Condono Equitalia domande rottamazione cartelle 2018 scadenza

Condono Equitalia richiesta e modulo domanda rottamazione dei ruoli con nuova sanatoria cartelle di pagamento prevista dalla Legge di Stabilità 2018

Stampa

Condono Equitalia richiesta rottamazione cartelle 2018, è la modalità attraverso la quale, il contribuente che ha ricevuto una cartella di pagamento dal 1° gennaio al 30 settembre 2017, può aderire, al fine di cancellare i debiti con Equitalia.

La nuova Sanatoria, che si chiama rottamazione bis cartelle Equitalia, consente di beneficiare di una definizione agevolata delle cartelle, pagando solo il tributo omesso e senza calcolare l'applicazione di interessi, sanzioni e aggio di riscossione, fatta eccezione per le multe che in quanto già sanzioni amministrative, scontano solo gli interessi.

Vediamo quindi cos'è e come funziona la richiesta di rottamazione cartelle bis.

 

Rottamazione cartelle Legge di Stabilità 2018:

Nel decreto fiscale collegato alla Legge di Stabilità 2018, è presente un emendamento che prevede la cd. rottamazione bis 2018, ossia, la possibilità per i contribuenti, di ottenere un forte sconto su interessi, sanzioni e aggio di riscossione, sulle cartelle di pagamento Equitalia notificate tra il 1° gennaio ed il 30 settembre 2017 e la riammissione solo in alcuni casi, per le vecchie cartelle notificate dal 2000 al 31 dicembre 2016.

Requisiti rottamazione cartelle Equitalia 2018.

Per poter procedere all'adesione agevolata dei ruoli, il contribuente deve essere in possesso di determinati requisiti e soddisfare alcune condizioni.

Per cui per accedere al Condono Equitalia 2018 requisiti domanda sono:

  • Rinunciare ai contenziosi in corso con Equitalia - Agenzia Entrate-Riscossione. Tale rinuncia, va comunicata per iscritto in sede di compilazione del modulo domanda di adesione rottamazione cartelle;
  • Le cartelle oggetto di condono, sono quelle notificate al contribuente tra il 1° gennaio 2017 ed il 30 settembre 2017. Per la sanatoria vecchie cartelle notificate tra il 2000 ed il 31 dicembre 2016, si deve far riferimento a quanto previsto dal nuovo decreto fiscale rottamazione bis.
  • Può essere condonata la cartella rateizzata, solo nel caso in cui, l'ultima rata della dilazione ha scadenza oltre il 31 dicembre 2016 e se è in regola con i pagamenti delle rate con scadenza tra 1° ottobre e 31 dicembre.
  • Per accedere al condono, il contribuente, deve provvedere ad inviare specifica domanda, tramite l'apposita modulistica rottamazione dei ruoli: il modello DA-2017.
  • Sul modulo domanda di adesione rottamazione cartelle, il contribuente, deve indicare obbligatoriamente la scelta su come pagare l’importo ricalcolato della nuova cartella scontata, ovvero, a rate o in un’unica soluzione.
  • Per chi decide di pagare a rate l'importo ricalcolato della cartella Equitalia, può dilazionare il pagamento in massimo 5 rate.

 

Rottamazione cartelle Equitalia 2018: come funziona e quali debiti?

I cittadini che possono aderire al condono delle cartelle di pagamento Equitalia sono:

a) Tutti i contribuenti che hanno ricevuto una cartella di Equitalia notificata tra il 1° gennaio e 30 settembre 2017;

b) Tutti i contribuenti che hanno rateizzato una o più cartelle di Equitalia.

In caso di cartella già rateizzata, il condono, può essere richiesto solo se l'ultima rata ha una scadenza oltre il 31 dicembre 2016.

Come funziona il condono sulla cartella rateizzata?

In questo caso, Equitalia, dopo aver ricevuto la richiesta di adesione alla rottamazione dei ruoli, ricalcola l'importo della cartella senza gli interessi e le sanzioni ma applica l'aggio di riscossione, dopodiché lo comunica al contribuente, totale se si è scelto di pagare in un'unica soluzione o delle 5 rate, con la relativa scadenza, se si è, invece, optato per la dilazione del pagamento,

Se poi con le precedenti rate, il contribuente, ha già coperto l'importo ricalcolato della cartella, Equitalia, provvede a estinguere il debito.

Nel momento in cui, si aderisce alla sanatoria tramite modulo ufficiale, ma non si paga quanto dovuto, o lo si paga in ritardo o in modo insufficiente, il beneficio decade e riparte il calcolo degli interessi e delle sanzioni sulla vecchia cartella.

Quali cartelle Equitalia possono essere rottamate?

E' possibile fare richiesta di rottamazione cartelle Equitalia per:

Non spetta il condono Equitalia, invece, per:

  • Multe UE;
  • IVA all'importazione;
  • Somme derivanti da pronunce di condanna della Corte dei conti;
  • Multe, ammende e sanzioni relativi a provvedimenti o sentenze penali di condanna.

 

Domanda rottamazione cartelle 2018: scadenza invio modulo

Per fruire del condono di multe, bolli e debiti a vario titolo, il contribuente deve inviare specifica richiesta, utilizzando l'apposito modulo domanda.

La richiesta di rottamazione bis, va presentata con il modulo domanda di adesione rottamazione dei ruoli, che l'Agenzia Entrate-Riscossione deve ancora approvare, lo farà entro 90 giorni dall'entrata in vigore dal decreto.

La scadenza domanda rottamazione cartelle 2018 è il 15 maggio 2018.

Nello stesso modulo va poi indicata la modalità scelta per pagare l'importo della cartella scontata, ossia, pagamento tramite:

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili