Bonus bambini malati gravi 2018: nuovo bonus bebè nido fino a 3 anni

Bonus bebè alla nascita 2018 e bonus nido senza limiti di reddito per le mamme e le famiglie esteso ai bambini malati cronici con cure domiciliari

Stampa

Il Bonus bambini malati gravi 2018, è il bonus asilo nido di 1000 euro per 3 anni esteso ai bimbi che essendo appunti malati gravi non possono frequentare l'asilo nido come tutti gli altri bambini della loro età.

Anche per il 2018, i genitori dei bambini malati, possono presentare la domanda per il riconoscimento del bonus di 1000 euro l'anno per 3 anni, istituitodal governo con la legge di Bilancio di quest'anno al fine di per sostenere i bambini malati gravi attraverso l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione.

Sempre per il 2018, le domande devono essere presentate entro il 31 dicembre 2018.

 

Bonus bambini malati gravi 2018: cos'è?

Il Governo, al fine di sostenere le famiglie con figli, ha provveduto con la Legge di Bilancio 2017, ad introdurre diverse misure tra cui il bonus asilo nido esteso ai bambini malati gravi.

Che cos'è il bonus bambini malati gravi?

E' il bonus asilo nido esteso ai bambini malati cronoci con cure domiciliari che a causa della loro patologia non possono frequentare l'asilo nido con tutti gli altri bambini ma hanno bisogno di forme di supporto presso la propria abitazione.

In base alle regole fissate dall'Inps con la circolare n. 88 del 22 maggio 2017, il contributo per il supporto presso la propria abitazione, per i bambini sotto i 3 anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, è pari a 1000 euro l'anno in un'unica soluzione.

Per informazioni su come presentare la domanda e documenti bonus asilo nido.

 

Come funziona il bonus asilo nido bambini malati gravi?

Bonus asilo nido bambini malati gravi come funziona? Al fine di sostenere le famiglie con bambini di età inferiore ai 3 anni affetti da gravi patologie croniche, è stato introdotto a partire dal 1° gennaio 2017 in poi, un apposito bonus, ossia, un contributo economico al fine di favorire forme di supporto alternative al nido, presso l'abitazione, per i bambini malati gravi impossibilitati a frequentare gli asili nido a causa di gravi patologie croniche.

L’importo che spetta con il suddetto bonus è pari a 1.000 euro annui ed è erogato dall'Inps in un'unica soluzione, previa specifica domanda da parte del genitore e verifica della sussitenza dei requisiti al momento della richiesta.

Tra i documenti richiesti anche un’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta, che dichiari per l’intero anno di riferimento, l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica.

 

Bonus asilo nido per bambini malati: requisiti

I requisiti per richiedere i bonus asilo nido bambini malati gravi sono stabiliti dall’Art. 1 del DPCM, e riguardano il genitore di un minore nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2016, che abbia:

  • Cittadinanza italiana, oppure di uno Stato dell’Unione Europea o di un Paese extracomunitario,. In quest'ultimo caso, è necessario essere in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
  • Residenza in Italia;
  • Coabitazione con il figlio affetto da patologia cronica avente dimora abituale nello stesso Comune
  • Attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta che attesti la patologia e l'impossibilità di frequentare un asilo nido. 

 

Bonus bambini malati gravi documenti: attestazione patologia cronica

Tra i documenti bonus malati gravi che i genitori del minore devono presentare all'Inps, c'è anche l’attestazione rilasciata dal pediatra di libera scelta che ai sensi dell’art. 4, comma 2, del DPCM 17 febbraio 2017, deve:

  • contenere i dati anagrafici del minore, per cui la data di nascita e l'indirizzo di residenza;
  • attestare l'impossibilità di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, in ragione di una grave patologia cronica.

DECADENZA dal bonus: è bene ricordare ai genitori che per mantenere il bonus di 1000 euro, occorre confermare ad ogni mensilità che i requisiti sono rimasti invariati rispetto a quanto dichiarato nella domanda.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?