Cumulo gratuito pensioni professionisti: cos'è e come funziona?

Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018 cos'è e come funziona il calcolo contributi da quando il pagamento e come fare domanda all'Inps o altra Cassa

Stampa

Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018: Per le pensioni dei professionisti 2018 è arrivata finalmente la notizia che molti aspettavano: la firma dell'intesa tra INPS e Adepp, ossia l'Associazione delle gestioni previdenziali dei liberi professionisti, che consentirà a breve il pagamento delle pensioni dei professionisti in regime di cumulodei contributi versati in altre casse.

Alla luce di questa novità sarà quindi possibile tra poco la liquidazione della pensione dei professionisti in cumulo grazie alla nuova intesa per il riconoscimento delle pensioni in totalizzazione e cumulo gratuito, per quei professionisti che hanno versato i contributi sia presso le casse private che nelle gestioni Inps.

Vediamo quindi Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018 cos'è e come funziona il calcolo, da quando il pagamento e come fare domanda all'Inps o altra Cassa.

Per le novità pensioni 2019, leggi il nostro articolo aggiornato su riforma pensioni 2019 e pensioni Quota 100 calcolo e requisiti.

 

Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018 cos'è?

Che cos'è il cumulo gratuito pensioni professionisti?

  • Il Cumulo gratuito pensioni professionisti è l'agevolazione che consente di calcolare, ovvero di sommare in modo gratuito, i contributi versati dai professionisti in casse previdenziali diverse, al fine di maturare il diritto alle pensione. Tale possibilità, è stata concessa finalmente dopo la sottoscrizione dell'accordo tra l'INPS e l'Adepp, l'Associazione delle gestioni previdenziali dei liberi professionisti.
  • La firma di questa importante intesa ha consentito anche alle 18 casse dei liberi professionisti tra cui Inarcassa, Enpam, Cipag, CNPR, Cassa Forense ecc, di aderire alla convezione mentre per l’Inps, l'implementazione del servizio online INPS per l'invio delle domande ed il pagamento delle pensioni in regime di cumulo.

Lo sai che dal prossimo anno arriverà anche la flat tax professionisti 2019, la pensione di cittadinanza a 780 euro ed il reddito di cittadinanza dal 2019.

 

Pensioni professionisti in cumulo 2018: come funziona?

Come funziona il cumulo pensioni professionisti 2018? Per le pensioni dei professionisti 2018, il cumulo, funziona così:

- il professionista ha la possibilità di cumulare - sommare gratuitamente tutti i contributi accreditati presso casse diverse.

- grazie al cumulo dei contributi, i professionisti, possono ottenere i seguenti diritti:

Pensione di vecchiaia: se raggiunge l'età minima di 66 anni e 7 mesi di età + 20 anni di contributi;

Pensione anticipata Inps: se si sono versati 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne;

Pensione d’inabilità e ai superstiti.

- La domanda di cumulo dovrà essere presentata all’Ente o alla Cassa di ultima iscrizione, ciò significa che deve essere richiesto all'Ente/Cassa dove l’assicurato risulta iscritto al momento del verificarsi dell'evento. Nel caso in cui l'ultima iscrizione risulti a più forme assicurative, è il professionista a scegliere a chi presentare la domanda.

- Ai fini della domanda di pensione in totalizzazione o in cumulo gratuito, l'Inps, provvederà a mettere a disposizione degli Enti/Casse una piattaforma informatica ad hoc che ne consenta l'acquisizione, la verifica dei dati contributivi e assicurativi, dei requisiti e dell'importo della pensione, fino all'esito finale.

- Una volta presentata la domanda di pensione in regime di totalizzazione/cumulo ciascun Ente/Cassa dovrà convalidare tutti i dati, la misura dell'assegno ed i periodi di riferimento, presenti negli archivi del Casellario centrale degli iscritti attivi.

- Terminato l'accertamento del diritto, l'Ente, indicherà la decorrenza, la quota di propria competenza e le quote di competenza delle altre forme assicurative interessate alla totalizzazione o al cumulo.

 

Cumulo gratuito pensione 2018: a chi spetta?

A chi spetta il cumulo gratuito della pensione nel 2018?

I lavoratori che possono accedere al cumulo contributivo della pensione, sono:

  • Lavoratori iscritti a due o più forme di assicurazione obbligatoria dei lavoratori dipendenti (FPLD);
  • Lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, coltivatori diretti e mezzadri);
  • Lavoratori iscritti alla gestione separata Inps;
  • Lavoratori iscritti alle forme sostitutive ed esclusive dell’AGO (ex Inpdap, ex Enpals, ecc).
  • Lavoratori iscritti alle Casse professionali private e privatizzate ex D.Lgs. 509/94 e D. Lgs. 103/96: ad esempio Inarcassa, Enpam, Cipag, CNPR, Cassa Forense, Cassa Geometri, Periti Industriali, Dottori Commercialisti, Ragionieri, ecc.

 

Cumulo gratuito pensioni professionisti calcolo:

Pensioni professionisti come si calcola il cumulo? Il Cumulo gratuito pensioni professionisti si calcola, a differenza della totalizzazione dei contributi dove è ad esempio l'INPS a consentire la somma dei contributi presenti nelle diverse gestioni, sulla base della somma dei pro-quota di ciascuna gestione interessata.

Ogni Ente coinvolto, effettua il calcolo della sua quota rispetto agli anni di iscrizione maturati, applicando le proprie regole di calcolo, le retribuzioni ed i contributi versati.

L'anzianità, pertanto, è un elemento molto importante per la determinazione del sistema di calcolo della pensione:

  • sistema retributivo: per quegli Enti/Casse che hanno adottato tale regime di calcolo, ad esempio Inarcassa l'ha adottato fino al 2012;
  • sistema contributivo: il cui calcolo avviene sulla base dei contributi versati.

A tale proposito va ricordato che molte Gestioni hanno adottato il ricalcolo contributivo in quei casi in cui vengono meno determinati requisiti, ecco qualche esempio:

Cassa Ragionieri: applica interamente il calcolo contributivo nei casi di pensione anticipata:;

Cassa Forense: riconosce il ricalcolo contributivo, solo se si sono versati minimo 33 anni di contributi nel biennio 2017-2018, 34 anni nel 2019-2020 o di almeno 35 anni di contributi dal 2021.

 

Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018: domanda e da quando il pagamento?

Cumulo gratuito pensioni professionisti 2018 domanda: come chiarito dall'INPS, i professionisti che intendono richiedere il cumulo dei contributi, devono presentare la domanda di pensione all’ente previdenziale al quale risultano versati gli ultimi contributi.

  • Nel caso in cui il professionista risulti iscritto a più gestioni, può scegliere la cassa a cui presentare la domanda.
  • Nel caso in cui il professionista raggiunga il perfezionamento dei requisiti per la pensione di vecchiaia e non quelli previsti dalla cassa professionale, può presentare la domanda all’Inps, che poi la inoltrerà alla cassa di riferimento per la verifica della sussistenza del diritto alla pensione.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?