Condono cartelle 2019, bollo auto e multe: cos'è e come funziona?

Condono cartelle 2019 fino a 1000 euro cos'è come funziona stralcio automatico per debiti più vecchi 2000 e 2010 compresi bollo auto multe tassa rifiuti

Stampa

Condono cartelle 2019 fino a 1000 euro con stralcio automatico da parte dello Stato: ecco cos'è e come funziona la cancellazione di tutti i debiti fino a mille euro parte integrante della bozza di testo del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2019.

In base a quanto previsto nell'ultima versione del decreto fiscale che accompagna la prossima legge di Bilancio, infatti, sembra essere sempre più possibile l'inserimento di una norma molto importante che prevede una sorta di "strappa-cartelle" da parte dello Stato e che riguarderà anche multe stradali e bolli auto non pagati.

Il governo Conte, è quindi a lavoro per mettere a punto la famosa pace fiscale 2019 che secondo le ultimissime notizie si baserà sul ricorso al ravvedimento operoso al 15% e sullo stralcio delle cartelle più vecchie notificate dal 2000 al 2010, qualora siano al di sotto dei mille euro.

Alla luce di questa importantissima novità andiamo quindi a vedere il condono cartelle cos'è e come funziona la nuova sanataria fino a 1000 euro, compresi bollo auto e multe stradali, da quando lo stralcio con cancellazione dei debiti.

 

Cndono cartelle esattoriali novità decreto fiscale 2019:

Pace fiscale e condono cartelle esattoriali novità decreto fiscale 2019: Il condono cartelle altrimenti chiamato sanatoria fiscale cartelle è un meccanismo utilizzato in questi anni da tutti i governi che si sono succeduti, al fine di recuperare somme aggiuntive da mettere in campo per finanziare altre misure più importanti.

Nell'ultima versione di condono fiscale che sta prendendo forma nell'ultima bozza del decreto fiscale 2019 che accompagnerà la prossima manovra economica, c'è quindi il condono cartelle 2019 e la famosa pace fiscale su divesi piani:

L'ultima bozza del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2019 prevede infatti:

  • Definizione agevolata dei carichi pendenti affidati all’agente di riscossione ruoli fino al 2017, cd. rottamazione ter attraverso la quale, il contribuente, ha la possibilità di pagare il capitale senza interessi e sanzioni in 10 rate in 5 anni con una riduzione anche dell'aggio che passa da 4,5% allo 0,3%.
  • Saldo e stralcio dei debiti fino a 1000 euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010, con cancellazione automatico del debito da parte dello Stato;
  • Definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione a titolo di risorse proprie Unione Europea;
  • Definizione agevolata delle controversie, cd. pace fiscale liti pendenti;
  • Definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento.
  • Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione;
  • Disposizioni in materia di dichiarazione integrativa speciale, che consente ai contribuenti di presentare per gli anni dal 2013 al 2017 una dichiarazione integrativa all'Agenzia delle Entrate al fine di autodenunciare nuove somme sulle quali, pagherà il 15%. Per beneficiare di questa sorta di ravvedimento operoso, le somme da denunciare non devono essere frutto di illeciti o frodi fiscali.

Per maggiori informazioni leggi la nostra guida su pace fiscale cos'è e come funziona il condono.

 

Condono cartelle esattoriali cos'è?

Che cos'è il condono cartelle esattoriali fino a 1000 euro? Il condono cartelle fino a 1000 euro è la nuova opportunità prevista dal decreto fiscale 2019 che prevede tra le altre misure la pace fiscale 2019, la rottamazione ter, la definizione dei procedimenti di accertamento, dei processi di constatazione, la dichiarazione integrativa speciali per chi dichiara somme non denunciate nella dichiarazione dei redditi per gli anni dal 2013 al 2017 ed il famoso saldo e stralcio delle cartelle più vecchie.

Condono cartelle fino a 1000 euro cos'è?

E' la cancellazione di tutti i debiti fino a mille euro affidati alla agenzia della riscossione e notificati dal 2000 al 2010.

Ciò significa che se la norma dovesse essere approvata così come scritta nella bozza del decreto collegato alla legge di bilancio 2019, i contribuenti che hanno una o più cartelle di pagamento non pagate che sono state emesse e notificate dal 2000 al 2010, non dovranno pagare NULLA perché saranno stralciate in automatico dallo Stato.

 

Condono cartelle 2019 come funziona?

Pce fiscale, come funziona il condono cartelle 2019 con saldo e stralcio dei debiti? In base all'ultima bozza del decreto fiscale al fianco della pace fiscale 2019 stralcio, ravvedimento e accertamento, c'è la cancellazione di tutti i debiti sotto i 1000 euro attraverso il cd. saldo e stralcio

Ecco come funziona il condono cartelle 2019:

  • le cartelle esattoriali sotto i 1000 euro più vecchie beneficiano dal 2019, il cd. saldo e stralcio di:
    • capitale;
    • interessi per ritardata iscrizione a ruolo;
    • sanzioni.
  • Il saldo e stralcio è per i debiti fino a 1000 euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010;
  • il condono cartelle fino a 1000 euro prevede la cancellazione automatica del debito da parte dello Stato;
  • per aderire al condono cartelle, il contribuente non dovrà presentare alcuna domanda, perché saranno gli agenti della riscossione a procedere in automatico entro la fine del 2018, a cancellare tutti i debiti riferiti alle suddette cartelle esattoriali.
  • da ricordare, infine, che le eventuali somme già pagate prima della data di entrata in vigore del decreto, non saranno restituite.

 

Condono cartelle fino a 1000 euro: tributi, bollo auto, multe e tassa rifiuti

Condono cartelle fino a 1000 euro, bollo auto e multe stradali compresi: ebbene si, in base a quanto previsto dall'ultima versione del decreto Collegato, entro la fine del 2018, saranno condonate le cartelle più vecchie fino a mille euro, ma esattamente quali sono le cartelle esattoriali che beneficiano del saldo e stralcio automatico?

Nella nuova sanatoria cartelle 2019 vi rientrano:

Per avere maggiori notizie sul nuovo condono fiscale e quindi la cancellazione automatica dei debiti per le cartelle più vecchie occorre però attendere la presentazione del decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019 al Consiglio dei ministri in programma lunedì 15 ottobre 2018.

Data di entrata in vigore che farà da spartiacque anche per definire il valore dei mille euro in base al quale si procederà alla cancellazione automatica.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili