Reddito di cittadinanza 2019 requisiti: Isee, domanda e a chi spetta

Reddito di cittadinanza 2019 requisiti Isee, come funziona, a chi spetta, chi ha diritto, come richiederlo, durata, da quando parte e chi potrà riceverlo

Stampa

Reddito di cittadinanza 2019 requisiti e Isee, a chi spetta, come funziona e chi potrà riceverlo da aprile, come ottenerlo e fare domanda: il reddito di cittadinanza quale strumento contro la povertà è una misura istituita in diversi paesi in Europa con l'obiettivo di sostenere, non solo economicamente, le persone che:

hanno perso il lavoro involontariamente;

non hanno un reddito;

- hanno un reddito da lavoro ma ce l'hanno troppo basso per vivere dignitosamente.

 

Con il reddito di cittadinanza 2019 si garantisce ad ogni cittadino una vita dignitosa, politiche per la ricerca attiva di un lavoro, percorsi di qualificazione e riqualificazione professionale, istruzione per i figli, accesso alle cure ed inclusione sociale e persino un supporto psicologico.

Nei paesi europei si parla più prorpriamente di reddito di basereddito minimo garantito mentre in Italia il reddito di cittadinanza 5 stelle vedrà la luce già con la Legge di Bilancio 2019 quale aiuto universale contro la povertà a favore di chiunque sia in età lavorativa ed abbia un reddito al di sotto della soglia di povertà stabilita dall'ISTAT, ovvero, pari a 780 euro oppure sia disoccupato o inoccupato.

Per chi è pensionato, spetta invece la pensione di cittadinanza 2019.

 

Andiamo quidi a vedere nel dettaglio la nostra guida al Reddito di cittadinanza 2019 requisiti, ISEE, a chi spetta da aprile, chi ha diritto, limiti di reddito per richiederlo visto che ormai la presenza di questi due aiuti, è stata ampliamente ufficializzata dall'approvazione del decreto Quota 100 e reddito di cittadinanza, Decreto legge disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni Quota 100.

 

In base al Reddito di cittadinanza Legge di bilancio 2019 e quindi al decreto reddito di cittadinanza 2019, ecco qual è la tempistica per l'avvio delle misure:

  • reddito di cittadinanza da marzo 2019 le domande online e da aprile i pagamenti;
  • pensione di cittadinanza da febbraio - marzo 2019 e non più da gennaio;
  • Quota 100 da aprile 2019 con una clausola di salvaguardia per allungare i tempi da 3 a 6 mesi dell'intervallo tra il pensionamento e l'assegno.

Il decreto reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza arriverà entro gennaio 2019 insieme a quello di Quota 100.

 

Reddito di cittadinanza 2019 ultime notizie:

Reddito di cittadinanza 2019 ultime notizie: In base a quanto previsto dal contratto di governo Lega-M5s e dalla nuova Manovra 2019, da marzo 2019 è prevista l'introduzione in Italia del famoso Reddito di cittadinanza M5s e della famosa riforma dei Centri per l’Impiego che permetterà di formulare le tre proposte di lavoro da sottoporre ai beneficiari e la cui mancata accettazione, in assenza di un motivo giustificativo, causerebbe la revoca e la perdita immediata del sussidio e di tutti i benefici ad esso correlati.

 

Reddito di cittadinanza 2019 ultime notizie:

Arrivati a inizio 2019, e quindi, anche all'entrata in vigore della legge di Bilancio 2019, il reddito di base altrimenti chiamato reddito minimo o reddito di cittadinanza insieme allla pensione di cittadinanza, saranno introdotti dalla nuova Manovra Finanziaria, rispettivamente da aprile e da febbraio 2019 come preannunciato dalla Nota di aggiornamento al Def 2019 e dall'emendamento reddito di cittadinanza in Legge di Bilancio 2019 al Senato.

Insieme al reddito di cittadinanza 2019 ci saranno anche altre importanti misure quali:

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio il reddito di cittadinanza 2019 cos'è e come funziona, i requisiti ISEE, come funziona e chi potrà riceverlo.

 

Reddito di cittadinanza 2019: cos’è?

Che cos'è il Reddito di cittadinanza 2019?

Il reddito di cittadinanza è una nuova misura contro la povertà proposta dal Movimento 5 Stelle che ora fa parte del contratto di governo sottoscritto da Salvini e Di Maio e che il premier Conte ed il ministro all'Economia, Giovanni Tria, devono attuare durante i 5 anni di questa Legislatura.

 

In pratica il reddito di cittadinanza è un sostegno economico che prevede l'erogazione tramite INPS, di un importo massimo di 780 euro, soglia di povertà stabilita dall'ISTAT, per tutti i cittadini che hanno un basso reddito, ed in questo caso spetta un'integrazione, o che non hanno un reddito ed in questi casi spetta la misura intera.

Per ottenere e mantenere l'RdC, il beneficiario e la famiglia deve rispettare regole ben precise che vanno dallo svolgere lavori socialmente utili per il Comune a quello di ricercare attivamente un lavoro per almeno 2 ore al giorno.

 

Vi ricordiamo però che fino all'entrata in vigore del reddito di cittadinanza, i cittadini possono richedere il reddito di inclusione 2019, ossia la misura di sostegno economico riservato alle famiglie e ai cittadini che si trovano in una situazione di grande difficoltà economica e di esclusione sociale, istituita dai precedenti governi.

Anche il mantenimento del REI 2019 è sottoposto a delle regole ben precise che il beneficiario deve seguire e rispettare dal momento in cui sottoscrive il cd. progetto personalizzato REI e si procede all'attivazione di appositi percorsi obbligatori per i beneficiari tra i quali:

  • Mandare i figli a scuola e mantenere una performance scolastica adeguata;
  • Tutelare la salute dei ragazzi e dei bambini;
  • Impegnarsi nella ricerca attiva di un’occupazione, per velocizzare così il reinserimento delle persone disoccupate ed inoccupate all’interno della famiglia;

 Vediamo ora come funziona il reddito di cittadinanza 2019.

 

Reddito di cittadinanza 2019 come funziona e come richiederlo:

Reddito di cittadinanza 2019 come funziona: in base a quanto previsto dalla bozza decreto reddito di cittadinanza 2019 la cui discussione parte in Parlamento da metà gennaio 2019, andiamo a vedere come funziona il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza come funziona:

  • Il reddito di cittadinanza è una misura finalizzata a contrastare la povertà, la disuguaglianza e l’esclusione sociale, a garantire il diritto al lavoro, all’informazione, all’istruzione, alla formazione professionale, alla cultura attraverso politiche finalizzate al sostegno economico e all’inserimento sociale di tutte le persone a rischio emarginazione.
  • Il reddito di cittadinanza è qundi istituito in tutto il Paese con l'obiettivo di contrastare il lavoro nero, il lavoro sotto pagato, il lavoro precario in quanto garantisce al beneficiario, nel caso sia l'unico componente della famiglia, un reddito annuo calcolato secondo l’indicatore ufficiale di povertà monetaria dell’Unione europea, pari ai 6/10 del reddito medio equivalente familiare, quantificato in euro 9.360 annui e in 780 euro netti al mese.
  • Reddito di cittadinanza residenza: tra i requisiti per accedere al beneficio c'è quello della residenza in Italia. Nella bozza di decreto, al fine di superare l'incostituzionalità di "reddito di cittadinanza solo agli italiani" è stabilito che il RdC spetta agli extracomunitari con: residenza in Italia da almeno 10 anni e con permesso di soggiorno Ce lungo soggiornanti.
  • Quanto dura il reddito di cittadinanza? La durata del reddito di cittadinanza è di 18 mesi + 18 mesi, nel senso che allo scadere dei primi 18 mesi, lo Stato verificherà la sussistenza di tutti i requisiti e si vi saranno, sarà garantita l'erogazione del contributo per ulteriori 18 mesi. Stop di un mese tra un rinnovo e l'altro.
  • Reddito di cittadinanza ISEE 2019 e limite di reddito familiare, patrimoniale e immobiliare:
    • Limite reddito familiare: per chi è solo il limite massimo è pari a 6000 euro, mentre per la Pensione di cittadinanza è pari a 7560 euro e a 9.630 euro per il nucleo familiare che abita in una casa in affitto come da DSU ai fini ISEE. Il limite del reddito familiare è parametro in funzione alla Scala di equivalenza e cioè al numero di componenti del nucleo familiare.
    • Limite patrimonio mobiliare: inferiore a 6 mila euro + 2000 per ogni familiare dopo il primo fino ad un massimo di 10.000 euro, incrementati di 1000 euro per ogni figlio dopo il secondo e di 5000 per ogni componente disabile.
    • per chi ha una casa di proprietà, l'importo reddito di cittadinanza scende a circa 500 euro, perché 280 euro andrebbero per il valore di un affitto ipotetico.
    • limite patrimonio immobiliare: 30.000 euro esclusa la prima casa di abitazione.
    • per chi è titolare di un assegno di disoccupazione, l'importo del reddito di cittadinanza, sarà detratto della stessa somma del sussidio.
  • Altre condizioni per avere diritto al reddito di cittadinanza:
    • Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 6 mesi precedenti la domanda;
    • Nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario a qualche titolo o avere piena disponibilità di una auto con cilindrata superiore ai 1600 cc o motociclo superiore ai 250 cc immatricolati nei 2 anni precedenti la domanda, fatta eccezione per i veicoli acquistati in agevolazione fiscale per la disabilità.
    • Nessun componente deve essere intestatario a qualsiasi titolo o non avere piena disponibilità di navi ed imbarcazioni da diporto.
    • chi ha nel nucleo familiare un componente che si è dimesso volontariamente, non ha diritto al beneficio.
  • La carta Rdc, reddito di cittadinanza è la modalità scelta dal governo gialloverde per erogare l'RdC ai cittadini beneficiari. Tale soluzione tecnologica, servirà a tracciare tutti i movimenti e le spese effettuate in quanto non sarà permesso il risparmio, anzi verrà penalizzato e non saranno permesse spese "immorali" ma solo spese di prima necessità. Per pagare l'affitto con bonifico si utilizzerà un'apposita applicazione che si chiama Io.Italia.it.
  • Reddito di cittadinanza come richiederlo: per quanto riguarda le modalità su come richiedere il beneficio è ormai certo che la domanda avverrà online tramite sito ufficiale che sarà a disposizione degli utenti a partire dal mese di marzo. I cittadini interessati dovranno essere compilare online il modulo domanda ma sarà  oi l'Inps, a dover verificare la sussistenza dei requisiti e quindi il diritto ad ottenere il reddito di cttadinanza. Per maggiori infomazioni leggi reddito di cittadinanza domanda online tramite Spid, in seguito saranno utilizzati anche i dati dell'ISEE precompilato 2019.
  • Se viene riconosciuto il Reddito di cittadinanza:
    • in caso di riconoscimento del diritto al reddito di cittadinanza ad un componente del nucleo familiare comporta, per tutti i componenti maggiorenni che costitutiscono lo stesso nucleo, il diritto a ricevere la quota loro spettante previa ottemperanza degli obblighi stabiliti dalla presente legge. 
    • La quota del reddito di cittadinanza per i figli minori a carico spetta al 50% ad entrambi i genitori, fatte salve diverse disposizioni dell’autorità giudiziaria. 
    • Il reddito di cittadinanza non costituisce reddito imponibile e non è pignorabile. 
    • consultare ogni giorno il sito web ufficiale Reddito di cittadinanza che supporta il beneficiario nella ricerca del lavoro e nell'eventuale accettazione di almeno 1 delle 3 offerte di lavoro congrue: la prima, nei primi 6 mesi di fruizione dell'RdC va accettata entro 100 chilometri dal luogo di residenza, nei successivi 6 mesi va accettata entro i 250 chilometri e dopo i 12 mesi, se non si vuole perdere il sussidio, va accettata l’offerta congrua ovunque. Comunque la prima offerta deve essere accettata entro il primo anno.
    • Qualora i beneficiari del Rdc non dovessero venire convocati dai Centri per l’impiego entro 60 giorni dalla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, avranno diritto al cd. assegno di ricollocazione da spendere presso i soggetti ed enti che forniscono servizi di assistenza intensiva alla ricerca di lavoro (centri per l'impiego o agenzie per il lavoro accreditate) dove saranno affiancati da un tutor con il compito di trovare loro un’occupazione. 
  • Reddito di cittadinanza da quando parte: lle ultimissme notizie, il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza partono rispettivamente da marzo le domande e l'erogazione dei pagamenti da aprile 2019 e tra febbraio e marzo 2019.
  • Violazione obblighi e sanzioni Reddito di cittadinanza:
    • Reclusione fino a 6 anni: Chiunque, ai fini del reddito di cittadinanza, fornisca "con dolo dati e notizie non corrispondenti al vero, incluso l'occultamento di redditi e patrimoni a fini Isee o di dichiarazioni fiscali, è punito con la reclusione da 1 a 6 anni, con la revoca del beneficio + recupero di quanto indebitamente percepito, disposti anche in assenza di dolo e non potrà richiedere il sussidio prima di 10 anni.
    • Per la violazione di una delle regole del “Patto di lavoro”: sono previste una serie di sanzioni che vanno dalla sospensione del sussidio per alcuni mesi fino alla revoca dello stesso.
    • Con la carta RdC 2019 possono essere prelevate solo 100 euro in contanti se si è single e fino a 210 euro per le famiglie più numerose. Inoltre non è possibile utilizzare i soldi per le spese per gioco d'azzardo, pena la revoca del beneficio.
  • Reddito di cittadinanza e incentivi alle imprese: il decreto reddito di cittadinanza prevede anche una serie di incentivi per le imprese che assumano i beneficiari del Rdc in caso di:
    • contratto a tempo indeterminato: se l'azienda non licenzia il lavoratore per almeno 2 anni è previsto uno sgravio contributivo pari a:

      alla differenza tra 18 mesi di RdC meno le mensilità già fruite;

      alla differenza tra 19 mesi di RdC meno le mensilità già fruite se donne e soggetti svantaggiati.

      Tale importo non può comunque essere inferiore a 5 mensilità e a 6 per donne e soggetti svantaggiati.

    • se l'assunzione avviene tramite un'agenzia privata accreditata: l'importo del bonus viene diviso a metà fra azienda e agenzia. 
    • se il beneficiario del RdC avvia un'attività in proprio nei primi 12 mesi di fruizione dello stesso, continuerà a incassare il reddito di cittadinanza per altri 6 mesi.
  • Infine il provvedimento introduce una clausola di salvaguardia: se le domande fossero troppe e, di conseguenza, la spesa prevista eccedesse lo stanziamento a disposizione (6,1 miliardi nel 2019, 7,7 nel 2020, 8 nel 2021 e 7,8 dal 2022) il governo procederà alla “rimodulazione dell’ammontare del beneficio”, cioè ridurrebbe il tetto di 780 euro. Spetterà all’Inps monitorare le previsioni di spesa in base alle domande accolte e avvertire immediatamente il governo qualora le previsioni superassero il 90% dell’importo stanziato.

 

Reddito di cittadinanza requisiti: a chi spetta e chi ha diritto?

Reddito di cittadinanza a chi spetta dal 2019:

Secondo le informazioni avute fino adesso andiamo a vedere reddito di cittadinanza chi ha diritto a ricevero:

  • tutti i soggetti che hanno compiuto 18 anni di età e che risiedono in Italia e che appartengono a una delle seguenti categorie: 
  • sono in possesso della cittadinanza italiana. In base alle ultimissime notizie, Luigi Di Maio ha confermato che il reddito minimo sarà garantito solo agli italiani. Pertanto al fine di superare la possibile incostituzionalità della scelta, si è provveduto ad inserire tra i requisiti la residenza in Italia da almeno 10 anni.

Il reddito di cittadinanza non spetta invece:

  • a tutti i soggetti che si trovano in stato detentivo per tutta la durata della pena.
  • a coloro che sono in possesso di cittadinanza di Paesi facenti parte dell’Unione europea e che non possono vantare, secondo le ultimissime notizie, 10 anni di residenza in Italia ed hanno precedenti penali.
  • sono in possesso di cittadinanza di Paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale e non risiedono nel nostra Paese da almeno 10 anni.
  • chi ha comprato un'auto di recente, immatricolata 6 mesi prima della domanda, o di grossa cilindrata (sopra i 1600 cc), moto sopra i 250 cc e barche, non ha dirtto al contributo se acquistate 2 anni prima della domanda.
  • hanno un reddito Isee superiore ai limiti previsti dalla legge;
  • ha un patrimonio mobiliare o immobiliare superiore ai limiti consentiti.

 

Reddito di cittadinanza 2019 requisiti e ISEE:

Reddito di cittadinanza requisiti e ISEE 2019:

Per vedersi riconosciuto il reddito di cittadinanza occorrono le seguenti condizioni:

  • Aver compiuto 18 anni di età;
  • Essere disoccupati o inoccupati;
  • Avere residenza in Italia da almeno 10 anni e non avere precedenti penali;
  • Avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà in Italia, stabilita dall’ISTAT;
  • Reddito di cittadinanza requisiti ISEE 2019: avere un reddito Isee al di sotto di una certa soglia.
  • Percepire una pensione inferiore alla soglia di povertà, in questo caso si parla di pensione di cittadinanza.
  • Per chi ha compiuto 18 anni e fino al compimento dei 25 anni di età: per ottenere il reddito di cittadinanza, occorre essere in possesso di:
    • qualifica o diploma professionale riconosciuto e utilizzabile a livello nazionale e dell’Unione europea, compreso nel repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali;
    • di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado utile per l’inserimento nel mondo del lavoro;
    • frequenza di un corso o percorso di istruzione o di formazione per il conseguimento di uno dei predetti titoli o qualifiche. 

 Sei un pensionato? Allora forse ti interessa anche pensione di cittadinanza 2019 requisiti Isee e a chi spetta.

 

Reddito di cittadinanza prima e seconda casa: quanto spetta?

Reddito di cittadinanza 2019 come funziona in caso di prima e seconda casa?

In base alle ultime notizie arrivate dal ministero del Lavoro con la redazione di un documento di 7 pagine riguardante l'avvio della riforma dei centri per l’impiego da fare di concerto con le Regioni, il reddito di cittadinanza spetta anche chi:

  • è proprietario di prima casa: in questo caso l'importo del reddito di cittadinanza è in base a:
    • ISEE;
    • valore patrimoniale del conto corrente, depositi, carte prepagate;
    • proprietà dell’abitazione principale: l'importo del reddito di cittadinanza spettante è dimunuito della quota equivalente a un affitto imputato cioè 280 euro al mese;
  • è proprietario di seconda casa: in questo caso il patrimonio immobiliare non deve superare i 30.000 euro.

 

Reddito di cittadinanza come averlo e mantenerlo: regole

Reddito di citttadinanza come averlo: per richiedere il contributo, il soggetto interessato dovrà presentare la domanda reddito di cittadinanza online e attendere le verifiche da parte dell'INPS.

Quali sono gli obblighi e le regole per chi beneficia del reddito di cittadinanza?

Qualora la domanda abbia esito positivo, il befeficiario RdC, al fine di mantenere il reddito di cittadinanza, dovrà:

  • Se disoccupati: iscriversi al Centro per l’impiego;
  • Destinare almeno 8 ore settimanali alla comunità per progetti e lavori socialmente utili;
  • Frequentare corsi di qualificazione o riqualificazione professionale;
  • Comunicare all'INPS qualsiasi variazione di reddito;
  • Accettare obbligatoriamente una delle prime 3 offerte di lavoro pervenute:
    • la prima, nei primi 6 mesi di fruizione dell'RdC va accettata entro 100 chilometri dal luogo di residenza;
    • nei successivi 12 a 18 mesi va accettata entro i 250 chilometri;
    • dopo i 18 mesi, se non si vuole perdere il sussidio, va accettata l’offerta congrua ovunque.
  • Dedicare alla ricerca di un lavoro, almeno 2 ore al giorno;
  • Non recedere da un contratto senza giusta causa 2 volte in un anno.

 

Tabella importi reddito di cittadinanza 2019: quanto spetta?

Reddito di cittadinanza 2019 quanto spetta? Ai cittadini beneficiari spettano i seguenti importi:

  • Una persona da sola senza reddito: spettano 500 euro al mese nette al mese + 280 euro di integrazione in caso viva in affitto;
  • Famiglia composta da 2 genitori + 1 figlio maggiorenne + 2 figli minorenni: spettano 1.320 euro al mese nette al mese + 280 euro di integrazione se in affitto.

In pratica il reddito di base che spetta è pari a 500 euro + un'integrazione di:

  • 280 euro per chi è in affitto;
  • 150 euro per chi paga il mutuo.

Per leggere la tabella con tutti gli importi, legggi: Tabella importi reddito di cittadinanza 2019.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?