Finanziamenti a Fondo Perduto 2017: cosa sono e chi può fare domanda?

Finanziamenti a Fondo Perduto 2017 prestiti agevolati per aiutare giovani imprenditori ad aprire una nuova attività d’impresa, requisiti e modello domanda

Stampa

I Finanziamenti fondo perduto 2017 sono agevolazioni e incentivi a favore di giovani imprenditori o imprenditrici che intendono avviare una nuova impresa o di vuole sviluppare e ampliare una già esistente.

Le forme degli incentivi erano un tempo orientate verso l'autoimprenditoria, l'autoimpiego ed il franchising da sostenere con prestiti agevolati o contributi a fondo perduto. Tali finanziamenti, potevano e possono ancora essere finanziati da fondi europei, statali, regionali dalle province o dai comuni, e per per esempio i fondi nazionali sono gestiti in Italia da INVITALIA – Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo dell’impresa che prevede il sostegno dell'autoimprenditorialità, lavoro autonomo, micro-impresa e franchising.

Attualmente l'unico incentivo previsto è l'impresa a tasso zero riservata ai giovani e alle donne.

 

Finanziamenti a fondo perduto: cosa sono?

finanziamenti a fondo perduto, sono dei prestiti agevolati concessi a determinate persone, che ne fanno specifica domanda, senza l'obbligo di dover restituire attraverso un piano di rate, quanto finanziato.

L'importo del finanziamento a fondo perduto, a seconda del bando, può prevedere comunque una parziale restituzione del capitale finanziato sotto forma di rate o interessi, solitamente però, i finanziamenti pubblici per incentivare e promuovere lo sviluppo economico e l'autoimpiego nel Paese, sono a fondo perduto.

Esistono poi diversi tipi di finanziamento a fondo perduto, e ciò dipende dagli obiettivi contenuti nel bando se a favore ad esempio di giovani under 30 o 35 o di donne che intendono aprire una nuova attività. In questo caso, i fondi sono erogati dall'Unione europea, dallo Stato o dalle Regioni.

 

Prestito a fondo perduto 2017: chi può fare domanda?

I finanziamenti a fondo perduto, solitamente sono dei prestiti concessi a persone che intendono mettersi in proprio aprendo una nuova attività e di conseguenza una Partita IVA o avviare una cd. sturt up.

Va detto però che di solito questi finanziamenti sono destinati per lo più allo sviluppo dell'imprenditoria femminile e giovanile o di alcune zone d'Italia un po' più problematiche dal punto di vista del lavoro e di ricchezza, come ad esempio le regioni del Mezzogiorno.

In questi anni, infatti, sono stati tanti i bandi pubblicati dedicati alla nascita di nuove imprese situate in zone considerate più svantaggiate in termini di competitività, come il Sud d'Italia, al fine di promuovere anche lo sviluppo dell’economica locale.

Attualmente sono disponibili i finanziamenti a tasso zero 2017.

 

Chi eroga finanziamenti a fondo perduto?

Come stavamo dicendo in un altro paragrafo, i finanziamenti a fondo perduto vengono riconosciuti ed erogati dagli enti pubblici, europei, statali o regionali, con lo scopo di aiutare lo sviluppo di attività imprenditoriali sul territorio italiano. 

Questi enti, pertanto, periodicamente provvedono a pubblicare dei bandi dedicati a determinate categorie di neo imprenditori ai quali è possibile partecipare previo invio della domanda insieme alla documentazione, ivi compreso un ottimo business plan.

Dal momento poi che i suddetti prestiti a fondo perduto, possono essere cumulati tra loro, è quindi possibile per un giovane o una donna, ricevere fondi per l'apertura della sua start up e ne riceva poi altri da un altro bando, per la crescita e lo sviiluppo sempre della sua impresa.

 

Come si accede ai prestiti a fondo perduto 2017?

Se ti stai chiedendo come si fa a partecipare ad un bando pubblico che mette a disposizione delle agevolazioni per chi deve avviare un'impresa o svillupparla, allora devi conoscere in primis qual è il tipo di prestito a fondo perduto più giusto per te, tenendo conto sempre della tipologia di agevolazione di cui hai diritto.

Per tutte queste informazioni puoi rivolgerti ad Invitalia, l'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa che in Italia si occupa dei bandi, degli investimenti e dello sviluppo delle start up.

In generale, per partecipare ad un bando finanziamenti a fondo perduto, occorre verificare se si posseggono tutti i requisiti al momento della domanda ed inviare il entro una specifica scadenza, il modulo domanda online allegando tutti i documenti richiesti.

Una volta trasmessa la domanda, questa viene analizzata in base all'ordine cronologico in cui è stata ricevuta, e dopo una prima fase di valutazione, si passa al colloquio, e se questo va bene, si firma il contratto e si procede all'erogazione del prestito.

 

Obblighi del beneficiario: durata, vincoli, domanda

Le impresa, oggetto delle agevolazioni e degli incentivi dell’autoimprenditorialità giovanile, devono di solito garantire un periodo minimo di esercizio dopo la concessione ed erogazione dell’incentivo, di almeno 5 anni a decorrere dalla data del suo inizio effettivo, mantenendo la sede operativa dell’iniziativa nei territori agevolati.

Anche i beni oggetto delle agevolazioni sono vincolati all’esercizio dell’attività finanziata per un periodo minimo di 5 anni che decorre dalla data di inizio effettivo dell’attività d’impresa e comunque fino all’estinzione del mutuo.

Quali sono i vincoli a cui le imprese sono obbligate a sottostare una volta avuto il finanziamento a fondo perduto?

L’attività d’impresa prevista nel progetto agevolato deve essere svolta per un periodo minimo di cinque anni decorrente dalla data del suo inizio effettivo, mantenendo la sede operativa dell’iniziativa nei territori agevolati.

I beni oggetto delle agevolazioni sono vincolati all’esercizio dell’attività finanziata per un periodo minimo di cinque anni decorrente dalla data di inizio effettivo dell’attività d’impresa e comunque fino all’estinzione del mutuo.

Come e dove inviare e Presentare la domanda di finanziamento a fondo perduto mutuo agevolato per l’imprenditoria giovanile? Modello fac simile domanda e indirizzo, modalità di presentazione:

La domanda per accedere al finanziamento a fondo perduto circa gli investimenti, spese di gestione e acquisto materie prime e servizi per le imprese di nuova costituzione e per quelle già esistenti che possiedono i requisiti stabiliti dalla vigente normativa, va presentata:

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili