisiti per ciascun componente della famiglia:

  • non percepire la NASpI o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria 
  • non avere autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi prima della domanda a richiesta, ad eccezione per i veicoli agevolati per disabili;
  • non avere imbarcazioni da diporto. 

Si ricorda che il possesso di questi requisiti non dà sempre diritto al REI in quanto l'erogazione di tale sussidio dipende anche dall’eventuale fruizione di altri trattamenti assistenziali, ad esclusione ad esempio l’indennità di accompagnamento.

 

 

 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili