Modello ISA 2019: scadenza e istruzioni Agenzia delle Entrate

Modello ISA 2019 Agenzia delle Entrate, scadenza e istruzioni di compilazione, a chi si applicano e soggetti esclusi, vantaggi per chi è congruo affidabile

Stampa

Modello ISA 2019 Agenzia delle Entrate: è stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il nuovo modello ISA 2019 parte integrante del modello Redditi 2019 e valido per la dichiarazione dei dati rilevanti ai fini della applicazione e dell’aggiornamento degli indici sintetici di affidabilità fiscale cd. ISA.


In pratica i nuovi Indici sintetici di affidabilità che vanno a sostituire da quest’anno i vecchi studio di settore ormai aboliti, servono all’Agenzia delle Entrate a misurare attraverso un metodo statistico- economico, informazioni e dati relativi a più periodi d'imposta, la normalità e la coerenza dei comportamenti fiscali dei soggetti obbligati agli ISA.

Per i casi in cui la sintesi di valori risulta “affidabile”, il contribuente ottiene importanti vantaggi fiscali.

 

Andiamo quindi a vedere in dettaglio il modello ISA 2019 scadenza e istruzioni Agenzia delle Entrate, la spiegazione ed il significato degli ISA, cosa sono gli indici sintetici di affidabilità fiscale, a cosa servono a chi si applicano ed i soggetti esclusi.

 

Cosa sono gli ISA 2019, indici sintetici di affidabilità fiscale?

Cosa sono gli ISA 2019? Gli ISA, indici sintetici di affidabilità fiscale come previsto dall’articolo 9-bis del Decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, così come convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96 (pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 23 giugno 2017), sostituiscono dal 2019 anno d’imposta 2018 i vecchi studi di settore, quale nuovo strumento per la verifica ed controllo dei comportamenti fiscali da parte dei contribuenti.

 

Tali Indici ISA sono quindi un un nuovo strumento di compliance tra cittadini e Amministrazione finanziaria che è stao messo a punto dall’Agenzia delle Entrate con l’obiettivo di:

  • favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili;
  • stimolare l’assolvimento degli adempimenti tributari da parte dei contribuenti esercenti attività di impresa, arti o professioni;
  • aumentare la collaborazione tra contribuenti e Pubblica Amministrazione.

In pratica gli ISA 2019 sono degli indici che riassumono diversi indicatori elementari al fne di a verificare la normalità e la coerenza della gestione aziendale o professionale, anche con riferimento a diverse basi imponibili, esprimendo su una scala da 1 a 10 il grado di affidabilità fiscale riconosciuto a ciascun contribuente.

E tanto maggiore è il grado di affidabilità assegnato al comportamento del contribunte e tanto maggiore è il vantaggio fiscale ottenuto.

 

A chi si applicano gli ISA 2019?

ISA 2019: a chi si applicano?

In base a quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate nelle istruzioni modello ISA 2019, gli ISA 2019 si applicano a:

 

Esercenti attività di impresa o di lavoro autonomo che svolgono, come "attività prevalente", una o più attività per le quali risulta approvato un ISA e che non rientra in una delle cause di esclusione.

 

Cosa si intende per attività prevalente? Deve intendersi l’attività svolta nel corso dell'anno d'iimposta, dalla quale il contribuente ottiene i maggiori ricavi o compensi. 

 

Se quindi un contribuente svolge più attività, ad esempio due d’impresa e due in forma di lavoro autonomo, l'attività prevalente è da rintracciarsi sia nella categoria d'impresa che in quella da lavoro autonomo.

Per cui:

  • se le attività prevalenti per le due categorie reddituali presentano codici attività con ISA diversi, il contribuente deve applicare il relativo ISA approvato.
  • se le attività prevalenti per le due categorie reddituali hanno codici attività che rientrano nello stesso ISA, il contribuente deve applicare quell'ISA per entrambe le categorie.

 

ISA 2019 soggetti esclusi:

Chi sono i soggetti esclusi dagli ISA 2019? Non applicano gli ISA 2019 i seguenti soggetti esclusi:

  • Contribuenti che hanno iniziato l’attività nel corso del periodo d’imposta;
  • Contribuenti che hanno cessato l’attività nel corso del periodo d’imposta;
  • Contribuenti che dichiarano ricavi di cui all’articolo 85, comma 1, esclusi quelli di cui alle lettere c), d) ed e), o compensi di cui all’articolo 54, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 (di seguito 

Altresì sono soggetti esclusi ISA 2019

  • Contribuenti nel regime dei minimi;
  • Contribuenti nel regime forfettario;
  • Contribuenti “multiattività”, non rientranti nel medesimo ISA, qualora i ricavi delle attività non prevalenti superino il 30% dei ricavi totali;
  • Enti del terzo settore non commerciali che determinano il reddito ai sensi dell’art. 80 del D.Lgs. n. 117/2017;
  • Organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che determinano il reddito ex art. 86 del D.Lgs. n. 117/2017;
  • Imprese sociali;
  • Società cooperative, società consortili e consorzi che operano esclusivamente a favore delle imprese socie o associate e delle società cooperative costituite da utenti non imprenditori che operano esclusivamente a favore degli utenti stessi.
  • Corporazioni dei piloti di porto esercenti le attività di cui all’ISA AG77U. 

 

Modello ISA 2019 Agenzia delle Entrate e istruzioni:

Modello ISA 2019 Agenzia delle Entrate e istruzioni: l'AdE ha provveduto a pubblicare il nuovo modello ISA 2019 parte integrante del modello Redditi 2019 insieme alle istruzioni per la sua compilazione.

I modelli ISA sono disponibili per i seguenti settori:

  • Modello ISA 2019 Commercio;
  • Modello ISA Servizi;
  • Modello ISA professionisti;
  • ISA Manifatture;
  • ISA agricoltura.

Insieme alle istruzioni modello ISA 2019:

  • Istruzioni ISA Parte generale;
  • Istruzioni modello ISA Quadro A;
  • Istruzioni ISA Quadro F;
  • Istruzioni modello ISA Quadro G.

 

Modello ISA 2019 scadenza e come si presenta:

Scadenza modello ISA 2019: la presentazione del modello ISA 2019 da parte dei soggetti obbligati allo loro applicazione, devono inviarlo entro la scadenza del 30 settembre 2019.

 

Modello ISA 2019 come si presenta? In pratica il modello ISA 2019 si presenta barrando la casella ISA che si trova sulla prima pagina del modello Redditi 2019 e va trasmesso per via telematica all'all’Agenzia delle entrate insieme al modello Redditi.

 

In caso di omesso modello ISA 2019 o incompleto o infedele si applica la sanzione da 250 a 2.000 euro, come previsto dall’articolo 8, comma 1, del Dlgs n. 471 del 1997, in ogni caso, prima della contestazione formale della violazione, l'Agenzia delle Entrate invita il contribuente a sanare la sua posizione tramite ravvedimento operoso.

Inoltre l'AdE può decidere anche, previo cotraddittorio, di eseguire un accertamento dei redditi ai fini IRAP e IVA.

 

Vantaggi ISA 2019 per chi risulta congruo e affidabile:

Quali sono i vantaggi ISA 2019 per chi è congruo e affidabile? I contribuenti che applicano gli ISA Agenzia delle Entrate possono verificare in sede di compilazione ed invio della loro dichiarazione dei redditi tramite il modello Redditi, il proprio grado di affidabilità fiscale sulla base del loro posizionamento su una scala di valori da 1 a 10, dove 10 corrisponde al punteggio di massima affidabilità e 1 è il minimo.

 

Ecco i vantaggi per chi ottiene un alto punteggio ISA 2019:

  • Esonero dall'obbligo di apposizione del visto di conformità crediti per un importo non superiore a 50.000 euro annui per l'IVA e a 20.000 euro annui relativamente alle imposte dirette e IRAP;
  • Esonero dall’apposizione del visto di conformità rimborsi IVA di importo non superiore a 50.000 euro annui;
  • Esclusione dell’applicazione della disciplina delle società non operative;
  • Esclusione degli accertamenti basati sulle presunzioni semplici;
  • Anticipazione di almeno un anno, con graduazione in funzione del livello di affidabilità, dei termini di decadenza per l’attività di accertamento, con riferimento al reddito di impresa e di lavoro autonomo.
  • Esclusione della determinazione sintetica del reddito complessivo, a patto che il reddito complessivo accertabile non ecceda di 2/3 il reddito dichiarato.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?