Chi ha diritto al REI 2018, chi può richiederlo e a chi spetta importo

Rei 2018 chi può richiederlo e chi ha diritto al reddito di inclusione e quali sono requisiti limite Isee per fare domanda assegno contro povertà famiglie

Stampa

REI, reddito di inclusione sociale 2018 è diventato legge, ma quali sono i requisiti per richiederlo e cosa prevede il famoso DdL povertà e il nuovo Memorandum? 

Come tutti saprete, da pochi giorni il REI, Reddito di inclusione sociale è diventato legge, pertanto, dal 1° gennaio 2018, entrano in vigore anche le nuove regole per la misura universale contro la povertà atta a sostenere il reddito delle famiglie più povere e la loro inclusione sociale anche dal punto di vista lavorativo.

Approvato sia da Camera che da Senato, il Ddl povertà, ha consentito al Governo di istituire un nuovo assegno di povertà universale, equo e certo che andrà a sostituire il SIA, Sostegno per l’Inclusione Attiva attualmente in vigore tramite la Carta SIA, rendendone più ampi i requisiti per accedere al beneficio e aumentandone le risorse.

Grazie alla nuova Legge di Bilancio 2018, è stato aumentato l'importo Carta REI a 534 euro per le famiglie numerose con pù di 5 componenti e sono stati aboliti i requisiti nucleo familiare dal 1° giugno 2018, per cui da tale data tutti possono richiederlo.

Cosa prevede il reddito di inclusione sociale contro la povertà e quali sono i suoi requisiti?

Ecco una guida su chi ha diritto e può richiedere il reddito di inclusione 2018.

 

REI 2018: quanto spetta di importo?

REI 2018 importo: Riguardo a quanto spetta con la nuova misura universale contro la povertà, chiamata reddito di inclusione sociale 2018, dobbiamo dire che gli importi dell'assegno di povertà che spettano alle famiglie beneficiarie, varierano in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e del grado di povertà.

Per cui, quanto spetta con il REI 2018? Spettano i seguenti importi:

  • Famiglia con 1 componente: spetta un importo di 187,5 euro al mese;
  • 2 componenti: 294,38 euro al mese;
  • 3 componenti: 382,5 euro al mese;
  • 4 componenti: 461,25 euro al mese;
  • 5 e più componenti: 534 euro al mese, nuovo importo dal 1° gennaio 2018.

Per sapere come si calcola l'importo reddito di inclusione, leggi la nostra guida al calcolo REI.

 

Chi ha diritto al REI 2018: a chi spetta il reddito di inclusione?

Sulla base delle ultime circolari INPS sul nuovo reddito di inclusione, vediamo quindi chi ha diritto al REI 2018 e quali sono i requisiti per richiederlo.

Il REI richiedibile tramite l'apposita domanda da presentare al Comune, cambio, che dovrebbe avvenire il 1° gennaio 2018, una volta pronti i decreti attuativi del Ddl povertà.

Inoltre, i requisiti per richiedere il reddito di inclusione, devono ancora essere fissati ed approvati dal Ministero del Lavoro e dal MEF, ed appena varati ne daremo subito notizia.

Reddito di inclusione chi può richiederlo? Ecco i requisiti REI:

1) Requisiti familiari ABOLITI dal 1° giugno 2018:

Avere in famiglia almeno:

  • un figlio minorenne;
  • figlio con disabilità (anche maggiorenni);
  • donna in stato di gravidanza;
  • componente disoccupati over 55 anni.

Per maggiori informazioni leggi: Reddito di inclusione 2018 requisiti e nuovo modello di domanda Reddito di inclusione a partire dal 1° giugno 2018.

 

2) Requisiti: Isee ISRE: la famiglia per avere diritto alla carta Rei, deve essere in possesso di almeno 1 dei due seguenti requisiti:

  • soglia Isee reddito di inclusione fino a 6.000 euro
  • soglia ISRE fino a 3.000 euro, per la parte patrimoniale.
  • Patrimonio immobiliare: la soglia è sotto 20mila euro al netto dell'abitazione principale
  • Patrimonio mobiliare: fino a 10mila euro.

 A chi non spetta il REI?

  • chi fruisce della NASpI o di altro trattamento per la disoccupazione;
  • chi nei 2 anni precedenti la domanda ha acquistato un'auto, moto o barche.

Per effetto della nuova Legge di Bilancio 2018, non solo è stato aumentato l'importo Carta REI a 534 euro per le famiglie numerose con pù di 5 componenti ma sono stati anche aboliti i requisiti nucleo familiare, per cui dal 1° giugno 2018, tutti possono richiedere il REI a prescindere dal fatto che siano presenti o meno, donne in gravidanza, minori, disabili o over 55 anni disoccupati.

 

REI 2018 chi può richiederlo?

Il disegno di legge delega contro la povertà, chiamato appunto Ddl povertà che ha ricevuto tempo fa l’approvazione da parte del Senato, ha avuto come obiettivo:

  • l'introdurre un nuovo assegno universale contro la povertà in Italia, atta a garantire una vita e un reddito dignitoso a tutti coloro che essendo in possesso dei requisiti fissati dal decreto attuativo del Ddl povertà, presenteranno al Comune la domanda per ottenere il reddito di inclusione, del cd. bonus povertà 2018.
  • Riordinare e razionalizzare le prestazioni assistenziali contro la povertà, ad esclusione di quelle rivolte ai cittadini che non sono in età lavorativa, le famiglie con disabili, figli o invalidi.
  • Rafforzare il coordinamento dei servizi sociali.

L’obiettivo del Ddl povertà e del ReI è qundi quello di garantire a tutte le famiglie che vivono in povertà, ovvero aventi un reddito ISEE inferiore a 6.000 euro un sostegno economico progressivo in proporzione al grado di povertà e in base al numero dei componenti del nucleo familiare, dando priorità alle famiglie con bambini, con disabilità grave, donne in stato di gravidanza, disoccupati di età superiore a 55 anni.

L’erogazione del Reddito di Inclusione è però subordinata all’adesione di un progetto personalizzato REI di inclusione, ad un periodo minimo di residenza in Italia e al rinnovo del beneficio solo qualora persistano i requisiti di accesso al Rei.

Rei 2018 chi può richiederlo?

Possono presentare modello di domanda REI 2018:

  • i cittadini italiani;
  • i cittadini comunitari: per cui stranieri con cittadinanza in uno dei Paesi UE;
  • i familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente;
  • i cittadini extracomunitari: per cui stranieri e immigrati in possesso del permesso di soggiorno CE;
  • i titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria) residenti in Italia da almeno due anni,

in regola con i requisiti per ottenere la carta REI 2018.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili