Aliquote Imu 2018 Milano e Roma: calcolo saldo dicembre e modello f24

Imu aliquote 2018 Milano e Roma calcolo e importo prima rata acconto giugno e saldo 18 dicembre, come si paga con modello f24 e codice tributo quando TASI

Stampa

Aliquote Imu Milano e Roma prima casa di lusso, seconda casa e altri immobili come uffici, negozi, botteghe, capannoni va calcolata sulla base delle aliquote IMU fissate dai comuni nel 2018.

La scadenza Imu 2018 per il pagamento della prima rata in acconto è il 18 giugno mentre per il saldo, è il 17 dicembre.

Per calcolare il saldo dell'imposta municipale propria, i proprietari di prime case di lusso, seconde case, altri immobili, uffici ecc ubicati nel territorio di Roma Capitale o del Comune di Milano, si deve verificare se è stata pubblicata la nuova delibera comunale sul sito del Dipartimento delle Finzanze.

Vi ricordiamo a tale proposito che il Consiglio comunale di Milano ha provveduto ad approvare le nuove aliquote IMU 2018 che rimangono invariate rispetto all'anno scorso con l'aliquota base Imu ferma all’1,06 per cento.

 

Aliquote IMU Roma 2018:

Le aliquote IMU Roma per gli immobili ubicati nel territorio del Comune di Roma Capitale che devono essere applicate al valore catastale dell'immobile, non sono state ancora deliberate, per cui se la nuova delibera non verrà pubblicata sul sito del Dipartimento delle Finanze, prima di maggio, i contribuenti dovranno andare all'acconto Imu 2018 con le vecchie aliquote.

Nello specifico, le aliquote Imu Roma sono:

  • 5 per mille abitazione principale con categorie catastale A/1, A/8, A/9. Detrazione IMU pari a euro 200,00 + detrazione 50,00 euro per ciascun figlio sotto i 26 anni purché risieda abitualmente nell'abitazione. Tale maggiorazione di detrazione non può comunque superare l’importo massimo di euro 400,00.
  • 10,6 per mille altri immobili e seconda casa;
  • 7,6 per mille: Unità immobiliari non produttive di reddito fondiario, appartenenti alle categorie C1, C3, D8 utilizzate direttamente dal soggetto passivo dell’IMU per lo svolgimento della propria attività lavorativa o istituzionale, limitatamente ad una sola unità immobiliare per ciascun soggetto passivo;
  • 7,6 per mille teatri e sale cinematografiche, unità immobiliari utilizzate da Onlus.
  • 10,6 per mille altri immobili come negozi, capannoni, botteghe artigiane, uffici ecc.
  • Esclusione per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, terreni agricoli, coltivati e non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti o imprenditori agricoli e fabbricati rurali strumentali (accatastati in categoria D10 o in altre categorie ma con annotazioni in Catasto).

 

Aliquote Imu Milano 2018:

Aliquote IMU 2018 Milano: i contribuenti milanesi proprietari di seconde case e altri immobili devono calcolare per pagare l'acconto e saldo IMU 2018 con le seguenti aliquote Imu 2018 Milano:

  • seconda casa non affittata: aliquota è pari al 10,6 per mille. 
  • seconda casa categorie da A1 ad A9 con contratto di locazione registrato: aliquota al 9,6 per mille. 
  • immobili strumentali posseduti o locati a società start up: aliquota 7,6 per mille. 
  • immobili strumentali categoria C1 utilizzati a fini commerciali: aliquota 8,7 per mille. 
  • immobili categoria C3 (laboratori per arti e mestieri) posseduti o utilizzati da artigiani: aliquota 8,7 per mille. 
  • immobili di categoria B non adibiti ad uso abitativo o commerciale (collegi, ospedali, circoli): aliquota 8,8 per mille. 
  • fabbricati rurali strumentali: aliquota 2 per mille. 

 

Chi non deve pagare l'IMU 2018? Esclusione e riduzioni:

L'IMU 2018 chi non deve pagarla?  Innanzitutto va ricordato che il Governo Letta ha provveduto ad eliminare l’Imu sulla prima casa, fatta eccezione per le abitazioni di lusso iscritte al catasto come appartenenti a categorie catastali A/1, A/8 e A/9 per le quali resta valida la detrazione di 200 euro.

Al fianco di questa novità, c'è anche quella che prevede l'esclusione dal pagamento dell'IMU prima casa, su tutti quegli immobili assimibilabili per legge all'abitazione principale:

  • Abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  • Casa coniugale assegnata al coniuge in presenza di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione del matrimonio;
  • Unico immobile posseduto, e non concesso in locazione, dal personale appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia a ordinamento militare e civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. 
  • Unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto, da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che non sia locata;
  • una e una sola unità immobiliare, se posseduta, a titolo di proprieta' o di usufrutto, da cittadini italiani residenti all'estero (AIRE)già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a condizione che non sia locata o data in comodato d'uso.
  • Immobile concesso in comodato d'uso a parenti di I° grado.

Chi non deve pagare l'imposta municipale propria nel 2018 sono quei contribuenti che rientrano nelle categorie di immobili sopra elencati, oltre a quelle decise dal comune di Roma e Milano che hanno facoltà di prevedere esclusioni e riduzioni aliquote particolari per famiglie numerose, a basso reddito, anziani e disabili ricoverati in istituti di cura ecc. 

 

 

Scadenza pagamento imu 2018 acconto e saldo:

Scadenza pagamento Imu 2018 acconto e saldo:

La prima rata IMU come l'acconto Tasi Roma ha la seguente scadenza:

  • 18 giugno acconto Imu 2018 e TASI 2018;
  • 17 dicembre Saldo IMU 2018 e TASI 2018.

 

Seconda casa e altri immobili: come si paga?

L'Imu 2018 seconda casa e altri immobili si paga con modello f24 Agenzia delle Entrate calcolando per il primo acconto il 50% del tributo complessivo al 18 giugno 2018 e l'altro 50% a conguaglio con il saldo del 17 dicembre 2018.

I contribuenti una volta calcolato l'importo devono versare le somme con l'F24. A tal fine sono disponibili diverse versione del modello f24 Agenzia delle Entrate:

  • Modello f24 editabile Imu: che consente di compilare le sezione e i campi del modello direttamente online gratis, salvare modificare e stampare l'F24 già compilato a video e pagare le somme con il servizio home banking per le banche autorizzate e convenzionate, o portare il modello compilato e pagare quanto dovuto presso sportelli di banche o poste.
  • Modello f24 Agenzia delle Entrate Imu in pdf: che consente di scaricare online gratis il modello dal sito dell'Agenzia o dai siti istituzionali dei comuni e compilare l'F24 Imu una volta stampato.
  • Modello f24 semplificato editabile Imu: versione semplificata del modello f24 che consente ai contribuenti che si trovano nelle situazioni meno complesse di compilare i dati di pagamento Imu in modo più semplice e veloce.
  • Bollettino postale Imu.

 

Comune di Roma Capitale: Istruzioni compilazione f24 e codici tributo:

IMU Roma 2018 F24 e codice tributo: L'IMU 2018 Roma va pagata con il modello f24 utilizzando i seguenti codici:

Per le abitazioni principali (A/1, A/8, A/9) 3912 (Codice Roma Capitale).
Per i terreni 3914.
Aree fabbricabili 3916.
Immobili Categoria D 3930 3925 (Stato).
Altri fabbricati 3918

La ripartizione dell’imposta da versare fra Stato e Comune rimane - esclusivamente - per gli immobili accatastati nella categoria D, per i quali il moltiplicatore utile al calcolo del valore del fabbricato è 60 (ad eccezione della categoria D5 per la quale era già 80 lo scorso anno).

 

Comune di Milano:

L'IMU 2018 Milano va pagata con il modello F24 utilizzando i seguenti codici tributo IMU 2018:

F205 - Comune di Milano

  • 3912 - abitazione principale e relative pertinenze per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1 A/8 e A/9  COMUNE.
  • 3914 - terreni - COMUNE.
  • 3916 - aree fabbricabili - COMUNE.
  • 3918 - altri fabbricati  - COMUNE.
  • 3925 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - STATO.
  • 3930 - immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - INCREMENTO COMUNE.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili