Enasarco aliquote 2018: contributi massimali e minimali provvigioni

Enasarco aliquote 2018 contributi per agenti di commercio e rappresentati, minimale contributivo massimale scadenza versamento per chi ha obbligo iscrizione

Stampa

Enasarco aliquote 2018 agenti di commercio e rappresentanti: anche quest'anno aumento progressivo della contribuzione obbligatoria da versare all'Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio. Tale aumento deciso con la Riforma previdenziale 2013, ha previsto l'aumento delle aliquote per 8 anni dal 2013 al 2020, dal 13,5% al 17%.

 

Chi deve iscriversi all'Enasarco?

L'obbligo di iscrizione all'Enasarco, quale ente di previdenza, spetta a:

  • Tutti gli agenti che lavorano in proprio o presso società associazioni o qualsiasi altra forma giuridica che siano illimitatamente responsabili per le obbligazioni sociali.
  • Tutti gli agenti e rappresentanti di commercio che operano sul territorio italiano per conto di ditte italiane o straniere con sede o una qualsiasi dipendenza in Italia.
  • In caso di società di persone: possono essere iscritti tutti i soci di società in nome collettivo ed i soli soci accomandatari in caso di società in accomandata.
  • L’obbligo di iscrizione è anche per tutte le ditte preponenti straniere che pur non avendo sede in Italia, operano abitualmente nel territorio nazionale o esercitano una parte considerevole delle attività in Italia.

Tale iscrizione all'Enasarco, va poi effettuata dalla ditta entro 30 giorni dalla data di inizio del rapporto di agenzia.

 

Iscrizione Enasarco 2018 come funziona? Modulo domanda:

Entro quanto tempo va fatta l'iscrizione all'Enasarco? La ditta entro 30 giorni dall'inizio del rapporto deve presentare la domanda di iscrizione Enasarco per l'agente, l'Ente ricevuto il modello provvede ad assegnare alla ditta proponente il numero di posizione ed il n° matricola all'agente mentre il numero identificativo viene comunicato alla società di agenzia.

Moduli iscrizione Enasarco:

Mod. 501/2013 per gli agenti che operano individualmente;

Mod. 502/2013 agenti che operano in società di persone;

Mod. 503/2013 agenti che operano in società di capitali.

Come si compila la domanda di iscrizione Enasarco 2018? Una volta scaricata la modulistica, la ditta proponente deve compilare il modello indicando il suo codice fiscale e quello dell'agente, i dati anagrafici, data di conferimento del mandato, specificando se l'agente esercita per una ditta monomandataria o plurimandataria e solo per gli agenti che operano in società, indicare gli estremi dell'atto di costituzione della società e le quote di partecipazione.

Come fare l'iscrizione? Le ditte proponenti possono procedere all'iscrizione dell'agente utilizzando i servizi telematici, previa registrazione, direttamente online sul sito InEnasarco, oppure, scaricando l'apposito modulo da inviare alla Fondazione presso il seguente indirizzo: Via Antoniotto Usodimare 31 - 00154 Roma;

 

Enasarco aliquote 2018 contributi agenti e rappresentanti di commercio

Quali sono le nuove aliquote Enasarco 2018?

Le aliquote Enasarco 2018 che agenti e rappresentanti di commercio e le ditte, devono versare al Fondo di previdenza:

Enasarco aliquote 2018: 16% delle provvigioni: Aliquota Monomandatario 16% (futuro) Aliquota Plurimandatario 16% (futuro).

Il 50% dell’Importo, scaturito dall’applicazione dell’Aliquota Enasarco sull’Imponibile Provvigionale di competenza è a Carico dell’Agente (con una trattenuta diretta in fattura) e il restante 50% è a Carico dell’Azienda Mandante stessa.

Il pagamento viene effettuato dalla ditta preponente che è responsabile anche della quota trattenuta all'agente.

Dal 2018 i minimali e i massimali Enasarco sono determinati applicando agli importi stabiliti per il 2016, la rivalutazione ISTAT, pertanto, per conoscere le nuove soglie del minimale contributivo Enasarco 2017 e del massimale provvigionale 2017, occorre attendere l'aggiornamento da parte dell'ISTAT.

Nel frattempo indichiamo i valori del 2017:

Minimale e massimale Enasarco rivalutato annualmente dall'ISTAT in base all'indice generale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati è stato di

  • Massimale Enasarco Monomandatario 37.500,00 Euro  
  • Massimale Enasarco Plurimandatario 25.000,00 Euro

 

Aliquota Fondo Assistenza e requisiti pensione Ensarco:

L'aliquota contributiva Fondo Assistenza è:

  • Fino  a 13 milioni: aliquota al 4% di cui 3% proponente e 1% società di capitali sdc;
  • Da 13 a 20 milioni: aliquota 2% di cui 1,5% proponente e 0,5% sdc;
  • Da 20 a 26 milioni: aliquota 1% di cui 0,75% proponente e 0,25% sdc;
  • Oltre i 26 milioni aliquota 0,5% di cui 0,35 proponente e 0,2% sdc.

Per gli agenti che operano in società d capitali comprese SPA e SRL, infatti, i contributi sono calcolati in modo diverso, in quanto la loro misura è determinata sulle somme dovute in dipendenza del rapporto di agenzia, senza tener conto del minale contributivo o del massimale provvigionale.

Requisiti pensione Enasarco 2018:

  • Età pensionabile aumento: Uomini a 66 anni con 20 anni di contributi - Donne a 64 anni con 20 anni di contributi versati.
  • Quota pensione 2018, ossia, la somma tra età e contributi versati è per gli uomini “quota 92” e per le donne “quota 88”.

 

Da quando il pagamento dei contributi è obbligatorio?

I contributi previdenziali sono dovuti dall'agente e dalla ditta, dal momento in cui matura il diritto alla provvigione, per cui a prescindere dalla data di effettivo versamento della stessa all'agente o dalla fattura il contributo è subito dovuto.

Rimane facoltà della ditta e dell'agente, trovare un accordo per decidere di spostare a livello temporale la maturazione della provvigione che comunque non può superare la data in cui il cliente effettua il pagamento del relativo bene.

 

Come si versano i contributi e quando? Scadenza versamento: 

Come versare i contributi Enasarco: La ditta proponente accedendo alla propria area riservata del sito ufficiale dell'Ente Enasarco, può compilare online le provvigioni degli agenti e calcolare subito i contributi dovuti. Una volta calcolato il contributo, la ditta può scegliere se pagare tramite: Bollettino bancario MAV oppure tramite RID.

Scadenza versamento: 1° trimestre entro il 20 Maggio, 2° trimestre entro il 20 Agosto, 3° trimestre entro il 20 Novembre e 4° trimestre entro il 20 Febbraio.

In caso di mancato pagamento dei contributi dovuti nell'ultimo anno o di ritardato versamento rispetto alle date sopra indicate, la ditta può ricorrere spontaneamente al ravvedimento pagando una sanzione ridotta in percentuale al tasso ufficiale di riferimento.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?