Dichiarazione di successione on line 2018: istruzioni nuovo modello

Successione online 2018 nuovo modello dichiarazione telematica software Agenzia Entrate istruzioni compilazione eredi immobili da quando e come si presenta

Stampa

Dichiarazione di successione on line 2018 Agenzia delle Entrate: approvato con il provvedimento del 27 dicembre 2016, il nuovo modello per la dichiarazione di successione che gli eredi e legatari obbligati devono trasmettere all'Agenzia entro 1 anno dal decesso del congiunto.

Il nuovo modello di successione online ed il relativo nuovo software, consentono non solo di compilare e trasmettere la successione ma anche di assolvere a tutti gli obblighi riguardo alle tasse, di calcolare le imposte ipotecarie, catastali e i tributi speciali da versare in autoliquidazione attraverso l'addebito sul proprio conto corrente o su quello dell’intermediario, di richiedere ed eseguire la voltura catastale degli immobili senza bisogno di altri adempimenti.

A partire dal 1° gennaio 2018, la dichiarazione di successione on line si presenta solo per via telematica.

 

Dichiarazione di Successione online 2018: cos'é?

Nuova dichiarazione di Successione online 2018 Agenzia delle entrate: in data 27 dicembre 2016, l'Agenzia delle entrate con il provvedimento del 27 dicembre 2016, ha provveduto a comunicare che a partire dal 23 gennaio 2017 è disponibile il nuovo modello di dichiarazione di successione on line con le istruzioni e le specifiche tecniche.

A partire dal 1° gennaio 2018, la successione, si presenta solo in versione telematica.

Grazie alla nuova successione online 2018 gli eredi e gli altri soggetti obbligati, hanno la possibilità di:

 

Software Successione online 2018: per la compilazione del modello

I contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione di successione, dal 1° gennaio 2018, sono tenuti a presentarla esclusivamente tramite il nuovo modello di successione online Agenzia delle entrate.

Il nuovo modello di successione, è compilabile attraverso il nuovo software successioni online rilasciato dall'Agenzia delle Entrate.

Come si chiama il software per la compilazione della successione degli eredi? Il programma che gli eredi devono utilizzare per poter compialre e trasmettere il nuovo modello di dichiarazione di successione telematica si chiama: Software Successioni On line.

Come funziona il software successione online gratuito? Dal 2018 in poi, gli eredi e legatari, per utilizzare la nuova procedura telematica di presentazione della dichiarazione di successione devono installare sul proprio pc, il software successione Agenzia delle entrate.

Il download in modalità stand alone, è gratuito ed è disponibile sul sito dell’Agenzia, e consente di compilare il file, allegare i documenti successione, salvare, modificare i dati, accedere ai servizi telematici Fisconline e Entratel e di inviare il nuovo modello di successione online, debitamente compilato, per via telematica.

Una volta trasmessa ed eseguita la successione, ciascun ufficio territoriale dell'Entrate può rilasciare copie conformi della dichiarazione presentata.

Un’altra novità importante introdotta con il nuovo software, consiste nella possibilità per l'erede dichiarante di rendere le dichiarazioni sostitutive di atto notorio compilando semplicemente alcuni appositi quadri del nuovo modello di successione online EH ed EI, al posto dell’allegazione di tutti i relativi documenti.

 

Nuovo modello dichiarazione di Successione online 2018:

L'Agenzia delle Entrate ha provveduto a pubblicare il nuovo modello dichiarazione di successione on line 2018 + le istruzioni per la compilazione del modulo:

  • Modello dichiarazione di successione online;
  • Istruzioni fascicolo 1 nuovo modello Successione online;
  • Istruzioni compilazione fascicolo 2 Successione telematica.

 

Successione online 2018: da quando, dove e come si presenta per via telematica?

Nuovo modello successione online da quando è obbligatorio? Il nuovo modulo per la denuncia di successione online ed il nuovo software, sono operativi a partire dal 23 gennaio, scaricando il programma gratuitamente dal sito dell’Agenzia. Fino alla fine dell'anno è consentita anche la presentazione della dichiarazione di successione utilizzando il vecchio modello in formato cartaceo: dichiarazione di successione editabile.

Dal 1° gennaio 2018, è obbligatoria la successione per via telematica con il nuovo modello e software.

Modello successione online 2018 dove si presenta per via telematica? Dal 1° gennaio 2018 in poi, la presentazione della dichiarazione di successione è solo per via telematica ed il suo invio si effettua accedendo ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate:

- direttamente se si possiedono le credenziali di accesso Fisconline o Entratel,

- tramite intermediario abilitato;

- ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate competente per la lavorazione.

La dichiarazone di successione telematica si compila quindi online tramite il nuovo software successioni online.

Per quali dichiarazioni di successione è possibile utilizzare il nuovo modello? La successione telematica, può essere utilizzata solo per le seguenti dichiarazioni:

  • Successione di persone decedute a partire dal 3 ottobre 2006;
  • Dichiarazioni sostitutive delle dichiarazioni di successione presentate utilizzando il nuovo modello.

Come e a chi si presenta il nuovo modulo di dichiarazione di successione cartaceo? In via straordinaria, il nuovo modello di successione cartaceo può essere inviato all'Agenzia delle Entrate, tramite raccomandata o altro mezzo equipollente che ne attesti la certezza della data di spedizione, SOLO se i contribuenti obbligati all'adempimento sono residenti all'estero e sono impossibilitati a rendere la dichairazione per via telematica. In tal caso, per l'invio della dichiarazione fa fede la data in cui l'ufficio postale riceve in consegna il documento.

 

Nuovo modello dichiarazione di successione online istruzioni compilazione:

Come si compila il nuovo modello di successione online? il modello è composto di 2 fascicoli: il primo, deve essere compilato sempre, il secondo solo in presenza di determinate condizioni.

Compilazione Primo fascicolo successione online: è composto dal frontespizio, che contiene l’informativa sulla privacy, poi a seguire c'è il quadro con i dati generali, quali ad esempio:

  • Dati del defunto: codice fiscale, dati anagrafici e data del decesso;
  • Dati anagrafici di chi presenta la dichiarazione di successione: erede, curatore, tutore, rappresentante, etc.
  • A seconda del tipo di bene in successione: compilare i dati relativi ai beni immobili terreni e/o fabbricati, documenti comprovanti le passività, documenti da allegare e le dichiarazioni sostitutive richieste per legge.

Compilazione Secondo fascicolo successione online: a seconda del tipo di bene oggetto di successione, il dichiarante deve compilare i successivi quadri del primo e del secondo fascicolo, in quest'ultimo vanno indicati i beni che non sono stati elencati nel primo fascicolo come ad esempio le imbarcazioni, le donazioni, gi aeromobili, etc.

Terminata la prima fase di compilazione del nuovo modello, il dichiarante, deve procedere alla compilazione dei quadri specifici del software SuccessioniOnLine e all'allegazione di tutti i documenti previsti per legge per la successione che devono essere in formato conforme e scansionati in formato pdf o tiff.

 

Pagamento tasse di successione, imposte ipotecarie catastali online:

Con l'avvento del nuovo software successione online Agenzia delle entrate, sarà possibile usare il programma gratuito anche per calcolare le imposte ipotecarie, catastali e i tributi speciali.

Oltre a ciò, sarà possibile versare le imposte ipotecarie e catastali 2018 e la tassa di successione 2018 direttamente online, tramite addebito in conto corrente, del dichiarante o dell'intermediario.

Nel solo caso in cui, invece, il dichiarante per presentare la successione si rivolga al servizio dell’ufficio territoriale competente dell’Agenzia delle Entrate, le relative tasse, potranno essere versate tramite il nuovo modello F24 successione 2018.

Effettuato il pagamento, il sistema rilascerà poi una ricevuta attestante l'avvenuto versamento delle somme dovute.

L’esito della domanda della voltura catastale, richiesta dal contribuente in sede di presentazione del nuovo modello online, sarà rilasciato mediante un'apposita attestazione, al termine della procedura.

Conservazione dichiarazione di successione e la domanda di volture catastali + gli allegati, vanno conservati in originale insieme alla ricevuta di registrazione rilasciata dal sistema e alla rievuta di addebito in conto corrente qualora siano state dovute le imposte di successione.

 

Chi è obbligato a presentare la dichiarazione successione eredi?

I soggetti obbligati a presentare la dichiarazione di successione, sono:

  • gli eredi e i legatari;

  • gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta;

  • gli amministratori dell’eredità;

  • i curatori delle eredità giacenti;

  • gli esecutori testamentari;

  • i trust.

 

Entro quando va presentata la successione?

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data del decesso del congiunto mediante compilazione del nuovo modello Successione online Agenzia delle Entrate che consente di compilare direttamente online la dichiarazione, trasmetterla all'Agenzia, di assolvere tutti gli obblighi tributari della successione, di addebitare sul proprio conto corrente o su quello dell'intermediario, quanto dovuto per la tassa ipotecaria, catastale e tributi speciali.

Inoltre, attraverso il nuovo software successione Agenzia delle entrate, sarà possibile richiedere ed eseguire l'obbligo della voltura degli immobili, da effettuarsi per legge entro 30 giorni dalla data di presentazione della dichiarazione di successione.

 

Chi è escluso dall'obbligo di dichiarare la successione?

L'esonero dalla dichiarazione di successione 2018 è per gli eredi in possesso di determinati requisiti che tra l'altro sono stati oggetto di una recente modifica da parte del Decreto Semplificazioni del governo Renzi.

Dette modifiche, hanno esonerato i contribuenti dall'obbligo di presentazione della dichiarazione di successione, qualora l’eredità devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta, non sia superiore a 100 mila euro e non comprenda immobili o diritti reali immobiliari.

Oltre alla nuova soglia esenzione successione, è stata introdotta l'abolizione dell’obbligo di dover allegare alla dichiarazione, i documenti in originale e la dichiarazione integrativa in caso di rimborsi fiscali erogati alla chiusura della successione.

Ciò consente oggi agli eredi o agli altri soggetti obbligati, di poter allegare alla successione copie non autenticate di documenti purché accompagnate da un atto notorio successione eredi.

 

Successione: dichiarazione dei Conti Correnti

Per quanto riguarda i Conti Correnti intestati al defunto, gli eredi devono richiedere alle banche o agli intermediari finanziari di comunicare per iscritto la situazione al momento della morte, nello specifico essi dovranno presentare:

  • il saldo dei conti;

  • il valore dei titoli;

  • il valore dei fondi di investimento.

Se il Conto corrente è cointestato:

I conti correnti, i titoli e i rapporti cointestati tra il defunto e altre persone devono essere considerati divisi al 50%, pertanto, in caso di cointestazione tra il defunto e un altro soggetto, il valore da indicare nella successione è pari alla metà.

Importante: la Legge ha previsto che nel saldo dei conti correnti bancari non si tenga conto degli addebiti dipendenti da assegni presentati al pagamento nei tre giorni precedenti la data della morte. Si può dunque tenere conto solo degli addebiti derivanti da assegni presentati per il pagamento almeno quattro giorni prima della morte, indipendentemente dalla data di emissione.

  

L'automobile o la moto vanno nella successione?

L’automobile o la moto intestata alla persona defunta non va inserita nella Dichiarazione di successione ma deve essere eseguita sempre da parte degli eredi la richiesta della registrazione dell’atto di accettazione dell’eredità di un veicolo presso uno Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) quando si dispone del certificato di proprietà (CdP). Se la richiesta viene presentata da un incaricato, alla documentazione deve essere allegata la delega rilasciata dall’erede, per il Pubblico Registro Automobilistico (PRA), il modello TT2120 per l’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile (UMC) e la fotocopia del documento di identità/riconoscimento dell’erede.

 

Dichiarazione di Successione Documenti:

Gli eredi, per presentare la dichiarazione di successione devono allegare la copia non autenticata dei seguenti documenti:

  • Autocertificazione del Certificato di Morte.

  • Fotocopia dei codici fiscali del defunto e di tutti gli eredi;

  • fotocopia documento di identità del defunto e di tutti gli eredi.

  • Autocertificazione in carta semplice da cui risultino: generalità del defunto e grado di parentela, generalità di tutti gli eredi e legatari.

  • Autocertificazione per le agevolazioni prima casa.

  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio indicante i soggetti ai quali è devoluta l’eredità o eventuale testamento che regola la successione con estratto per riassunto dell’atto di morte.

  • Eventuali atti di rinuncia accettazione eredità.

  • Per ciascun Immobile oggetto di successione è necessario presentare 1 copia del titolo di provenienza: in caso di compravendita, donazione, divisione: è necessario il rogito notarile con il quale è stato acquistato dal defunto e in caso di precedente successione: portare la copia della dichiarazione di successione.

  • Documentazione catastale: allegando eventuali licenze, concessioni e condoni nonché eventuali accertamenti di valore

  • Rendita catastale;

  • In caso di successione di terreni agricoli o suoli edificatori: certificato di destinazione urbanistica per l’accertamento di valore.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili