Modello 770/2018 unificato: istruzioni ex semplificato

Modello 770 semplificato 2018 unificato modulo editabile istruzioni compilazione Agenzia delle Entrate, come e quando inviare scadenza invio e software

Stampa

Il modello 770 Semplificato 2018 serve ai sostituti di imposta come datori di lavoro, enti pensionistici, amministrazioni dello Stato ecc, per la dichiarazione annuale dei dati relativi ai versamenti effettuati, redditi e dati contributivi e assicurativi, compensazioni, ritenute ecc.

Tale dichiarazione si componeva fino a due anni fa di 2 modelli: Modello 770 semplificato e Modello 770 ordinario a seconda della tipologia dei dati che i soggetti obbligati devono comunicare all’Agenzia delle Entrate. 

Dal 2017, il modello 770 semplificato e ordinario, sono stati unificati.

 

Dichiarazione sostituti d'imposta 2018:

La dichiarazione dei sostituti d’imposta 2018 è composta da 3 parti:

1) CERTIFICAZIONE UNICA serve ai sostituti d’imposta per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate, i dati fiscali relativi alle ritenute operate nell’anno 2017 e ai dati contributivi ed assicurativi richiesti.

Nella nuova certificazione unica CU 2018, sono infatti presenti, i dati dei soggetti a cui sono stati corrisposti redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, TFR, prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione, redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, dati contributivi, previdenziali ed assicurativi e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata nell’anno 2016. La certificazione unica 2018 va trasmessa per via telematica all'Agenzia, entro il 7 marzo di ciascun anno.

Dal 2017, il modello 770 semplificato e ordinario, sono stati unificati sotto lo stesso modello 770.

  • MODELLO 770 SEMPLIFICATO: andava utilizzato dai sostituti d’imposta per comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate, i dati fiscali relativi: alle ritenute operate nell’anno 2016, i relativi versamenti e le eventuali compensazioni ed il riepilogo dei crediti.
  • MODELLO 770 ORDINARIO: era il modello che i sostituti d’imposta, gli intermediari e altri soggetti tenuti alla comunicazione, devono utilizzare per comunicare per via telematica all'Agenzia delle Entrate i dati relativi: alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati, operazioni di natura finanziaria effettuate, dati riassuntivi relativi alle indennità di esproprio, dati dei versamenti effettuati, le compensazioni operate e i crediti d’imposta utilizzati.

2) MODELLO 770 Unico 2018: è il nuovo modello 770 unificato dell'agenzia delle Entrate.
La trasmissione telematica del nuovo modello 770, va effettuata entro il 31 ottobre 2018.

 

Modello 770 2018 Agenzia delle Entrate:

Il Modello 770 2018, è il modello di dichiarazione che i sostituti di imposta devono utilizzare per comunicare in via telematica all'Agenzia delle Entrate, tutti i dati dei versamenti effettuati, dei crediti e delle compensazioni operate.

Il modello 770 semplificato novità, sono le modifiche recipite con la nuova certificazione unica CU .

Nell'ex modello 770 semplificato 2018, saranno inserite tutte le novità scese in campo nel 2017 per quanto riguarda la comunicazione dati certificazioni lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, al fine di gestire le addizionali comunali di compartecipazione all’Irpef applicate in relazione ai corrispettivi percepiti per le attività sportive dilettantistiche.

I casi nei quali il sostituto non è tenuto a trasmette i prospetti delle ritenute operate, trattenute per assistenza fiscale e imposte sostitutive e delle trattenute di addizionali comunali all’Irpef, e/o il riepilogo dei crediti e delle compensazioni.

Vi ricordiamo che da quest'anno, il modello 770 semplificato è stato unificato all'ordinario pertanto, il nuovo modello 770/2018 è il seguente:

 

Chi deve presentare il 770/2018?

Chi deve presentare il modello 770/2018?

Sono i sostituti d’imposta che hanno sostituito il contribuente nei rapporti con il fisco trattenendo le tasse relative a compensi, salari, pensioni, contributi previdenziali e assistenziali INPS o premi assicurativi INAIL.

Nello specifico:

  • Società di capitali ed enti commerciali pubblici e privati che risiedono in Italia;
  • Enti non commerciali, pubblici e privati residenti in Italia;
  • Associazioni non riconosciute, consorzi, aziende speciali;
  • Società ed enti di ogni tipologia non residenti nel nostro paese;
  • Trust;
  • Condomini;
  • Società di persone residenti in Italia;
  • Società o associazioni costituite da persone fisiche che esercitano attività associata di arti o professioni residenti in Italia;
  • Aziende coniugali residenti in Italia;
  • Gruppi europei d’interesse economico;
  • Persone fisiche che esercitano arti e professioni, imprese commerciali e imprese agricole;
  • Curatori fallimentari;
  • Eredi che non proseguono l’attività del sostituto d’imposta deceduto;
  • Soggetti che percepiscono redditi esenti da Irpef ma che sono assoggettati al pagamento dei contributi Inps;
  • Amministrazioni dello Stato;
  • Intermediari che presentano dichiarazioni a nome dei contribuenti;
  • Titolari di posizione assicurativa Inail.

 

Quando va presentato il modello? Per quali redditi e dati?

Il Modello 770 2018 va presentato quando nell’anno di imposta precedente, 2017, il contribuente ha percepito:

  • Redditi da lavoro dipendente equiparati, come per esempio crediti di lavoro riconosciuti da sentenza come nel caso di TFR non pagato o mancato pagamento dello stipendio, o assimilati come gli assegni di mantenimento al coniuge o la retribuzione dei sacerdoti.
  • Indennità di TFR.
  • Prestazioni sotto forma di capitale pagate da fondi pensione.
  • Redditi di lavoro autonomo.
  • Provvigioni e redditi diversi.

Oppure, per dichiarare Dati, quali:

  • Contributivi previdenziali e assicurativi INPS, INAIL ecc e quelli relativi all’assistenza fiscale prestata.
  • Versamenti effettuati per crediti e compensazioni ma solo quando il datore di lavoro, ente pensionistico o Amministrazione dello Stato non sono obbligati a presentare per l’anno di imposta a cui si riferisce la dichiarazione, il modello 770 Ordinario.
  • Somme pagate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi.
  • Ritenute operate sui bonifici effettuati dai contribuenti per fruire di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta.

 

Scadenza modello 770 2018: 31 luglio

Il modello 770 2018 va trasmesso dai sostituti di imposta per via telematica entro il 31 ottobre 2018, nuova scadenza fissata dalla Legge di Bilancio 2018.

visto che negli ultmi anni, la scadenza ha subito sempre delle variazioni e quindi delle proroghe com'è successo anche 2017, il termine è slittato per sempre al 31 ottobre di ciascun anno.

Si ricorda inoltre che, la dichiarazione può essere inviata direttamente dal soggetto solo se registrato ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, oppure, se non si possiedono le credenziali, tramite un intermediario abilitato, quali professionisti, associazioni di categoria o Caf.

 

Come inviare la dichiarazione?

Per inviare la dichiarazione con modello 770, i soggetti obbligati, devono effettuare la trasmissione telematica utilizzando i servizi online dell’Agenzia delle Entrate.

Si ricorda che tale modello 770, può essere inviato direttamente solo se si dispongono delle credenziali di accesso, altrimenti, è possibile rivolgersi agli intermediari autorizzati quali professionisti, associazioni di categoria o Caf.

Per i soggetti, invece, che si trovano momentaneamente all’estero, non possono presentare la dichiarazione presso banche convenzionate o uffici postali, né tramite raccomandata.

Per l’invio della dichiarazione con modello 770, effettuato direttamente dai sostituti d’imposta si devono utilizzare i seguenti servizi online dell’Agenzia delle Entrate:

  • Fisconline: per modello 770 riguardante dichiarazioni per un massimo di 20 soggetti.
  • Entratel: per modello 770 riguardante dichiarazioni oltre i 20 soggetti.

Se il sostituto d’imposta, ha presentato il modello 770 per un numero di soggetti non superiore a 20, attraverso il servizio Fisconline, può presentare il modello 770 Ordinario con le stesse modalità soltanto se il numero di soggetti, riferito a quest’ultima dichiarazione, non è superiore a 20. In caso contrario, deve utilizzare il servizio telematico Entratel.

 

Software 770 Agenzia delle Entrate

I sostituti di imposta, intermediari, associazioni ecc, ai fini di compilazione e trasmissione telematica dei dati fiscali relativi alle ritenute operate e gli altri dati contributivi e assicurativi richiesti, l'Agenzia mette a disposizione un software gratuito. Tale programma, è utilizzabile e scaricabile dal sito dell'Agenzia previa registrazione ai servizi telematici software 770 Agenzia delle Entrate.

Per gli utenti non in possesso delle credenziali, devono rivolgersi obbligatoriamente agli intermediari autorizzati, quali professionisti, associazioni di categoria o Caf, per la trasmissione della dichiarazione.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili