Reddito minimo garantito: cos'è come funziona, requisiti e importo

Reddito minimo garantito cos'è e come funziona, a chi spetta il reddito di cittadinanza e i requisiti richiesti, durata indennità e quanto spetta l'importo

Stampa

Il reddito minimo garantito, quale prestazione economica pagata dallo Stato italiano alle famiglie che si trovano in uno stato di povertà, in Italia è in vigore già dal dicembre dello scorso anno e di recente è stato ancora più potenziato, con l'introduzione di nuovi requisiti "universali" che di fatto hanno portato ad un'estensione della platea dei beneficiari.

Il reddito minimo attualmete in vigore nel nostro Paese si chiama reddito di inclusione ed è stato istituito dal governo Renzi-Gentiloni quale misura necessaria al contrasto della continua e inesorabile perdita di liquidità e potere di acquisto da parte delle famiglie italiane, a seguito della crisi economica e dell'innalzamento delle tasse.

Reddito minimo garantito novità 2019: in base alle ultimissime notizie, dal prossimo anno, per effetto della nuova legge di Bilancio 2019, l'attuale reddito minimo sarà inglobato al reddito di cittadinanza, il sussidio studiato e messo a punto dal movimento 5 stelle, quale sostegno economico e di inclusione, pari a 780 euro netti. 

Vediamo quindi il reddito minimo garantito cos'è e come funziona, a chi spetta e quando, requisiti e importo.

 

Reddito minimo garantito a chi spetta e durata:

Reddito minimo garantito a chi spetta? Il reddito minimo così come dovrebbe essere introdotto dalla Legge di Bilancio 2019 spetta a famiglie e persone da sole con stabile residenza in Italia da minimo 2 anni che rientrano nelle soglie di povertà fissate dall'ISTAT a seconda del numero dei componenti familiari e le differenze territoriali nel costo della vita.

Per cui, reddito di cittadinanza a chi spetta?

  • a chi ha più di 18 anni;
  • a chi risulta essere disoccupato o inoccupato;
  • ha un reddito di lavoro al di sotto della soglia di povertà in Italia, soglia stabilita dall'ISTAT, ossia inferiore a 780 euro netti al mese; 
  • ha una pensione sotto la soglia di povertà (780 euro) ed in questo caso si parlerà di pensione di cittadinanza per i pensionati.

Per definire le soglie di povertà e i limiti di reddito, il reddito minimo garantito utilizza l'ISEE e altri indicatori che dovranno essere messi a punto dal Governo giallo-verde per individuare le differenze tra le offerte di servizi pubblici tra nord e sud.

La durata dell'erogazione del reddito minimo garantito come sostegno economico è mantenuto per tutto il periodo di bisogno della famiglia, ovviamente, a seconda della misura e importo assegnato ai beneficiari. Tale bisogno, pertanto, dovrebbe essere revisionato ogni 6-12 mesi  valutando il persistere dello stato di povertà, partecipazione e impegno alle politiche sociali.

 

Chi paga il reddito minimo? L'INPS:

Chi paga il reddito minimo garantito? Il reddito minimo garantito che ricordiamo è iniziato con il reddito di inclusione che sarà inglobato al reddito di cittadinanza dal 2019, continuerà ad essere erogato attraverso l'INPS.

I cittadini interessati a fare domanda di reddito garantito, dovranno, infatti, presentare il modulo domanda reddito di cittadinanza, quando la misura:

- verrà approvata dalla legge di bilancio in via definitiva;

- i relativi decreti attuativi saranno emanati;

- l'Inps pubblicherà la circolare indicante le modalità di richiesta ed erogazione del reddito garantito che dal 2019, prenderà il nome di reddito di cittadinanza.

Una volta effettuate tutte le verifiche, sarà poi la stessa Inps a pagare gli importi spettanti alle famiglie, tramite bonifico bancario oppure mediante un'apposita carta di reddito di cittadinanza.

 

Reddito minimo garantito: cos'è e come funziona il Reddito di cittadinanza?

Cos'è e cosa significa reddito minimo garantito nel sistema del reddito di cittadinanza?

Il reddito minimo garantito nel sistema reddito di cittadinanza è un sostegno economico per tutte le persone in difficoltà erogato dallo Stato con la finalità di contestare la crescente povertà nel nostro Paese.

Con l'approvazione del maxi-emendamento della Legge di Bilancio 2019, partirà quindi il nuovo reddito di cittadinanza che andrà a sostituire definitivamente l'attuale reddito di inclusione 2018 con nuovi requisiti e condizioni di accesso.

Come funziona il reddito minimo garantito? Il reddito minimo garantito con il reddito di cittadinanza sarà dal 2019, un sostegno economico per le persone in difficoltà e sarà destinato sia alle persone che vivono sole che ai nuclei familiari poveri, basato su specifici criteri e requisiti omogenei a livello nazionale.

In altre parole, il reddito minimo non sarà solo un sussidio economico ma anche un programma di inserimento lavorativo e sociale, in quanto la sua erogazione ed il suio mantenimento nel tempo, sarà condizionato dalla sottoscrizione di un patto di inserimento tra i beneficiari, servizi social, Comune e Centri per l'impiego.

Ciò significa che i beneficiari adulti potranno contare sul nuovo sostegno economico a patto che siano disposti ad impegnarsi e dare prova di cercare un'occupazione per almeno 2 ore al giorno, partecipare ai programmi di qualificazione e riqualificazione professionale, impegnarsi nella cura verso minori e familiari disabili e garantire almeno 8 ore a settimana di lavori socialmente utili per la comunità.

Nel caso di minori, il reddito sarà garantito a patto che vi sia l'impegno genitoriale nel sollecitare la frequentazione della scuola e la prevenzione per la salute minorile. 

Vi ricordiamo che da giugno scorso sono entrati in viogre anche i nuovi requisiti reddito di inclusione.

 

Reddito minimo garantito quanto spetta e requisiti:

Quanto spetta con il reddito minimo garantito? L'ammontare del reddito minimo garantito che lo Stato eroga ora con il REI ma dal 2019 con il reddito di cittadinanza, è un importo erogato sulla base di specifici requisiti.

Tali requisiti reddito minimo garantito, prendono in considerazione il numero dei componenti della famiglia, il patrimonio immobiliare e non, l'iscrizione del beneficiario presso il centro per l'impiego come inoccupato o disoccupato, la frequentazione di programmi di inserimento professionale e sociale, residenza in Italia da almeno 24 mesi ecc.In 

Per quanto riguarda l'importo reddito minimo garantito erogato tramite il reddito di cittadinanza, sarà pari alla differenza tra la misure delle risorse della famiglia e il livello di riferimento.

In pratica reddito di cittadinanza quanto spetta? Ecco gli importi calcolati sommariamente e non definitivi del reddito minimo garantito:

  • 1 persona da sola, in possesso dei requisiti previsti dalla legge, spetterà un importo pari a 780 euro;
  • 2 persone, 1170 euro netti al mese;
  • 2 persone 1 adulto e un figlio under 14: 1014 euro.

Vi ricordiamo che tra i requisiti per accedere dal 2019 al reddito minimo garantito ci sarà quello non superare determinate soglie di reddito familiare calcolato attraverso l'ISEE 2019, che dovrà quindi essere allegato al modulo domanda da presentare all'INPS, per maggiori informazioni leggi anche: reddito di cittadinanza ISEE.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili