Ddl concorrenza 2017: rc auto e sconto polizza assicurazioni, novità

Decreto sulla concorrenza 2017 assicurazioni auto novità scatola nera e sconti sulla polizza RC, ritorna il tacito rinnovo, norma contro falsi testimoni

Stampa

Ddl Concorrenza 2017 assicurazioni RC auto, polizze, sconti, preventivi e tacito rinnovo, sono solo alcune delle misure introdotte nel testo della nuova legge sulla concorrenza 2017 del Governo Gentiloni.

Tante le novità contenute nel Ddl concorrenza in materia di assicurazioni RC Auto e sconti polizza, vediamo cosa cambia.

 

Ddl Concorrenza Assicurazioni auto contro le frodi:

Il Ddl Concorrenza è la legge sulla concorrenza che il Governo Renzi-Gentiloni ha voluto introdurre al fine di ridurre le frodi assicurative.

Innanzitutto nel decreto sulla concorrenza c'è:

La Repressione delle frodi assicurative che prevede che ogni compagnia assicurativa RC veicoli terrestri sia obbligata ad inviare ogni anno all’ISVAP, una relazione, redatta su specifico modello da approvare entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, contenete tutti i dati relativi a:

  • incidenti a rischio frode,
  • numero di querele o denunce presentate all’autorità competente compreso l’esito dei procedimenti penali delle stesse;
  • misure adottate dalla compagnia atte a evitare le frodi assicurative. 

Le compagnie, nella stessa relazione dovranno, inoltre, indicare il loro bilancio annuale e pubblicare su internet o altro mezzo di diffusione, una stima approssimativa della riduzione della spesa per i sinistri derivati dal controllo e contrasto delle frodi assicurative svolte dalla stessa compagnia.

 

Ddl concorrenza 2017 torna il tacito rinnovo ma non per la RC Auto

Con il Ddl concorrenza 2017 torna anche il rinnovo tacito per le polizze assicurative Rc auto.

Ciò significa che se la norma dovesse essere approvata in via definitiva, tornerebbe in vigore il tacito rinnovo per le polizze assicurative sui rischi accessori, ivi comprese quelle automobilistiche.

A seguito di ciò, alla scadenza della polizza, qualora non venga disdetta entro un termine ben preciso, si rinnoverà tacitamente, per cui il vincolo non decadrà in automatico alla scadenza naturale del contratto ma si rinnoverà per un altro anno.

Nel passaggio del testo del ddl concorrenza 2017 in Commissione, è stato ripristinato il rinnovo tacito per le polizze assicurative del ramo danni, polizze che riguardano anche il settore automobilistico.

Dal tacito rinnovo per le polizze assicurative, è stata esclusa l’assicurazione Rc auto.

Slittato di 3 mesi, lo stop del monopolio di Poste per la notifica di multe e atti giudiziari.

Ecco tutta la verità sul ddl concorrenza 2017 tacito rinnovo.

 

Ddl concorrenza 2017 Rc auto: sconti polizza per chi istalla la scatola nera

Uno dei principali capitoli del Ddl Concorrenza 2017 riguarda le assicurazioni e in particolare la Rc auto. Tra le novità introdotte figurano gli sconti per gli automobilisti che installano dispositivi come la scatola nera e per gli automobilisti 'virtuosi' che risiedono nelle aree a più alta sinistrosità e con prezzi più alti. Il provvedimento lascia all'Ivass i compiti di determinazione (sono previste anche misure anti-frode nel settore).

  • Ispezione del veicolo prima della stipula della polizza: La legge sulla concorrenza ha previsto su richiesta della compagnia assicurativa, la possibilità, in sede di proposta di preventivo polizza Rc, di richiedere al potenziale assicurato, di sottoporre il suo veicolo ad ispezione. Se l'interessato accetta, ha diritto ad una riduzione delle tariffe applicate dall'assicurazione.
  • Per chi istalla dispositivi che impediscono di mettere in moto l'auto in caso si sia bevuto troppo e per le compagnie assicurative.
  • Scatola nera: Nel caso in cui l’assicurato acconsenta ad istallare nella propria auto una black box al fine di registrare tutte le attività del veicolo, i costi dell'istallazione sono a carico delle compagnie che devono applicare inoltre uno sconto sulla polizza rc.
  • Sanzioni per le compagnie assicuratrici che non applicano gli sconti tariffa previsti: da 5.000 euro a 40.000 euro.
  • Falsi testimoni in caso di incidenti stradali con danni solo a cose e non alle persone, è previsto che la comunicazione dei nomi dei testimoni avvenga contestualmente al momento della denuncia del sinistro o, in ogni caso, nel primo atto formale presentato all'assicurazione.
  • Testimoni di professione: data la possibiità, in sede di processo civile, al giudice di poter segnalare alla Procura, i testimoni che compaiono in più di 3incidenti negli ultimi 5 anni.
  • Per il risarcimento danni non patrimoniali da sinistri stradali si userà la tabella unica del Tribunale di Milano.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili