Congedo di maternità 2019: fino al nono mese di gravidanza, novità

Nuovo congedo di maternità novità legge di Bilancio 2019 fino al nono mese di gravidanza cos'è come funziona durata 5 mesi, come fare domanda online Inps

Stampa

Nuovo congedo di maternità in Legge di Bilancio 2019: è stato approvato dalla Commissione bilancio alla Camera, all’interno del testo del maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019, una misura che riguarda il congedo maternità ossia periodo di astensione obbligatoria dal lavoro, riconosciuto per legge, alle donne lavoratrici durante la gravidanza e il puerperio.

In pratica stanno alle ultime novità, se l’emendamento dovesse ottenere l’approvazione definitiva da parte del Parlamento, le donne lavoratrici, in presenza di una nuova buona condizione di salute certificata dal medico, potrebbero decidere di lavorare fino a nono mese di gravidanza e fruire dei 5 mesi del congedo maternità obbligatorio, dopo il parto.

In attesa di sapere se sarà possibile per le neomamme lavoratrici rimanere a lavoro fino al nono mese, andiamo a vedere in dettaglio il congedo maternità Inps cos'è come funziona, requisiti, a chi spetta e quando, durata 5 mesi e come fare domanda online.

 

Nuovo congedo di maternità novità in Legge di Bilancio 2019:

Nuovo congedo di maternità in Legge di Bilancio 2019: è stato ammessa all’interno del testo del maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019, una nuova misura proposta dalla Lega in merito al congedo di maternità ossia, il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro che spetta alle donne lavoratrici durante la gravidanza e il puerperio.

Stanno alle ultime novità, qualora l’emendamento dovesse essere approvato, le donne lavoratrici, previo benestare del proprio medico, potrebbero decidere di lavorare fino a nono mese di gravidanza e fruire dei 5 mesi del congedo di maternità obbligatorio, dopo il parto.

In attesa di sapere se con la nuova Legge di Bilancio 2019 passerà o meno la nuova norma andiamo a conoscere meglio il congedo di maternità Inps cos'è come funziona, requisiti, a chi spetta e quando, durata 5 mesi e come fare domanda online.

Leggi anche assegno di maternità 2019 e le altre novità Legge di Bilancio 2019 bonus famiglie e figli.

 

Congedo di maternità Inps cos'è e come funziona?

Che cos'è il congedo maternità Inps? Il congedo di maternità Inps è un periodo di astensione obbligatoria dal lavoro che la neomamma deve rispettare. 

Congedo di maternità 2019 come funziona: il congedo di maternità obbligatorio è riconosciuto per 5 mesi, 2 mesi prima del parto e 3 mesi dopo il parto ma il periodo, può anche essere prorogato dalla Direzione territoriale del lavoro, in caso di mansioni incompatibili con il puerperio.

Nel caso in cui, la madre, in presenza di determinate cause, non possa fruire del congedo, l'astensione dal lavoro obbligatoria spetta al padre ed in questi casi si parla di congedo di paternità.

Il diritto al congedo spetta non solo per la nuova nascita ma anche in caso di adozione o affidamento di uno o più minori.

 

Congedo di maternità 2019: a chi spetta?

A chi spetta il congedo di maternità? Il congedo di maternità 2019 spetta a:

  • lavoratrici dipendenti assicurate all'INPS anche per la maternità;
  • apprendiste, operaie, impiegate, dirigenti con un rapporto di lavoro in corso all'inizio del congedo;
  • disoccupate o sospese;
  • lavoratrici agricole a tempo indeterminato o determinato qualora nell'anno di inizio del congedo, siano braccianti iscritte negli elenchi nominativi annuali per almeno 51 giornate di lavoro agricolo;
  • colf e badanti;
  • lavoratrici a domicilio;
  • lavoratrici in attività socialmente utili o di pubblica utilità;
  • lavoratrici iscritte alla Gestione Separata INPS e non pensionate;
  • lavoratrici dipendenti pubbliche.

 

Congedo di maternità 2019 novità a lavoro fino al nono mese di gravidanza e durata:

Congedo di maternità 2019 durata: la durata del periodo di astensione al lavoro obbligatoria dura in tutto 5 mesi così divisi.

Prima del parto:

  • possono essere presi 2 mesi di congedo di maternità prima della data presunta del parto, se c'è l'interdizione disposta dalla AS per gravidanza a rischio o mansioni incompatibili con la gravidanza.

Dopo il parto:

  • 3 mesi di congedo di maternità (salvo flessibilità) e, in caso di parto avvenuto dopo la data presunta, i giorni compresi tra la data presunta ed effettiva;
  • 3 mesi più i giorni non goduti, se il parto è anticipato rispetto alla data presunta (parto prematuro o precoce). Questo anche nel caso in cui la somma dei tre mesi successivi al parto e dei giorni compresi tra la data effettiva e quella presunta del parto supera il limite di cinque mesi;
  • l'intero periodo di interdizione prorogata disposto dalla Direzione territoriale del lavoro (per mansioni incompatibili con il puerperio).

Il giorno del parto va aggiunto ai 5 mesi di congedo.

Leggi invece quando è possibile la maternità anticipata Inps in caso di parto prematuro o ricovero del neonato. 

Congedo di maternità 2019 novità: con l'approvazione della legge di Bilancio 2019, potrebbe essere consentito alla futura mamma di fruire interamente dei 5 mesi di astensione obbligatoria, dopo il parto, per cui potrà rimanere a lavoro fino al nono mese di gravidanza.

 

Congedo di maternità 2019 quanto spetta e chi paga:

Congedo di maternità 2019 quanto spetta:

  • alla neomamma lavoratrice dipendenti spetta un'indennità pari all'80% della retribuzione media globale giornaliera calcolata sull'ultimo mese di lavoro precedente all'inizio del congedo.
  • alle neomamme iscritte alla Gestione Separata, qualora il reddito derivi dallo svolgimento di attività libero professionale o di collaborazione coordinata e continuativa parasubordinata, l'indennità di congedo è pari all'80% di 1/365 del reddito.

Congedo di maternità chi paga:

  • il datore di lavoro direttamente in busta se ha scelto il pagamento con il metodo del conguaglio CA2G, altrimenti,
  • l'Inps tramite bonifico postale o accredito su conto corrente bancario o postale in caso di lavoratrici:
    • stagionali;
    • agricole;
    • dello spettacolo se saltuarie o a termine;
    • colf e badanti;
    • disoccupate o sospese;
    • assicurate ex IPSEMA
    • iscritte alla Gestione Separata.

 

Congedo di maternità 2019 requisiti per la domanda Inps:

Congedo di maternità requisiti: ecco i requisiti che le neomamme devono possedere per avere diritto al congedo di maternità:

  • per le lavoratrici dipendenti: occorre avere un rapporto di lavoro in essere;
  • per le colf e badanti, servono 26 contributi settimanali nell'anno precedente l'inizio del congedo di maternità o 52 contributi settimanali nei 2 anni precedenti il congedo-
  • Per le lavoratrici agricole: possesso della qualità di bracciante con iscrizione negli elenchi nominativi annuali per almeno 51 giornate di lavoro agricolo.
  • Per le lavoratrici disoccupate o sospese: il congedo di maternità deve iniziare entro 60 giorni dall'ultimo giorno di lavoro mentre se si ha diritto alla disoccupazione, alla mobilità o alla cassa integrazione, il congedo può iniziare oltre i 60 giorni. Per le disoccupate che negli ultimi 2 anni hanno svolto lavori che non prevedevano il contributo per la disoccupazione, il congedo spetta solo se il periodo di astensione è iniziato entro 180 giorni dall'ultimo giorno di lavoro e sono stati versati all'INPS 26 contributi settimanali nei 2 anni precedenti.
  • Per le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata INPS e non pensionati: spetta se ne 12 mesi precedenti il mese di inizio del congedo di maternità sono stati versati almeno 3 contributi mensili.

 

Quando fare domanda di congedo maternità?

La domanda di congedo maternità va presentata 2 mesi prima della data prevista per il parto e non oltre 1 anno, pena la perdita del diritto.

Molto importante è ricordarsi di trasmettere per via telematica all'INPS tramite medico SSN o convenzionato, il certificato medico di gravidanza, prima del periodo di fruizione del congedo di maternità,

Successivamente la neomamma lavoratrice dovrà comunicare obbligatoriamente entro 30 giorni dal parto: la data di nascita del figlio e le relative generalità.

 

Congedo di maternità come fare domanda online Inps:

Congedo di maternità domanda online Inps: le lavoratrici per presentare la domanda di congedo di maternità all'INPS possono farlo:

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?