Software fatturazione elettronica tra privati Agenzia delle Entrate

Fatture elettroniche tra privati generazione trasmissione conservazione software fatturazione elettronica gratis agenzia entrate cos'è e come funziona?

Stampa

Software fatturazione elettronica tra privati Agenzia delle Entrate: l'Agenzia, ha di recente aggiunto un altro tassello alla completamento della digitalizzazione della fatturazione, mettendo a disposizione, a partire dal 1° luglio 2017, il software gratuito SdI, Sistema di Interscambio, per la creazione, gestione e conservazione della fattura elettronica tra privati, ossia, tra imprese, professionisti, società ecc.

Vediamo quindi cos’è e come funziona il nuovo software fatturazione elettronica privati e come scaricare l’app gratuita dell’Agenzia delle Entrate.

 

Fatturazione elettronica tra privati novità:

Novità Fatturazione elettronica tra privati: già un altro articolo di GuidaFisco.it, avevamo dato, e commentato, la notizia che l'Agenzia delle Entrate, avrebbe dato inizio, a partire dal 1° luglio 2017, alla sperimentazione del servizio di fatturazione elettronica tra privati, attraverso il Sistema di Interscambio SdI.

Ora, il sistema con cui professionisti, imprese e artigiani potranno creare, gestire, trasmettere e conservare le fatture elettroniche dal 1° gennaio 2017, è pronto e può essere utilizzato quest'anno da chi ha accettato l'opzione per l'invio telematico delle fatture emesse e ricevute all'Agenzia delle Entrate.

Pertanto, gli utenti interessati, possono accedere al SdI, se sono in possesso di:

  • PIN Agenzia Entrate accesso servizi telematici;
  • nuovo SPID;
  • tramite CNS carta Nazionale dei Servizi,;
  • intermediario abilitato.

Nel software, c'è una sezione dedicata alla fattura elettronica tra privati con i servizi per la generazione, trasmissione e conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche e i dati corrispettivi.

Il software fattura elettronica tra privati dell’Agenzia delle Entrate, che ricordiamo essere completamente gratuito, può essere utilizzato sia per le fatture tra Partite Iva sia per la cd. FatturaPA, ossia, la fattura elettronica Pubblica Amministrazione.

 

App fattura elettronica privati online gratis Agenzia Entrate:

Dal 1° luglio 2017, l’Agenzia ha reso disponibile il nuovo servizio gratuito di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture elettroniche tra privati, accessibile, dal menù a destra del sito ufficiale Agenzia delle Entrate, tramite le credenziali Entratel o Fisconline, SPID o CNS.

In particolare:

dal 1 gennaio 2017 è possibile trasmettere tramite il Sistema di Interscambio:

1) le fatture tra privati;

2) i dati delle fatture attive e passive da trasmettere all'Agenzia;

3) memorizzare elettronicamente e trasmettere per via telematica all’Agenzia, i dati dei corrispettivi elettronici, modalità che ricordiamo essere obbligatoria per i Distributori Automatici.

Le funzionalità per il censimento, il rilascio dei certificati e l'attivazione dei dispositivi sono già disponibili.

In seguito l’Agenzia delle Entrate, provvederà a rilasciare anche l’APP fattura elettronica tra privati, scaricabile gratis su qualsiasi smartphone o device mobile.

Con la nuova app, gli utenti privati abilitati, potranno gestire, ancora più facilmente, la fatturazione elettronica in qualsiasi momento e luogo.

 

Generazione, trasmissione e conservazione fatture elettroniche:

Andando sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, è possibile accedere, dal menù a sinistra in homepage, ai servizi Fatture e corrispettivi. 

Qui, l’utente troverà oltre alla possibilità di creare, generare, trasmettere e conservare la fattura elettronica e anche tutte le informazioni circa la nuova normativa che regola sia la fattura che i corrispettivi.

Vediamo ora come funziona il servizio online gratuito per la fatturazione elettronica dell’Agenzia delle Entrate.

Il servizio Fattura elettronica e Corrispettivi elettronici, utilizza il SdI, Sistema di Interscambio, già utilizzato per la fatturazione elettronica PA, cd. fatturaPA, che ora, è stato adattato per i privati grazie al lavoro di Sogei e dell’Agenzia.

Una volta effettuato l’accesso al servizio fattura elettronica e corrispettivi, con le apposite credenziali, Entratel e Fisconline, SPID Pin Unico PA o CNS, l’utente ha la possibilità quindi di generare, trasmettere e conservare le fatture e i corrispettivi, la cui procedura è spiegata in dettaglio nella sezione “Info e Assistenza online” del sito. 

Procedura generazione fattura elettronica tra privati Agenzia delle Entrate:

L’utente privato, per effettuare la generazione della fattura elettronica tra privati, imprese e professionisti, deve:

1) Accedere al Servizio e scegliere l’utenza di lavoro; 

3) Generare la fattura elettronica; 

4) Selezionare il formato della fattura elettronica, per cui può scegliere se generare una fatttura PA, ordinaria o Semplificata;

5) Una volta effettuata la scelta, in base all'opzione selezionata, l'utente può:

  • Generare una nuova fattura;
  • Riprendere l’ultima fattura generata e archiviata;
  • Importare la fattura da file XML.

Nel caso in cui, venga selezionata la voce "Genera nuova fattura", vanno inseriti i dati del fornitore, del cliente e della fattura. Dopodiché, verificata la correttezza dei dati inseriti, si può procedere alla generazione, trasmisisone e conservazione della fattura elettronica tra privati, imprese e professionisti.

 

Fattura elettronica privati, app Agenzia delle Entrate: perché usarla?

Il software fatturazione elettronica gratis agenzia entrate, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, è in fase di aggiornamento e presto potrà essere utilizzato anche tramite App fatture elettroniche e corrispettivi, per smartphone e tablet.

Perché usare il software fattura elettronica tra privati e l'app?

Perché sono previste diverse agevolazioni per chi usa la fatturazione elettronica tra privati  ad esempio:

  • Esonero comunicazioni delle operazioni blacklist;
  • Esonero spesometro 2017;
  • Esclusione invio modelli Intrastat;
  • Esclusione invio comunicazione degli acquisti effettuati da operatori di San Marino con il modello polivalente e dei contratti stipulati dalle società di leasing;
  • Rimborsi entro 3 mesi successivi alla presentazione della dichiarazione;
  • Esonero dall'obbligo di registrare le fatture emesse e gli acquisti nell’apposito registro;
  • Accertamenti e controlli fiscali ridotti a 1 anno;
  • Esonero dall’obbligo di apposizione del visto di conformità.

Ricordiamo che con la prossima Legge di Bilancio, potrebbe arrivare l'obbligo fatturazione elettronica 2018 tra privati B2B

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?