IVA 2019: Comunicazioni liquidazioni, Spesometro e dichiarazione iva

IVA 2019 scadenza nuove comunicazioni Iva trimestrali fatture e liquidazioni periodiche Esterometro, dichiarazione Iva e abolizione Spesometro per e-fattura

Stampa

Per l’IVA 2019, ci sono tantissime novità a partire dall'abolizione Spesometro nella fattispecie della Comunicazione Iva dei dati delle fatture emesse e ricevute, note di variazione e bolle doganali, perché ormai sostituita dai dati comunicati con la nuova fattura elettronica 2019 obbligatoria tra privati B2B mentre nulla cambia per l'adempimento della Comunicazione liquidazioni periodiche Iva, che rimane quindi invariato.

 

Vediamo quindi quali sono le novità in materia di Iva 2019 circa i vecchi ed nuovi adempimenti che i contribuenti devono affrontare quest'anno:

1) Comunicazione IVA trimestrale da inviare per via telematica all’Agenzia delle Entrate entro specifiche scadenze;

2) le scadenze e gli obblighi per il versamento IVA 2019 mensile o trimestrale;

4) La dichiarazione IVA 2019 anno 2018 in forma autonoma con i nuovi modelli IVA 2019 da presentare tra il 1° febbraio ed il 30 aprile 2019.

5) La nuova dichiarazione iva precompilata prevista a partire dal 2020;

6) Comunicazione Esterometro 2019 per la comunicazione dei dati delle fatture estere.

 

Ecco quindi l dettaglio tutti gli obblighi fiscali per l’IVA 2019 andando per ordine di scadenza e ricordandovi che il decreto Dignità arrivato in Parlamento agli inizi di luglio scorso, ha rinviato la scadenza per le sole comunicazioni Iva trimestrali delle fatture dal 30 novembre al 28 febbraio 2019, insieme a quelle relative al quarto ed ultimo trimestre e semestre. In base alle ultimissime novità, le suddette scadenze del 28 febbraio 2019 sono state prorogate al 30 aprile 2019.

Vi ricordiamo inoltre l'abolizione Spesometro comunicazione IVA fatture 2019.

 

IVA 2019: la dichiarazione annuale IVA

La dichiarazione IVA 2019 in forma autonoma, è stata una delle novità fiscali dello scorso anno dal momento che per la prima volta la dichiarazione, non è stata fatta insieme alla dichiarazione dei redditi e quindi al modello Unico, ma in forma completamente autonoma.

Sempre dallo scorso anno, il modello Unico è stato chiamato modello Redditi, proprio perché è stata eliminata la parte relativa dell’IVA che ora va comunicata con l'apposito modello.

 

Per quanto riguarda la nuova dichiarazione Iva 2019 da presentare per via telematica tra il 1° febbraio ed il 30 aprile 2019, l'Agenzia delle Entrate ha già provveduto a pubblicare i nuovi modelli IVA 2019:

  • Modello IVA 2019 annuale + istruzioni per la compilazione;
  • Modello VA base 2019 + istruzioni per la compilazione.

I contribuenti, pertanto, tenuti alla dichiarazione, devono presentare per via telematica, i nuovi modelli IVA approvati dall’Agenzia delle Entrate.

La scadenza dichiarazione IVA 2019 per l'invio telematico è tra il 1° febbraio e 30 aprile 2019.

 

Liquidazioni periodiche IVA 2019 mensili e trimestrali: scadenza

L'abolizione delle comunicazione Iva trimestrali e semestrali fatture non incide sugli obblighi di liquidazione dell’IVA a debito da parte dei soggetti passivi Iva.

Infatti, i contribuenti che liquidano l’Iva 2019 mensile, devono continuare a versare l’imposta dovuta sempre entro il 16 del mese successivo per cui se si parla di liquidazione Iva del mese di febbraio, il versamento va effettuato entro il 16 marzo.

 

Scadenze liquidazione Iva 2019 mensile:

  • Gennaio: Liquidazione Iva entro il 16 febbraio;
  • Febbraio: Liquidazione Iva entro il 16 marzo;
  • Marzo: Liquidazione IVA entro il 16 aprile;
  • Aprile: Liquidazione IVA entro il 16 maggio;
  • Maggio: Liquidazione IVA entro il 18 giugno;
  • Giugno: entro il 16 luglio;
  • Luglio: entro il 20 agosto;
  • Agosto: entro il 16 settembre;
  • Settembre: entro il 16 ottobre;
  • Ottobre: entro il 18 novembre;
  • Novembre: entro il 16 dicembre;
  • Dicembre: entro il 16 gennaio 2019.

 

Scadenze liquidazione Iva 2019 trimestralmente:

I contribuenti che liquidano l’Iva 2019 trimestrale, devono, anche loro, continuare ad effettuare il versamento entro il giorno 16 del secondo mese successivo al trimestre. Ciò vuol dire che l’IVA 2019 I° trimestre, cioè, gennaio, febbraio e marzo, si versa con modello F24 entro il 16 maggio 2019.

 

Ecco il calendario fiscale 2019 con la scadenza liquidazione Iva trimestrale:

  • I° trimestre gennaio, febbraio e marzo: entro il 18 maggio 2019;
  • II° trimestre aprile, maggio e giugno: entro il 20 agosto 2019;
  • III° trimestre luglio, agosto e settembre: entro il 18 novembre 2019;
  • IV° trimestre ottobre, novembre e dicembre: entro il 16 febbraio 2019.

 

IVA 2019: scadenza Comunicazione liquidazioni periodiche

La comunicazione liquidazioni periodiche IVA 2019 è l' adempimento fiscale previsto per tutti i soggetti passivi IVA, fatta eccezione per alcuni casi di esonero, quali ad esempio per chi non è obbligato alla dichiarazione IVA annuale o al versamento dell’IVA come i forfettari e i contribuenti minimi, che è stato introdotto dal decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 insieme alla comunicazione Iva trimestrale dei dati delle fatture, quest'ultima abolita dal 1° gennaio 2019.

 

La Comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA 2019 va presentata secondo le nuove modalità e le istruzioni Spesometro delle Entrate entro la scadenza comunicazione, ossia, entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

 

Comunicazione liquidazioni periodiche IVA 2019 scadenza:

  • I° trimestre gennaio, febbraio e marzo: entro il 31 maggio 2019;
  • II° trimestre aprile, maggio e giugno: entro il 16 settembre 2019;
  • III° trimestre luglio, agosto e settembre: entro il 18 novembre 2019;
  • IV° trimestre ottobre, novembre e dicembre: entro il 28 febbraio 2020.

 

IVA 2019: abolizione Spesometro 

La Comunicazione IVA trimestrale 2019 fatture, insieme alla comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche, hanno costituito insieme, fino all'anno scorso, il cd. nuovo Spesometro.

 

Dal 1° gennaio 2019 per effetto della scorsa legge di Bilancio e come confermato dalla nuova legge di Bilancio 2019, la  comunicazione Iva fatture è stata abolita poiché sostituita dai dati comunicati con il nuovo obbligo fattura elettronica 2019.

 

Per effetto della nuova proroga, la scadenza Spesometro passa dal 28 febbraio 2019 al 30 aprile 2019 sia per i contribuenti tenuti all'invio dei dati relativi al terzo e quarto trimestre che al secondo semestre 2018 che rappresenta l'ultima per questo tipo di adempimento.

 

S ricorda ai contribuenti che ai fini dell'ultimo Spesometro, è possibile procedere all'invio del documento riepilogativo fatture.

 

Comunicazioni IVA scadenze 2019:

Ecco invece le scadenza Spesometro Comunicazioni IVA 2019 dopo il Decreto Dignità e la nuova proroga scadenza Esterometro e Spesometro:

Comunicazioni VA 2019 scadenzeComunicazione IVA dati fatture:comunicazione liquidazioni IVA 2019:

 

  • I° trimestre: entro il 31 maggio 2018;
  • II° trimestre: entro il 30 settembre 2018;
  • I° trimestre: entro il 31 maggio 2019;
  • II° trimestre: entro il 16 settembre 2019;
 
  • II° trimestre dal 28 febbraio 2019 al 30 aprile 2019
  • IV° trimestre proroga dal 28 febbraio 2019 al 30 aprile 2019.
 
  • II° trimestre entro il 18 novembre 2019;
  • IV° trimestre 28 febbraio 2020.

 

IVA 2019 Comunicazione Esterometro: cos'è e come funziona?

IVA 2019 Esterometro: cos'è? L'Esterometro è il nuovo obbligo previsto per i titolari di partiva Iva che parte dal 1° gennaio 2019 insieme a quello di emissione della fattura elettronica 2019.

 

Dal momento che dalla nuova e-fattura sono escluse le fatture emesse e ricevute da e verso soggetti esteri non stabiliti nel territorio italiano ma che i dati di queste fatture continuano però ad essere oggetto di comunicazione all’Agenzia delle Entrate, nonostante l’abolizione dello spesometro 2019, è stato introdotto un nuovo adempimento fiscale chiamato appunto Comunicazione Esterometro 2019.

 

Tale Comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere di cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, è mensile e va inviata per via telematica all'Agenzia delle Entrate, entro l'ultimo giorno successivo a quello di emissione o di ricezione della fattura. 

L'avvio dello Esterometro è stato prorogato al 30 aprilìe 2019.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?