Bonus precoci 2018: cos'è come funziona a chi spetta e quando?

Bonus precoci 2018 cos'è e come funziona a chi spetta bonus precoci disoccupati disabili legge 104 attività gravose quota 41 requisiti prima dei 19 anni

Stampa

Bonus precoci 2018: cos'è e come funziona il beneficio che consente ai lavoratori precoci di andare in pensione fruendo della riduzione dei requisiti contributivi a patto di aver versato almeno 1 anno di contributi prima del compimento dei 19 anni.

Vediamo quindi in dettaglio il bonus lavoratori precoci 2018 requisiti, a chi spetta e quando, quali sono le categorie ammesse al bonus, come presentare la domanda per via telematica all'INPS, qual è la scadenza entro la quale va inviata della richiesta per la pensione anticipata con 41 anni di contributi versati.

 

Bonus precoci cos'è?

Che cos'è il bonus precoci? Il bonus precoci, chiamato anche mini-bonus, è un beneficio che il Governo, ha voluto riconoscere ai lavoratori precoci, ossia, a coloro che hanno iniziato a versare, in maniera continuativa, i contributi prima dei 19 anni di età.

Lo scopo del bonus precoci, è quindi quello di consentire, ai lavoratori precoci 2018, di superare la soglia dei 41 anni, in modo tale da poter raggiungere la soglia per l’anticipo pensionistico con 41 anni di contributi.
Vediamo ora come funziona il bonus a fini delle pensioni precoci 2018, i requisiti e come fare domanda all'INPS. 

 

Bonus precoci 2018 come funziona?

Come funziona il bonus precoci 2018? Il bonus precoci, è una misura inserita nella scorsa legge di Bilancio e ad oggi 2018 ancora fruibile.

La possibilità quindi di riconoscere un premio a chi ha iniziato a lavorare prima dei 19 anni ed ha versato contributi ancora prima di averli compiuti, è stata data al fine di agevolare il raggiungimento dei requisiti per la pensione.

Per le pensioni precoci, quindi un premio sotto forma di contributi figurativi a carico dello Stato per ogni anno di lavoro pieno che il precoce ha svolto quando aveva meno di 19 anni.

In questo modo, per i precoci che raggiungono la soglia dei 41 anni di contributi versati, possono superare la quota con la contribuzione figurativa, e arrivare così al perfezionamento dei requisiti che servono per la pensione anticipata INPS.

Tale bonus precoci, però, non spetta a tutti i lavoratori ma solo ad alcune tipologie, quali ad esempio quella degli addetti ai lavori quasi-usuranti.

Leggi anche le ultime novità riforma pensioni 2019.

 

Bonus precoci 2018 requisiti:

Bonus precoci 2018 requisiti:

Essere lavoratori dipendenti ed autonomi iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria ed alle sue forme sostitutive ed esclusive, che hanno versato almeno 1 anno di contribuzione prima del compimento dei 19 anni e che rientrino nelle seguenti condizioni:

  • Lavoratori dipendenti in stato di disoccupazione purché l'indennità sia terminata da almeno 3 mesi.
  • Lavoratori dipendenti ed autonomi che assistono da almeno 6 mesi il coniuge o un parente di primo grado in legge 104.
  • Lavoratori dipendenti ed autonomi con invalidità al 74%;
  • Lavoratori usuranti;
  •  Lavoratori che svolgono da almeno 6 anni in via continuativa una delle seguenti attività:
    • operai dell'industria estrattiva, dell'edilizia e della manutenzione degli edifici;
    • conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni;
    • conciatori di pelli e di pellicce;
    • conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante;
    • conduttori di mezzi pesanti e camion;
    • personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni;
    • addetti all'assistenza personale di persone in condizioni di non autosufficienza;
    • insegnanti della scuola dell'infanzia ed educatori degli asili nido;
    • facchini, addetti allo spostamento merci ed assimilati;
    • personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia;
    • operatori ecologici ed altri raccoglitori e separatori di rifiuti.

 

A chi spetta il bonus precoci 2018?

A chi spetta il bonus precoci?

Il bonus precoci 2018 spetta ai seguenti lavoratori:

  • Lavoratori precoci che hanno iniziato a versare contributi in maniera continuativa, prima di aver compiuto 19 anni di età;
  • Lavoratori precoci che hanno raggiunto la quota di 41 anni di contributi versati;
  • Lavoratori precoci addetti ai lavori quasi-usuranti;
  • Lavoratori disoccupati che abbiano terminato la fruizione della disoccupazione da almeno 3 mesi;
  • lavoratori che al momento della domanda assistono il coniuge o il parente di I° grado disabile in legge 104;
  • lavoratori che svolgono attività gravose.

 

Bonus precoci 2018 domanda INPS:

Bonus precoci 2018 domanda INPS: la domanda del bonus per la riduzione dei requisiti contributivi, va presentata per via telematica all'INPS:

  • direttamente online con PIN INPS dispositivo;
  • CAF e Patronati, o intermediari autorizzati;
  • numero verde INPS pensioni.

Bonus precoci 2018 scadenza domanda: la domanda va presentata all'INPS entro il 1° marzo 2018. 

Leggi anche:

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?