Visita fiscale sabato domenica e festivi: a che ora si può uscire?

Visite fiscali 2017 sabato domenica privati e pubblici, quali sono le fasce orarie per fare la visita fiscale nel weekend? Esenzioni esonero reperibilità

Stampa

Visita fiscale sabato domenica e festivi, quando è possibile uscire? Il medico Inps può effettuare il controllo dei Lavoratori assenti per Malattia solo in determinati orari.

Tali fasce orarie, sono state modificate con l’entrata in vigore del D.L. 6 luglio 2011, n. 98 "Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria", convertito nella legge n. 111 del 15 luglio 2011 che ha  introdotto un’importante novità in materia di visita fiscale di tutti i lavoratori dai dipendenti pubblici, insegnanti ai privati, dai militari, carabinieri, vigili del fuoco al personale Asl.

La Legge pertanto ha dato la possibilità di attivare le procedure di controllo e verifica della reperibilità del lavoratore da parte dell’Inps, già dal primo giorno di malattia.

Se l’assenza si verifica nelle giornate precedenti o successive a quelle non lavorative, ossia, anche se attaccate al sabato e domenica, festività o anche giorni di riposo e ferie o permessi e licenze, il datore di lavoro, ha diritto a richiedere all’Inps, il servizio di controllo dello stato di salute dei propri dipendenti mediante la presentazione della richiesta della visita fiscale online sin dal primo giorno di malattia.

Tra le tante novità in arrivo nel 2017, c'è quella dell'istituzione del Polo Unico INPS per il controllo e la gestione della visita fiscale per i dipendenti pubblici e privati, l'unificazione delle fasce orarie di reperibilità malattia con molta probabilità a 6 o 7 ore per tutti i dipendenti pubblici e privati e nuova soglia di esenzione visita fiscale per i lavoratori invalidi, prorbabilmente con percentuale di invalidità uguale al 50%.

 

Visita fiscale sabato domenica e festivi:

Le fasce orarie della visita fiscale valgono anche di sabato e domenica, festivi.

Per cui gli orari, che vedremo nello specifico nei prossimi due paragrafi, devono essere obbligatoriamente rispettati, se non si vuole incorrere in provvedimenti disciplinari e sanzioni.

Le fasce orarie dipendenti pubblici e privati sono suddivise in mattina e pomeriggio e sono valide anche il sabato e domenica, festivi, feste patronali, Natale e Pasqua, Capodanno e Ferragosto.

I lavoratori pertanto, devono risultare reperibili durante queste fasce mentre al di fuori delle suddette, non è più lecita la visita fiscale e il lavoratore può sottrarsi al controllo.

I diversi orari della visita fiscale, ossia, le fasce orarie di reperibilità malattia per adesso sono diverse a seconda che se si tratti di lavoratori privati che dipendenti pubblici, ovvero, dipendenti del Pubblico Impiego come insegnanti e personale scolastico, militari, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Enti Locali, Agenzie Fiscali.

  

Visita fiscale orari privati:

Visita Fiscale 2017 orari privati:

  • dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00
  • validità fasce orarie: 7 giorni su 7 inclusi sabato e domenica, festivi e prefestivi, Natale, Pasqua, Capodanno, Ferragosto, feste Patronali ecc.  

Nei suddetti orari della visita fiscale, il lavoratore assente per malattia, deve rimanere in casa o presso l’indirizzo comunicato al momento della dichiarazione dell’inizio malattia in quanto può ricevere la visita medico fiscale richiesta direttamente dal datore di lavoro o dall’INPS.

 

Visite fiscali orari Pubblico Impiego:

Le fasce orarie visita fiscale pubblici 2017, sono:

  • dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00;
  • 7 giorni su 7 inclusi sabato, domenica, festivi e prefestivi, Natale, Pasqua, Capodanno, Ferragosto, feste Patronali ecc.  

Nelle suddette fasce orarie, il lavoratore assente per malattia è obbligato ad essere reperibile per consentire il controllo e la verifica da parte del medico dell’INPS presso il domicilio comunicato al momento della dichiarazione di inizio malattia. Si ricorda che per i soli dipendenti pubblici, sono esclusi dall’obbligo di reperibilità i lavoratori la cui assenza dal lavoro, sia dipesa da patologie gravi che richiedono terapie salvavita, da infortuni sul lavoro, da malattie per le quali è riconosciuta la causa di servizio e dagli stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta. 

Per maggiori informazioni e aggiornamenti leggi anche: Visite fiscali orari 2017.

 

Chi non deve rispettare gli orari della visita fiscale? Esenzioni ed esoneri:

Dipendenti pubblici, chi è escluso dall'obbligo visita fiscale? In base al Decreto della PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, DECRETO 18 dicembre 2009 , n. 206 Determinazione delle fasce orarie di reperibilità per i pubblici dipendenti in caso di assenza per malattia i soli dipendenti che sono esclusi dall'obbligo visita fiscale sono i dipendenti pubblici per le seguenti cause:

Patologie gravi che richiedono terapie salvavita;

Infortuni sul lavoro Inail: vi è l’obbligo di reperibilità solo la reperibilità nelle fasce orarie è prevista dai contratti collettivi;

Malattie professionali INAIL per le quali è stata riconosciuta la Causa di Servizio Inail: vi è l’obbligo di reperibilità solo la reperibilità nelle fasce orarie è prevista dai contratti collettivi;

Stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta.

Dipendenti privati: chi è escluso dall'obbligo di rispettare le fasce di reperibilità? La nuova Circolare INPS n. 95 del 7 giugno 2016, ha stabilito che i privati esenti dalla visita fiscale 2017 sono coloro, la cui causa di malattia è riconducibile a:

  • Malattie gravi con terapie salvavita;
  • Stati patologici sottesi o connessi a situazioni di invalidità riconosciuta, in misura pari o superiore al 67%.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili