Nuovi autovelox Trucam: in arrivo multe e ricorsi impossibili

Come funzionano i nuovi autovelox Trucam e perché rendono più difficili i ricorsi delle multe per eccesso di velocità al prefetto o al giudice di pace?

Stampa

In arrivo in tutta Italia, i nuovi autovelox. Dopo qualche mese di sperimentazione in Sardegna e nel Lazio, stanno per essere installati sulle strade italiane, gli autovolex di ultima generazione chiamati Telelaser Trucam che promettono già vita dura ai signori automobilisti visto che la tecnologia di cui sono dotati e che rende davvero difficile il ricorso alle mulete per eccesso di velocità.

Vediamo quindi cosa sono e come funzionano i nuovi autovelox e perché saranno una vera e propria mannaia per gli automobilisti più indisciplinati.

 

Nuovi autovelox: cosa sono i TruCam?

All’apparenza sembrano i comuni autovelox che da anni siamo abituati a vedere sulle strade, in realtà, i nuovi autovelox in arrivo a breve sulle nostre strade, sono molto più tecnologici rispetto a quelli del passato in  quanto montano una telecamera incorporata in grado di registrare tutto quello che “vede”.

Questi nuovi autovelox, che si chiamano Telelaser TruCam, sono stati sperimentati per diverso tempo dalla polizia stradale sulle strade più pericolose del Lazio come la Pontina e della Sardegna come la Statale 131 nel tratto Oristanese, ed ora sono pronti per essere installati ovunque.

Ma cosa hanno di tanto speciale questo nuovi autovelox? Il fatto che rendono difficile, se non impossibile, qualunque ricorso di multe per eccesso di velocità se la rilevazione viene fatta con questo nuovo autovelox, vediamo il perché. 

 

Come funzionano i nuovi autovelox Trucam?

Come funzionano i nuovi autovelox? Ve lo spieghiamo subito, dicendo che questi nuovi Trucam saranno un osso veramente duro da combattere per gli automobilisti più indisciplinati perché questo nuovo telelaser in dotazione della Polizia stradale, non si limita solo a rilevare l’infrazione di velocità ma la filma secondo per secondo, archiviando il tutto nel suo hard disk da oltre 10 mila file, che servirà poi per la successiva verbalizzazione.

E cosa significa tutto questo? Che se un automobilista viene ripreso dal Trucam in eccesso di velocità, l'eventuale ricorso al prefetto o al giudice di pace per taluni errori di misurazione, sarà molto difficile se non impossibile, proprio perché c'è il video a fare da testimone, di quanto è realmente successo in strada.

Oltre a disporre di una telecamera integrata che filma e archivia, i nuovi autovelox, rispetto al passato, iniziano a riprendere l’infrazione ad 1,2 km di distanza e non dal passaggio davanti al telelaser e ciò è possibile grazie al potente raggio laser e al sensore Ccd ad alta definizione della telecamera che una volta puntati sull'auto che sta arrivando, permettono all’agente di vedere la scena sul monitor touchscreen e rilevare in tempo reale la velocità alla quale viaggia il mezzo.

Grazie poi, alla capacità di zoom della telecamera, gli agenti possono constatare se il conducente e i passeggeri a bordo del mezzo che stanno rilevando, hanno le cinture allacciate o se il guidatore è stato distratto dall'uso del cellulare.

Tra le funzioni opzionali Trucam, c'è anche quella di scegliere l'uso notturno con flash infrarosso, uno zoom 3,5 X, di rilevare la distanza di sicurezza, distinguere automaticamente, ai fini di velocità, i veicoli pesanti da quelli leggeri.

 

Nuovi autovelox Trucam: in arrivo multe e ricorsi impossibili

Abbiamo detto che a breve saranno posizionati a bordo delle nostre strade, i nuovi autovelox Trucam, ciò non sarebbe in sé una novità visto che questo tipo di strumentazione è ormai utilizzata da tanti anni, ma la novtà sta nell'innovazione con la quale sono stati realizzati questi nuovi telelaser.

Fino adesso, infatti, gli autovelox, hanno potuto misurare, senza non poche problematiche e migliaia di ricorsi, la velocità del mezzo su strada, ora, invece, le cose stanno per cambiare grazie alla tecnologia.

I nuovi autovelox, più precisamente i Telelaser Trucam, sono dotati di una nuova strumentazione che consente di:

  • rilevare in modo precisissimo la velocità del mezzo in tempo reale;
  • registrare in altissima definizione, tutta la scena già a partire da una distanza di un chilometro e duecento metri sia di giorno che di notte;
  • avere un filmato in HD di tutta la violazione commessa;
  • verificare a distanza, il mancato uso della cintura di sicurezza o l’utilizzo del telefonino al volante;
  • controllo di assicurazione e revisione.

I nuovi autovelox, sono pertanto un’autentica rivoluzione per i sistemi di sicurezza e controllo delle strade, tanto da rendere impossibile fare ricorso contro eventuali sanzioni.

Non ci sarà possibilità di scampo visto che una volta puntato, Trucam attiva anche una geolocalizzazione del veicolo attraverso un Gps.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?