Proroga rottamazione cartelle Equitalia domanda entro 21 aprile

Proroga rottamazione cartelle, nuova scadenza domanda condono Equitalia entro il 21 aprile invio richieste modello Da1 adesione definizione agevolata

Stampa

Proroga rottamazione cartelle Equitalia: con un emendamento ad hoc al Dl terremoto è stato deciso lo slittamento dei termini per le domande di condono Equitalia dal 31 marzo al 21 aprile.

Al fine di consentire l'accesso alla definizione agevolata dei debiti al maggior numero di persone possibile, ne sono state infatti presentate oltre 440.000, slitta al prossimo 21 aprile la scadenza per l'invio della domanda rottamazione cartelle.

Con lo stesso provvedimento, è stata concessa ad Equitalia la proroga fino al 15 giugno per rispondere ai contribuenti con l'invio della lettera con gli importi condonati dovuti, ricalcolati in base alle regole della definizione agevolata.

 

Proroga rottamazione cartelle Equitalia:

La proroga rottamazione cartelle Equitalia, è arrivata con l'approvazione del Dl Sisma. Un emendamento ha infatti prorogato i termini per inviare la domanda rottamazione cartelle Equitalia, altrimenti conosciuta con il nome di condono Equitalia o Sanatoria cartelle Equitalia.

Firmato il decreto ed ufficializzata la proroga, i contribuenti, hanno potuto continuare a presentare la domanda di condono fino al 21 aprile.

Con lo stesso provvedimento, concessa ad Equitalia la proroga fino al 15 giugno per rispondere ai contribuenti con l'invio della lettera con gli importi condonati ricalcolati in base alle regole della definizione agevolata, da pagare in un'unica soluzione o a rate.

Per i contribuenti residenti nei comuni colpiti dal sisma del Centro Italia, tutte le scadenze della rottamazione, comprese quelle ora prorogate, slittano di un anno.

Per quanto riguarda, invece, il numero dei comuni interessati dal condono questi vengono aumentati da un emendamento del governo, in particolare, i nuovi municipi sono ubicati tutti in Abruzzo: 3 in provincia de L'Aquila, uno in provincia di Pescara, 5 in provincia di Teramo.

A concludere, i chiarimenti circa l'applicabilità della rottamazione cartelle anche ai debiti delle casse di previdenza per le cartelle contributi omessi, vedi a tale proposito condono cartelle Inps.

 

Proroga domanda rottamazione cartelle Equitalia al 21 aprile:

Come abbiamo già detto, fra pochissimi giorni arriverà l'ufficializzazione della proroga domande rottamazione cartelle Equitalia al 21 aprile con un emendamento ad hoc, inserito all'interno del Dl terremoto.

Sulla base di queste novità, i contribuenti, pertanto, possono continuare ad inviare le domande secondo le istruzioni Equitalia, entro e non oltre la nuova scadenza 21 aprile e non più entro il 31 marzo.

 

Domanda rottamazione cartelle: come si fa?

I contribuenti che hanno ricevuto la notifica di una o più cartelle di pagamento esattoriali emesse da Equitalia o da altro Agente della riscossione, nel periodo tra il 1° gennaio 2000 ed il 31 dicembre 2016, possono presentare istanza per la definizione agevolata dei debiti notificati ma non pagati, accedendo così di fatto al condono di interessi di mora e sanzioni, fatta eccezione per le sanzioni relative alle multe.

Vediamo ora come si fa la domanda rottamazione cartelle, il modulo da usare, a chi inviarlo ed entro quando.

Con le novità introdotte con la Legge di Bilancio 2018, è stata confermata la rottamazione bis 2018 cartelle Equitalia per le cartelle di pagamento notificate tra il 2000 ed il 30 settembre 2017.

 

Rottamazione cartelle: modulo domanda condono Equitalia

Il modulo domanda rottamazione cartelle, può essere scaricato online gratis dal sito di Equitalia oppure dal nostro sito Guidafisco.it tramite il seguente indirizzo: Domanda rottamazione cartelle modulo da-2017.

Il modulo domanda debitamente compilato in tutte le sue parti, deve essere presentato entro la scadenza del 21 aprile 2017, direttamente allo sportello o online:

  • direttamente, presso gli Sportelli dell’Agente della riscossione;
  • online, tramite casella e-mail/PEC della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento + documento d'identità.

Una volta inviata la domanda, Equitalia, avrà tempo fino al 15 giugno 2017 per comunicare a chi ha presentato l'istanza, la somma ricalcolata secondo il condono.

 

Come si paga l'importo cartelle Equitalia condonate?

Il contribuente, in sede di compilazione della domanda di rottamazione cartelle Equitalia deve indicare nel modulo anche la modalità di pagamento attraverso la quale s'intende pagare l'importo delle cartelle condonate.

Come si paga la cartella condonata? I contribuenti possono scegliere se pagare l'importo, tramite:

rateizzazione importo condonato: con un massimo di 5 rate con interessi, di cui Il 70% dell'importo dovuto da versare entro il 31 dicembre 2017 ed il restante 30% con l’ultima e quinta rata, entro il 30 settembre 2018. 

in un'unica soluzione, tramite con:

  • Bollettini precompilati;
  • Domiciliazione bancaria, sul conto della banca;
  • Pagamento diretto agli sportelli del concessionario della riscossione.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?