Pensioni Forze dell'Ordine: requisiti polizia, militari e carabinieri

Pensione Forze Armate 2018 Polizia Militari Carabinieri Ordine Vigili del Fuoco Esercito Guardia di Finanza requisiti età contributi e pensione anticipata

Stampa

Pensioni Forze dell’Ordine 2018 requisiti età e contributi che servono nel 2018 per raggiungere il pensionamento?

Quali sono le finestre mobili per le Forze Armate, Polizia Militari, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Esercito, Guardia di Finanza per andare in pensione?

Quali sono le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018 circa la pensione anticipata, Ape Social e le nuove misure riservate al comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico?

Vediamo in dettaglio cos'è e come funziona la pensione Forze Armate, i requisiti pensioni, età e contributi, cosa cambia nel 2018 e la pensione anticipata.

 

Pensioni Forze dell'Ordine 2018: requisiti e finestre mobili

Per le pensioni del personale appartenete alle Forze dell'Ordine sono previste delle novità? E se si, quali?

Riguardo alle pensioni Forze dell'Ordine 2018, per chi perfeziona i requisiti per il pensionamento tra il 1° gennaio 2016 e il 31 dicembre 2018, i requisiti non sono cambiati.

Gli appartenenti al comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico, possono quindi andare in pensione al raggiungimento dei seguenti requisiti di età e contributi:

Pensione di vecchiaia 2018: l'età pensionabile varia a seconda della funzione e del grado ricoperto dal lavoratore insieme al requisito contributivo previsto: 20 anni di contributi versati. Ad esempio per i Carabinieri, la pensione di vecchiaia si raggiunge a 60 anni per le qualifiche inferiori e a 63 anni e 7 mesi per i gradi superiori. A tali dati va tuttavia aggiunto un anno per applicazione della finestra mobile di 12 mesi.

Per la pensione di anzianità Forze dell'Ordine 2018:

  • requisiti età: 57 anni e 7 mesi;
  • requisiti contributi: 35 anni di contribuzione versata.

Finestre mobili pensione 2018:

  • 12 mesi;
  • 15 mesi.

Vediamo ora nello specifico i requisiti per la pensione di vecchiaia e anzianità Forze dell'Ordine per il personale appartenente al corpo dei Carabinieri, Polizia di Stato/Penitenziaria, Guardia di Finanza, Esercito, Marina e Vigili del Fuoco e le novità introdotte dalla Legge di Bilancio per i dipendenti del comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico.

Vedi anche: bonus 80 euro 2018 forze ordine militari polizia e le novità in arrivo con la riforma pensioni 2019 all'interno della nuova Legge di bilancio 2019 pensioni.

 

Pensioni Forze Armate 2018: requisiti pensione di vecchiaia

Nel 2018 niente cambia per le pensioni Forze Armate, per cui i requisiti pensione di vecchiaia rimangono tali e quali.

La pensione di vecchiaia, infatti, si perfeziona quando si raggiunge l'età massima di permanenza in servizio che ricordiamo essere diversa a seconda della qualifica e del grado del personale.

In generale, l’età massima di permanenza varia dai 60 ai 65 anni mentre il requisito contributivo minimo è di 20 anni di contributi versati.

Pensione di vecchiaia Forze Armate 2018 Requisiti età: il personale appartenente alle Forze Armate, dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2018, servono i seguenti requisiti angrafici per andare in pensione di vecchiaia:

Generale di Corpo D’armata: 63 anni e 7 mesi;

Generale di Divisione: 61 anni e 7 mesi;

Generale di Brigata: 60 anni e 7 mesi;

Colonnelli, Ufficiali (fino a tenenti colonnelli), marescialli/sergenti, truppa: 60 anni e 7 mesi.

Pensione di vecchiaia Vigili del Fuoco e Corpo Forestale requisiti età 2018:

  • Dirigente generale, superiore e primo dirigente, vice questore aggiunto - commissario: per andare in pensione servono 65 anni e 7 mesi;
  • Ispettore, sovrintendente, caporeparto e agenti/vigili: età pensionabile è a 60 anni e 7 mesi.

Pensione di vecchiaia Polizia, Polizia Penitenziaria e Guardia di Finanza 2018:

  • Dirigente Generale: 65 anni e 7 mesi;
  • Dirigente Superiore: 63 anni e 7 mesi;

Colonnello/Primo dirigente, ufficiale - Vice Questore aggiunto - commissario - ispettore - sovrintendente/caporeparto - maresciallo/sergente - agente: 60 anni e 7 mesi.

Forse ti interessa anche: orari visite fiscali 2018 militari forze armate polizia carabinieri.

 

Pensioni Forze dell'Ordine: requisiti pensione di anzianità militari polizia carabinieri vvf

Pensione di anzianità Forze dell'Ordine 2018: requisiti: Il personale appartenente al comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico che non ha i requisiti per andare in pensione di vecchiaia nel 2018, può comunque fruire di una valida alternativa: la pensione di anzianità.

Alla pensione di anzianità, infatti, possono accedere in anticipo i lavoratori che pur non avendo raggiunto l'età pensionabile richiesta nel 2018, hanno raggiunto però un’anzianità contributiva di almeno 35 anni di servizio

Per l'anno 2018, l'età minima per andare in pensione di vecchiaia per il personale delle Forze dell'Ordine, ossia, per Carabinieri, Polizia di Stato/Penitenziaria, Guardia di Finanza, Esercito, Marina e Vigili del Fuoco è di almeno 57 anni e 7 mesi.

I militari che invece raggiungono un'anzianità contributiva di 40 anni e 7 mesi, indipendentemente dall’età, per andare in pensione, devono aspettare la finestra mobile di 15 mesi, anziché dei soliti 13 mesi.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?