Legge di Bilancio 2019 pensioni, pace fiscale e flat tax nel testo

Legge di Bilancio 2019 pensioni con Quota 100 per tutti flat tax reddito di cittadinanza pace fiscale imprese famiglie ecco cosa prevede testo nuova Manovra

Stampa

Legge di Bilancio 2019 pensioni, fisco, imprese e famiglie, cosa prevede il testo della nuova Manovra economica? 

Ci sarà la flat tax, il reddito di cittadinanza e la pace fiscale, più ovviamente la sterilizzazione dell’aumento IVA 2019

Che tutte queste misure non possono stare in una sola legge di Stabilità è ormai chiaro a tutti, lo stesso Salvini ha confermato anche ieri, che gli italiani non possono aspettarsi di pagare tutti il 15% di tasse già dall’anno prossimo, perché le risorse e non è possibile fare tutto sebbene questo tutto si potrà realizzare nell’arco dei 5 anni di legislatura.

Secondo Salvini, con la legge di Bilancio 2019 si manterranno gli impegni presi in campagna elettorale con gli italiani, fermi restando i vincoli imposti dall’Ue ma se per mettere in sicurezza l’Italia, ha aggiunto a radio Anch’io, servirà spendere qualcosa in più, il governo farà di tutto pur di realizzarlo con il pieno rispetto de vincoli, anche se altri paesi non li rispettano.

Secondo Di Maio, la Legge di Bilancio 2019 confermerà la volontà del governo di trattare con l’Europa gli investimenti in deficit al fine di realizzare il contratto di governo M5s-Lega e sul tetto del deficit al 3%, Di Maio ha detto ai microfoni di radio Radicale che si vedrà in base alle necessità ma prima taglieranno tutto quello che non serve nei ministeri e nella spesa improduttiva e poi, se servirà, si avvierà una contrattazione con Ue. 

Per quanto riguarda la flat tax e le novità nella legge di Bilancio 2019, Luigi Di Maio ha detto che la misura fa parte del Contratto ma è necessario che la nuova tassazione debba aiutare i più deboli e non i più ricchi mentre sono priorità del M5s il reddito di cittadinanza ed il superamento della legge Fornero con la Quota 100 e in alternativa Quota 41.

Vediamo ora in dettaglio quali misure potrebbero essere inserite nel testo della nuova Manovra 2019, la prima del governo del Cambiamento, la prima della Lega e M5s insieme: Legge di Bilancio 2019 cosa prevede il testo su pensioni, flat tax, reddito di cittadinanza, pace fiscale, IVA e quali le ultimissime notizie e novità?

 

Legge di Bilancio 2019 flat tax: ci sarà nel testo della Manovra?

Legge di Bilancio 2019 flat tax ci sarà nel testo della nuova Manovra?

In base alle ultime notizie, la flat tax ci sarà ma non partirà da subito per tutti, famiglie e imprese, ma solo per i "più piccoli".

I due leader Salvini-Di Maio al momento sono, infatti, a lavoro per definire le priorità della nuova Manovra discutendo su numeri, conti e tempistiche sulla realizzazione delle proposte fatte per migliorare la vita di imprese e famiglie a cominciare appunto dalla flat tax.

Per Salvini il futuro prossimo dell’esecutivo Lega-M5s passa attraverso l'avvio della flat tax a partire dai più piccoli, bisogna vedere se si partirà dalle famiglie o dalle partite Iva, al momento l'unica cosa certa quindi è che nella Legge di Bilancio 2019 la flat tax ci sarà ma non si sa ancora se a beneficiare della nuova dual tax saranno per prime le partite IVA nel regime forfettario, per le quali si pensa di applicare l'aliquota al 15% anche a coloro che hanno prodotto nell'anno precedente compensi e redditi fino a 100.000 euro, ora invece il limite è tra i 30mila e 50mila euro a seconda della classificazione Ateco, oppure, se a beneficiarne saranno prima le famiglie più numerose.

Forse la più probabile sarà l'avvio nella Legge di Bilancio della flat tax partita IVA 2019 in quanto più semplice e meno costosa da realizzare rispetto alla flat tax imprese e famiglie.

Se ancora non sai cos'è e come funziona la flat tax, ti rimandiamo alla lettura del nostro articolo di approfondimento sulla nuova tassazione che dovrebbe sostituire gradualmente l'IRPEF nel corso della legislatura.

 

Legge di Bilancio 2019 pensioni: cosa prevede il testo?

Legge di Bilancio 2019 pensioni, cosa prevede il testo

Per quanto riguarda le pensioni 2019 le ultimissime notizie rivendicano la Quota 100 da subito per tutti, sia Salvini che Di Maio, infatti, hanno insistito sul fatto che le priorità del governo Conte con la riforma delle pensioni Legge di Bilancio 2019 è quella di superare i danni provocati dalla Legge Fornero con delle misure atte a garantire maggiore equità.

Per cui Quota 100 ed in alternativa Quota 41 non solo per equità ma anche per creare nuovo lavoro dalle persone che lasciano il posto per andare in pensione. 

In pratica:

  • Quota 100 pensioni 2019che riguarda la possibilità di lasciare in anticipo il lavoro prima di aver raggiunto i requisiti per la pensione di vecchiaia 2019 (67 anni) per ottenere il pensionamento anticipato con la quota 100, il lavoratore deve essere in possesso di determinati requisiti di età e contributi che in attesa di notizie ufficiali, dovrebbero essere:
    • età minima quota 100: 62 anni compiuti;
    • n° di contributi minimi quota 100: almeno 34 o 35 anni di contribuzione versata, di cui al massimo 2 anni di contributi figurativi.
  • Quota 41 pensioni 2019: che riguarda invece la possibilità di andare in pensione anticipatamente per quanti hanno raggiunto la famosa Quota 41, ossia 41 anni e mezzo di contributi a prescindere dall’età di cui 2 o 3 anni di contributi figurativi.

Nella nuova legge di Bilancio 2019 insieme alla riforma delle pensioni 2019, ci sarà sicuramente integrazione a 780 euro con la pensione di cittadinanza 2019 con aumento delle pensioni minime, assegni sociali e per gli invalidi, il taglio del cuneo, la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia e quindi il blocco dell'aumento dell'Iva.

 

Legge di Bilancio 2019 reddito di cittadinanza: cosa prevede?

Legge di Bilancio 2019 cosa prevede il testo per il reddito di cittadinanza?

  • Il reddito di cittadinanza quale forma di nuovo sussidio per le famiglie ed i cittadini disagiati dovrebbe entrare quasi certamente nel testo della Legge di Bilancio 2019, per realizzarlo, il governo sta cercando le risorse necessarie per consentire la sua entrata in vigore già dal prossimo anno con il reddito di cittadinanza 2019.
  • Di Maio ha infatti confermato che "5 milioni di poveri, 8 milioni in povertà relativa, tanti giovani che cercano lavoro, tanti che ce l'hanno ma non arrivano a fine mese, sono la priorità della legge di bilancio" per cui appare assai sicuro che il nuovo aiuto economico di 780 euro netti al mese possa concretizzarsi con la nuova Manovra 2019, leggi anche chi ha diritto al reddito di cittadinanza.
  • Le risorse per realizzarlo provengono dal reddito di inclusione che nel 2019 sarà inglobato alla nuova misura contro la povertà e la disoccupazione e dalla probabile trasformazione bonus 80 euro in detrazione, più altre risorse ottenute dal taglio agli sprechi.

 

Legge di Bilancio 2019 pace fiscale ultimissime notizie:

Legge di bilancio 2019 e pace fiscale, quali sono le ultimissime notizie?

Per quanto riguarda la Pace fiscale, Salvini ha detto che non è solo una questione di giustizia ma anche di fondi che altrimenti non potrebbero essere mai recuperati e per questo ci sarà nel testo della nuova Legge di Bilancio 2019.

Secondo però le ultimissime notizie la Pace fiscale potrebbe cambiare rotta e passare da una sorta di "condono" per le cartelle Equitalia fino a 100.000 euro ad essere una misura articolata su più fronti con il ricorso ad alcuni strumenti deflattivi del contenzioso già presenti nel nostro ordinamento come ad esempio il ravvedimento operoso.

Il provvedimento sulla pace fiscale nelle mani del ministro Tria, prevederebbe in pratica:

  • Ravvedimento operoso;
  • Accertamento con adesione;
  • Chiusura delle liti fiscali,
  • e forse, una voluntary disclosure su cassette di sicurezza e capitali all'estero non dichiarati.

Attraverso questi strumenti deflattivi, i contribuenti, potrebbero quindi sanare la loro posizione con il Fisco, aderendo alla Pace fiscale 2019 e pagando sul debito:

  • un'aliquota compresa tra il 15% e il 20% del reddito imponibile non dichiarato nei casi in cui l'accertamento ancora non c'è stato, ed in questo caso di ricorre al ravvedimento operoso;
  •  non pagare sanzioni ed interessi, in caso di accertamento;
  • di chiudere il contenzioso applicando uno sconto tra il 50 e l'80% a seconda del grado di giudizio.
  • aliquota tra 15% e 20% per l'ipotesi di riapertura della voluntary disclosure per il rientro dei capitali dall'estero o la loro regolarizzazione per quelli depositati nelle cassette di sicurezza, purché tali capitali vengano reinvestiti in Italia in titoli di stato o altre modalità decise poi dal governo.

Per cui la pace fiscale che troverà spazio nel testo della Legge di Bilancio 2019 o in quello del decreto fiscale Collegato alla legge, potrebbe essere molto diversa da quella annunciata all'indomani della firma del contratto di governo dai leader della Lega e del M5s, ossia, di far pagare una percentuale del 6, 10 o 20% sul debito in funzione del proprio reddito, ma sicuramente questo nuovo piano del governo e di Tria, permetterà alla misura di non essere annullata dalla Corte costituzionale o dalla Corte di giustizia.

 

Legge di Bilancio 2019 ultimissime notizie: 

Legge di Bilancio 2019 ultimissime notizie: abbiamo visto fino adesso come nel testo della nuova Manovra troveranno ampio spazio flat tax, reddito di cittadinanza e pace fiscale, oltre ovviamente al blocco dell'aumento IVA 2019.

Tra le misure che potrebbero essere inserite nella nuova ex Legge di Stabilità 2019 ci sono però anche altre importanti interventi illustrati sia di Di Maio che da Salvini, quali ad esempio:

  • Accise sulla benzina: l'intendo del governo è quello di andare a cancellare gradualmente tutte quelle tasse applicate sulla benzina da circa 60-80 anni fa.
  • Fatturazione elettronica obbligatoria 2019: ci sarà un intervento del governo per i piccoli perché secondo Salvini questo obbligo rischia di essere un aggravio di spesa non indifferente.
  • Via libera alla Tap: in quanto i benefici che ne derivano sono maggiori dei costi.
  • Daspo a vita per corrotti nel ddl anticorruzione: in arrivo a breve la presentazione del testo del nuovo Ddl anticorruzione 2018 atto a contrastare la corruzione e le mafie nel nostro paese.
  • Riduzione del cuneo fiscale: in modo da ridurre i costi per le imprese e consentire la creazione di nuovi posti di lavoro;
  • Bonus assunzioni giovani under 35 per il 2019 e 2020.
  • Proroga del piano Industria 4.0 ed estensione dell'iper ammortamento e super ammortamento alle Pmi.
  • Interventi a favore dei Comuni ed un grande piano nazionale di manutenzione ordinaria e straordinaria.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili