Assegno universale figli a carico: non approvato Legge di Bilancio

Assegno universale figli a carico cos’è come funziona quali sono i requisiti la soglia limite di reddito ISEE età figlio quanto spetta alle famiglie

Stampa

Assegno universale figli a carico, è una misura ferma all'esame del Senato dall'aprile scorso, che mira ad introdurre nuova misura universalistica più equa e certa delle attuali agevolazioni fiscali per le famiglie che hanno almeno un figlio a carico.

Il nuovo assegno figli a carico, previsto dal disegno di legge delega Lepri, prevede la sostituzione degli attuali aiuti con dei nuovi assegni familiari, ossia, un assegno universale per ogni figlio a carico dall'importo variabile in funzione dell'età del figlio.

Vediamo quindi nel dettaglio, cos'è l'assegno universale figli a carico come funziona, a chi spetta, quali sono i requisiti richiesti, qual è la soglia di limite di reddito ISEE per fruire del bonus nella misura intera o parziale.

Ricordiamo che l'assegno figli a carico non è richiedibile essendo una misura ancora al vaglio del Senato mentre è stato introdotto dal 2019, il nuovo limite di reddito figli a carico.

 

Assegno universale figli a carico non approvato nella Legge di Bilancio:

L'assegno universale figli a carico, è una nuova misura a favore delle famiglie con almeno 1 figlio a carico, a cui il Senato sta riniziando a lavorarci, grazie alla Commissione Finanze.

ll nuovo assegno familiare universale, infatti, è una proposta del Senatore Stefano Lepri arrivata con il disegno di legge delega Lepri, fermo da vari mesi alle Camere e ripreso ora per la votazione al Senato, già a partire dalla prossima settimana.

Il disegno di legge delega di Lepri, prevede una proposta rivoluzionaria: azzerare tutte le forme di sostegno alle famiglie che hanno almeno un figlio a carico e sostituirle con una nuova misura uguale per tutti a prescindere dal tipo di lavoro svolto, equa e certa.

Ultimo aggiornamento: il bonus figli a carico, risulta ancora in ESAME e non è stato approvato con la Legge di Bilancio 2018.

Anche nella nuova Legge di bilancio 2019, l'assegno universale non è presente ma ci sarà il reddito di cittadinanza.

 

Assegno universale figli a carico: come sarebbe dovuto funzionare se approvato

La misura non è stata approvata!

L'assegno universale figli a carico, se fosse stato invece approvato, avrebbe previsto per ogni figlio a carico il seguente importo:

Assegno universale figli a carico da 0 a 3 anni: bonus pari a 200 euro al mese;

Assegno universale figli a carico da 4 a 18 anni: bonus 150 euro a figlio;

Assegno universale figli a carico da 19 a 26 anni: bonus 100 euro al mese.

Oltre al fatto che questa misura sia oggettivamente più equa, è anche certa dal momento che coinvolge anche lavoratori autonomi e incapienti, oggi esclusi dalle agevolazioni.

L'assegno universale 2017, spetterebbe quindi in misura piena se la famiglia rientra nella soglia di di reddito Isee fino a 30.000 euro, in misura parziale e fino al suo azzeramento, in caso di redditi tra 30mila e 50 mila euro.

Previsti meccanismi ulteriormente incentivanti con la crescita del nucleo familiare.

 

Assegno universale figli a carico requisiti:

In base a quanto previsto dal disegno di legge delega Lepri, i requisiti assegno univarsale figli a carico 2017, sono:

1) Avere almeno un figlio a carico di età compresa tra 0 e 26 anni. Per sapere quando un figlio è considerato a carico, leggi il paragrafo successivo.

2) Avere un reddito ISEE entro i 30.000 euro, per avere l'assegno in misura intera;

3) Avere un reddito Isee tra i 30.000 e 50.000 euro, per avere diritto all'assegno in misura parziale fino al suo azzeramento per i redditi più alti.

 

Quando un figlio è considerato a carico?

Il figlio è considerato a carico quando, il suo reddito non è superiore a 2.840,51 euro, calcolato tenendo conto anche delle seguenti voci:

Reddito dei fabbricati: prodotto dall'applicazione della cedolare secca sulle locazioni.

Eventuali retribuzioni erogare da Enti, organismi Internazionali, consolati, Chiesa ecc.

La quota esente dei redditi di lavoro dipendente effettuato presso le zone di frontiera e paesi limitrofi in via continuativa o in rapporto esclusivo del soggetto residente in Italia.

Reddito d’impresa o di lavoro autonomo soggetto all'imposta sostitutiva dei contribuenti minimi o del regime per le nuove attività produttive.

Nel limite reddito figli a carico, ovvero, 2.840,51 euro, non va calcolato il reddito derivato dalla rendita catastale sugli immobili non affittati assoggettati mentre va calcolato il reddito - rendita catastale abitazione principale e delle relative pertinenze (circolare 1/E del 2008).

Dal 2019, il limite di reddito figli a carico aumenta a 4.000 euro, per i figli non più grandi di 24 anni, per gli altri la soglia rimane a 2.840 euro.

Per maggiori informazioni leggi: figli a carico 2019 detrazioni e agevolazioni.

 

Figli a carico: quanto sarebbe spettato di bonus?

Quanto sarebbe spettato alle famiglie se l'assegno universale fosse stato approvato in via definitiva?

L'importo del bonus figli a carico che sarebbe spettato alle famiglie con i nuovi assegni familiari figli a carico, sarebbe il seguente:

  • bonus 200 euro: per le famiglie che hanno un reddito Isee entro i 30.000 euro e almeno 1 figlio a carico di età compresa tra 0 e 3 anni;
  • bonus 150 euro a figlio: per le famiglie entro 30mila euro di reddito e con almeno 1 figlio a carico tra i 4 anni e 18 anni di età;
  • bonus 100 euro: per le famiglie con redditi fino a 30 mila euro e almeno un figlio a carico tra i 19 e i 26 anni.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?