Quota 100 ultimissime: come funziona calcolo pensione anticipata 2019

Quota 100 ultimissime cos'è, come funziona e significato, nuovi requisiti 2019 per accedere alla pensione anticipata, cosa cambia e calcolo pensioni

Stampa

Pensioni ultime notizie: Quota 100 cos'è e come funziona la nuova misura a cui il nuovo Governo Conte con i neo ministri, Luigi di Maio e Matteo Salvini, stanno lavorando per superare la Legge Fornero?

Quota 100 ultimissime: in base alle ultime novità arrivate ieri sera dall'intervista di Matteo Salvini a Porta a Porta circa il tema delle pensioni 2019, il vicepresidente nonché ministro dell'Interno, ha detto che le pensioni Quota 100 potrebbero partire da un'età minima di 62 anni, perché secondo lui, 64 anni sono davvero troppi per andare in pensione anticipata dal 2019.

Per quanto riguarda le coperture Quota 100 a 62 dal 2019 queste arriverebbero dai 20 miliardi della pace fiscale.

Da queste parole appare quindi evidente che le pensioni Quota 100 sarà una delle misure inserite nella Legge di Bilancio 2019 come confermato dal neo Ministro dello Sviluppo e del Lavoro e nonché vice presidente del Consiglio, Di Maio.

La quota 100 pensioni 2019 ci sarà al fine di limitare il perpetrarsi dei danni causati della passata riforma sulle pensioni che ha portato non certo pochi problemi ai lavoratori che hanno lasciato il lavoro in anticipo a favore del pensionamento o che si stanno accingendo ad andare in pensione.

Alla luce di questa importante novità andiamo quindi a vedere cos'è Quota 100 pensioni e come funziona, che significa, quali sono i nuovi requisiti di età, 64 anni, e Quota 100 come si calcola per la pensione anticipata.

 

Quota 100 ultimissime: Quota 100 in Legge di Bilancio 2019

  • Pensioni ultime notizie Quota 100: sulla base delle ultimissime novità sulla ormai nota Quota 100 quale somma tra età e contributi versati per andare in pensione che il governo Lega-M5S vorrebbe introdurre dal 1° gennaio prossimo con la riforma pensioni 2019, ci potrebbe essere l'inserimento di alcune clausole speciali al fine di limitarne i costi e l'adesione in massa alla pensione anticipata. 
  • Nella fattispecie dovrebbe essere inserito nella Quota 100 il requisito di età a 64 anni quale limite di età minima per andare in pensione in anticipo, ciò significa che dovebbe essere quindi negato l'accesso a chi a fronte di un'età più giovane può vantare più alti contributi, come ad esempio chi ha 63 anni di età ed ha versato 37 anni di contributi. E' comunque sicuro l'inserimento della Quota 100 nella Legge di Bilancio 2019. In base alle ultissime novità però potrebbe esserci un cambio di rotta, Salvini, infatti a Porta a Porta, ha parlato di una Quota 100 a 62 anni dal 2019.
  • Pensioni quota 100 e superbonus: una delle ultime novità in tema di pensioni 2019 riguarda l'ipotesi di introdurre un altro paletto alla Quota 100 al fine di limitarne sempre l'accesso, un super bonus per i lavoratori che decidono di rinunciare alla pensione rimanendo nel mondo del lavoro. A questi lavoratori sarebbe riconosciuto un bonus del 33% in più sullo stipendio. Su questo superbonus il governo Conte si è spaccato più volte per cui rimane al momento solo come un'idea lanciata così per caso.

  • Quota 41 e Quota 42 ultimissime: sul fronte delle pensioni Quota 41 invece il discorso sembrerebbe essere quasi sfumato anche se la partenza di questa nuova misura stando alle ultime notizie doveva essere per il 2020 più realistica invece al momento l'idea della Quota 42, ossia accesso alla pensione anticipata per chi ha versato 42 anni di contributi a prescindere dai requisiti di età. 
  • Quattordicesima pensioni 2018 anche a settembre: per 48.000 pensionati la fatidica 14esima arriverà non a luglio come successo già a 3,2 milioni di pensionati ma con l'assegno della pensione di settembre. L'accredito a settembre, infatti, si è reso necessario a seguito dell'elaborazione da parte dell'INPS dei dati sui redditi pervenuti in ritardo rispetto alle scadenze. Per maggori informazioni leggi anche quattordicesima pensionati.

Per maggiori approfondimenti leggi anche: riforma pensioni ultime notizie Legge di Bilancio 2019 e pensione di cittadinanza 2019.

 

Quota 100 cos'è?

Quota 100 cos'è?

La Quota 100 pensioni è una misura economica fiscale prevista dalla versione definitiva del contratto di governo M5S-Lega e che consente ai lavoratori di uscire dal mondo del lavoro in anticipo rispetto ai requisiti richiesti nel 2019 dalla legge Fornero.

La Quota 100 pensioni, insieme alla pensione di cittadinanza con l'aumento degli assegni sociali e le pensioni minime e alla Quota 41, saranno le prime misure da cui partirà il lavoro del nuovo Governo Conte ed in particolare del neo ministro del Lavoro e del Mise, Luigi Di Maio di concerto con Matteo Salvini capo del Vimininale, tant’è che in una delle ultime dirette Facebook, Di Maio, a proposito di pensioni ha detto "supereremo la Legge Fornero con la quota 100”.

Ma esattamente la Quota 100 che significa? Quota 100 significa riconoscere la possibilità ai lavoratori di uscire prima dal mondo del lavoro, quando la somma tra contributi versati ed età anagrafica fa appunto 100.

Ad esempio se un lavoratore ha versato 36 anni di contributi può lasciare il lavoro all’età di 64 anni prima cioè, dei 67 anni richiesti nel 2019 dalla legge Fornero per lasciare il lavoro, se invece passerà Quota 100 con 62 anni di età, come auspicato da Salvini, allora serviranno almeno 38 anni di contributi versati.

Spiegato quindi cos'è Quota 100 ed il suo significato, andiamo a vedere Pensioni Quota 100 come funziona e come si calcola.

 

Quota 100 come funziona?

Quota 100 come funziona? La Quota 100 funziona così:

  • nel contratto di governo M5S-Lega, la Quota 100, è la misura attraverso la quale s'intendono superare i paletti della Legge Fornero circa i requisiti di età e contributi versati.
  • la quota 100 insieme alla pensione di cittadinanza con l'aumento degli assegni sociali e le pensioni minime saranno i punti cardini della prossima riforma pensioni 2019.
  • la Quota 100 è la somma tra l’età pensionabile del lavoratore e gli anni di contributi versati dal lavoratore nell'arco della sua vita. Non si tratta quindi di una novità 2019 in quanto, ancora prima che entrasse in vigore la legge Fornero, era possibile ottenere la pensione di anzianità, che ora è stata abolita e sostituita dalla pensione anticipata, attraverso le cd. quote.
  • quota 100 è una misura quindi volta ad avvantaggiare i lavoratori che nel corso degli anni hanno versato moltissimi anni di contributi previdenziali perché potranno sicuramente andare in pensione prima di quanto prevede la legge Fornero nel 2019.
  • quota 100 significa che se un lavoratore ha versato 36 anni di contributi può lasciare il lavoro all’età di 64 anni prima cioè, dei 67 anni richiesti nel 2019 dalla legge Fornero per lasciare il lavoro.
  • altro esempio Quota 100: nel 2019, con l'attuale Legge Fornero:
    • la pensione di vecchiaia si perfezionerebbe al raggiungimento di determinati requisiti a partire dall'età pensionabile che per nel 2019, richiede 67 anni sia per le donne che per gli uomini con un minimo di contributi pari a 20 anni.
    • per la pensione anticipata dal 2019, servirebbero invece 43 anni e 3 mesi di contributi versati e dal 2021, 43 anni e 6 mesi.
    • con la pensione Quota 100 dal 2019 al posto della Fornero: si potrebbe lasciare in anticipo il lavoro all'età di 64 anni.

Andiamo ora a vedere quali potrebbero essere i nuovi requisiti Quota 100 dal 2019 e calcolo Quota 100.

 

Quota 100 pensioni 2019: requisiti età e contributi

Quota 100 requisiti dal 2019: quali sono i nuovi requisiti di accesso alla pensione anticipata quota 100 proposta dai neo ministri Di Maio e Salvini?

In base a quanto si sa fino adesso, la volontà del governo Conte con la riforma pensioni 2019 è di introdurre subito la famosa quota 100 per l’accesso alla pensione, attraverso un nuovo mix di requisiti tra età anagrafica minima di 64 anni e il conseguente numero di anni di contributi fino al raggiungimento della fatidica quota 100.

Pensione anticipata Quota 100 nuovi requisiti: quali potrebbero essere dunque i nuovi requisiti quota 100? Potrebbero essere:

Quota 100 pensioni età minima e n° di contributi minimi
 Quota 100:con 64 anni di età e 36 anni di contributi;
 Quota 100:con 62 anni di età e 38 anni di contributi;
 Quota 100:con 66 anni di età e 34 anni di contributi*.

 

In pratica significa che i nuovi requisiti Quota 100 potrebbero essere i seguenti:

  • Quota 100 con 62 anni di età e 38 anni di contributi;
  • Quota 100 con 64 anni di età e 36 anni di contributi;
  • Quota 100 con 65 anni di età e 35 anni di contributi;
  • Quota 100 con 66 anni di età e 34 anni di contributi, *senza applicazione del minimo di versamento contributivo a 35 anni.

Rispetto quindi agli attuali requisiti di accesso alla pensione anticipata nel 2018 con almeno 43 anni di contributi e ai 43 anni e 3 mesi nel 2019 fino ad arrivare ai 43 anni e 6 mesi dal 2021 in poi, la Quota 100 pensioni Governo M5S-Lega, consente una importantissima riduzione dei requisiti di età, bsati pensare che dal 2019, l'accesso alla pensione anticipata potrebbe essere garantita con 35 anni di contributi e a 64 anni di età, per cui chi ha iniziato a lavorare ad esempio nel 1984 all'età di 29 anni, un'età questa fortemente in linea con i tempi attuali circa l'entrata nel mondo del lavoro da parte dei giovani.

 

Pensioni, Quota 100 come si calcola? Simulazione calcolo pensione 100:

Quota 100 come si calcola? Il calcolo quota 100 si fa così:

La quota 100 è il risultato della somma tra l'età pensionabile del lavoratore e gli anni di contributi che lui ha versati nel corso dell'intera vita lavorativa.

Per cui se ad esempio nel 2019 ho 64 anni, posso andare in pensione in anticipo se la somma con i miei contributi versati fa 100, per cui 64 (anni) + 36 (anni di contribuzione versata= = 100.

Nel 2019, invece per accedere alla pensione anticipata servono 43 anni e 3 mesi di contributi per gli uomini e 42 anni e 3 mesi per le donne, una bella riduzione per tutti i lavoratori che giustamente vogliono lasciare il mondo del lavoro dopo aver lavorato e versato, una vita di contributi.

La quota 100 è conveniente, pertanto, a tutti coloro che, pur avendo meno di 41 anni di contributi, possono andare comunque in pensione con l’età anagrafica raggiungendo, arrivando appunto a quota 100.

Nei prossimi giorni, non appena avremmo delle notizie più approfondite ed ufficiali, proveremo ad effettuare una simulazione calcolo pensione quota 100, in modo da far capire meglio cosa significa, cos'è e come funziona e come si calcola la Quota 100.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili