Cos'è la fatturazione elettronica obbligatoria tra privati B2B e PA?

Fattura elettronica cos'è la fattura elettronica PA xml obbligatoria per la pubblica amministrazione e che cos'è la fattura elettronica tra privati B2B

Stampa

Cos'è la fatturazione elettronica obbligatoria tra privati B2B e PA?: La fattura elettronica è un sistema digitale attraverso il quale è possibile procedere all’emissione, alla gestione e alla conservazione sostitutiva delle fatture online ossia elaborate e riprodotte senza il supporto cartaceo e quindi senza costi di stampa, spedizione e conservazione delle stesse.

Affinché la fattura elettronica abbia valore legale è richiesto dalla legge, la soddisfazione di alcuni e determinati requisiti in primis il formato obbligatorio con il quale devono essere emesse, inviate, archiviate e conservate le fatture elettroniche: il formato digitale XML (eXtensible Markup Language), ossia un formato ad hoc che permette di verificare il significato dei dati e delle informazioni contenuti nel documento a sensi di legge. 

Vediamo ora nello specifico la fatturazione elettronica 2018 cos'è e che cos'è la fattura PA e la fattura elettronica tra privati b2b?.

 

Fattura elettronica cos'è?

Che cos'è la fattura elettronica 2018? La fattura elettronica è un sistema digitale attraverso il quale la fattura viene emessa, trasmessa, gestita e conservata online.

La fattura elettronica è pertanto una fattura tradizionale elaborata online su supporto digitale, dotata però di riferimento temporale, grazie alla cd. marcatura temporale e di firma digitale.

La fattura elettronica così prodotta viene poi spedita online dal mittente e ricevuta e conservata dal ricevente nello stesso formato.

Nella fatturazione elettronica quindi i soggetti coinvolti sono sempre due: chi emette la fattura e chi la riceve e l'archivia ed i dati obbligatori da indicare sono sempre uguali sia che si tratti di una fattura elettronica o di una fattura tradizionale su carta. 

Cosa cambia con la fatturazione elettronica? Con l'avvento della fattura elettronica a cambiare rispetto la fattura tradizionale è:

 

Fattura elettronica tra privati b2b cos'è?

Che cos'è la fatturazione elettronica tra privati B2B? La fattura elettronica tra privati B2B, è la fattura emessa da un’impresa verso un’altra impresa

Come per la fattura PA anche la fattura elettronica b2b è un file in formato xml, firmato digitalmente e conservato in via sostitutiva.

Il professionista o l'impresa, quindi, al fine di utilizzare la fattura elettronica deve avere un software che rispetti tutti i requisiti di legge e che sia in grado di:

- generare la fattura elettronica;

- emettere la fattura elettronica;

- inviare la fattura;

- gestire e conservare le fatture in formato elettronico ai sensi della legge italiana.

Un'altra differenza tra la fattura PA e la fattura elettronica B2B, è che mentre la prima è obbligatoria dal 2015 la seconda lo diventerà con molta probabilità dal 1° gennaio 2019. Infatti finora la fatturazione elettronica tra privati è stata solo un'opzione facoltativa che ha permesso di ottenere diversi incentivi fiscali quali:

  • Esonero dal nuovo spesometro;
  • Esonero comunicazioni operazioni blacklist;
  • Esclusione invio Intrastat acquisti;
  • Esonero Intrastat servizi ricevuti;
  • Esonero dalla trasmissione dei contratti stipulati dalle società di leasing.

Per maggiori informazioni leggi anche: fattura elettronica tra privati B2B e e-fattura tra privati.

 

Che cos'è la fatturazione elettronica PA?

Che cos'è la fattura elettronica PA? La fattura elettronica PA, è il tipo di fattura diventata obbligatoria in Italia per la Pubblica Amministrazione e per tutti gli operatori che hanno rapporti economici con le diverse PA.

La fattura elettronica PA entrata in vigore dal 31 marzo 2015, ha introdotto l'obbligo di emettere, gestire e conservare in formato elettronico XML le fatture prodotte in modo standardizzato che devono essere firmate digitalmente da chi le emette e conservate in via sostitutiva a fini fiscali.

Ecco le caratteristiche della FatturaPA:

  • il contenuto deve essere salvato in un file XML in quanto è l'unico formato accettato dal Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrate sul quale passano TUTTE le fatture emesse e ricevute dalla Pubblica Amministrazione.
  • la fattura PA garantisce: autenticità dell'origine e l'integrità del contenuto grazie all'apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette la fattura,
  • la trasmissione della fattura elettronica è vincolata dalla presenza del cd. codice identificativo univoco dell'ufficio destinatario della fattura riportato nell'Indice delle Pubbliche Amministrazioni.

Il formato XML della fattura PA consente pertanto di avere un formato uguale ed accettato da tutti gli operatori, la firma digitale sulle fatture elettroniche ne garantisce l’autenticità, l’origine e l’integrità dei contenuti del documento informatico, la conservazione sostitutiva che consiste nell’apposizione di un’altra firma digitale e della cd. marca temporale sull’archivio elettronico delle fatture, permette di conservare le fatture per i 10 anni, così come previsto dalle leggi italiane, in formato digitale.

Anche il bollo fatture PA è assolto in telematica.

Vi ricordiamo che il 19 aprile scorso, l'Italia è stata autorizzata dall'UE all'introduzione anticipata della fatturazione elettronica obbligatoria dal 2018 per tutte le informazioni su come generare, trasmettere e conservare la fattura elettronica 2018, leggi Sistema di Interscambio, SdI agenzia entrate mentre per visualizzare i prezzi del servizio, leggi costo fattura elettronica.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?