Bollo auto non pagato per 3 anni consecutivi? Radiazione d'ufficio PRA

Cancellazione d'ufficio dal PRA 2018 se Bollo auto non è pagato per 3 anni consecutivi cos'è funziona procedura di radiazione Regioni Lazio Lombardia Puglia

Stampa

La radiazione al PRA per cancellazione d’ufficio del veicolo può avvenire se il bollo auto non viene pagato per 3 anni consecutivi.

In questi casi, la Regione destinataria della tassa, può decidere di notificare al proprietario dell’auto o del veicolo, la richiesta di pagamento di quanto dovuto e se a 30 giorni dalla notifica, questi non provvede al versamento dei bolli arretrati, l’auto può essere cancellata dal PRA e non può più circolare. 

A seguito di ciò, la Polizia, provvede poi a ritirare d’ufficio le Targhe e la Carta di Circolazione.

Vediamo quindi cos’è e come funziona la radiazione PRA 2018 per bollo non pagato da più di 3 anni, cosa succede se dopo la notifica della richiesta dei bolli arretrati non si procede al pagamento di quanto richiesto dalla Regione.

 

Radiazione auto dal PRA 2018: cos’è, come funziona e quando avviene?

Che cos’è la radiazione dell'auto dal PRA 2018? E’ la cancellazione di un’auto, o in generale di un veicolo, dagli archivi del Pubblico Registro Automobilistico che fa scattare l’esonero da parte del proprietario del veicolo di pagare il bollo auto.

Quando un veicolo è cancellato dal PRA? Un’auto per esempio, può essere cancellata dagli archivi se ne viene effettuata la Demolizione, l’Esportazione all’estero 

o la Cancellazione d’ufficio.

Radiazione auto dal PRA come funziona?

1) Cancellazione dal PRA per rottamazione dell'auto:

Se l’auto è demolita e di conseguenza i suoi rottami sono destinati alla rottamazione auto, il Centro di demolizione autorizzato o il concessionario, deve provvedere alla cancellazione del veicolo dal PRA consegnando al proprietario il Certificato di Rottamazione auto dal quale deve risultare la data e l’orario di presa in carico del veicolo e l’impegno a provvedere alla pratica di cancellazione dal PRA. Tale certificato solleva il proprietario del veicolo da ogni altra responsabilità civile, penale e amministrativa il proprietario del veicolo.

2) Radiazione dal PRA per veicolo esportato all'estero:

Se l'auto è esportata all'estero: occorre richiedere la radiazione al PRA mediante lo STA, Sportello Telematico dell’Automobilista i cui uffici sono presenti sia presso la Motorizzazione Civile che presso gli uffici provinciali del PRA, oppure, lo STA privato delle agenzie di pratiche auto, i quali però si deve corrispondere la commissione.

Agli STA pubblici o privati, vanno consegnate le Targhe, la Carta di Circolazione, il Certificato di Proprietà e una dichiarazione sostitutiva attestante tra le altre cose, anche il Paese di destinazione dell'auto. Al momento della consegna, lo STA rilascia subito al proprietario il Certificato di Radiazione mentre se il paese di destinazione fa parte della Comunità Europea, la carta di circolazione viene annullata tramite il cd. Tagliando di Annullamento.

3) Radiazione per cancellazione d’ufficio:

Se il bollo auto non viene pagato per tre anni consecutivi, la Regione destinataria del tributo omesso, può far notificare al proprietario la richiesta di pagamento. Se questi poi, non provvede a mettersi in regola con i bolli arretrati, il veicolo può essere cancellato d’ufficio dagli archivi del PRA e la Polizia provvede al ritiro d’ufficio delle Targhe e della Carta di Circolazione.

 

Radiazione d'ufficio PRA 2018 bollo auto non pagato:

Dopo anni e anni, il fisco italiano rispolvera la radiazione d’ufficio dal PRA per i veicoli sui quali il bollo auto non è stato pagato per almeno tre anni consecutivi. 

Il procedimento che è previsto dal Codice della Strada, è stato già attivato in diverse regioni: Lazio, Lombardia e Puglia, arrivando a coinvolgere oltre 420 mila veicoli. nel Lazio per esempio l’anno medio di immatricolazione dei veicoli da radiare è il 1994.

L’obiettivo della radiazione d’ufficio non è il recupero bolli non pagati ma ripulire gli archivi del PRA contenenti ancora veicoli non più circolanti, venduti o esportati. 

La cancellazione dal PRA per il mancato pagamento di 3 bolli auto consecutivi, come dicevamo è sancito dall’articolo 96 del Codice della Strada e prevede la possibilità, ferme restando le procedure di recupero delle somme non pagate tramite avvisi bonari e cartelle di pagamento, la possibilità per l’ACI di notificare al proprietario del veicolo, la richiesta di pagamento dei bolli arretrati.

Se poi entro 30 giorni dalla ricezione della notifica, il proprietario dei veicolo, non procede al pagamento dei bolli, l’ACI può chiedere la cancellazione d’ufficio del veicolo dagli archivi del PRA dandone comunicazione alla Motorizzazione al fine di ritirare d’ufficio le targhe e la carta di circolazione per mano della Polizia, secondo le modalità stabilite dal decreto del MEF di concerto con il Ministero dei Trasporti.

 

Bollo auto non pagato per 3 anni consecutivi: cosa succede?

Cosa succede se il Bollo auto non viene pagato per 3 anni?

Il bollo auto non pagato per 3 anni consecutivi, la Regione destinataria del tributo, tramite l’ACI, può attivare la procedura di cancellazione dell’auto dal PRA.

Per farlo, invia una comunicazione formale tramite raccomandata con la quale intima al proprietario dell’auto o del veicolo di effettuare il pagamento dei bolli auto arretrati entro 30 giorni dalla notifica.

Trascorsi 30 giorni, se il versamento non viene effettuato, il veicolo è cancellato radiato dal PRA.

 

Cosa fare se si riceve la raccomandata della cancellazione al PRA?

Se non hai pagato il bollo autoveicoli per tre anni consecutivi e ti è arrivata la raccomandata da parte della Regione con la notifica della cancellazione dal PRA del tuo veicolo se non paghi entro 30 giorni i bolli auto arretrati, ecco cosa devi fare:

1) dimostrare che hai pagato almeno 1 bollo auto tra quelli indicati nella notifica;

2) dimostrare che fruisci dell'esenzione dal pagamento del bollo auto perché l'hai venduta, rottamata o ti è stata rubata;

3) Pagare i bolli auto arretrati.

4) Non procedere al pagamento, e far cancellare d'ufficio il veicolo dal PRA e restituire le targhe ed il libretto di circolazione.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili