Comunicazione Enea ristrutturazione 2018: obbligatoria, come funziona?

Comunicazione Enea ristrutturazioni obbligatoria da settembre cos'è come e funziona, modulo e istruzioni compilazione, come e dove inviarla online e quando

Stampa

Comunicazione Enea ristrutturazione 2018 obbligatoria da settembre: in base alle ultime novità l'obbligo di comunicare all'ENEA i dati degli interventi di ristrutturazione edile sarà a partire dal mese di settembre 2018 in concomitanza alla messa online del sito dedicato.

Si ricorda che tale obbligo di comunicazione Enea ristrutturazioni, è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2018 con l'obiettivo di migliorare la capacità di misurazione dell’impatto energetico sui lavori in casa e sarà operativo da settembre malgrado l'adempimento sia partito da gennaio di quest'anno. 

Alla luce di questa importante novità andiamo a vedere la comunicazione Enea ristrutturazione cos'è e come funziona, i moduli e le istruzioni per la compilazione dei dati ristrutturazioni da indicare.

 

Comunicazione Enea ristrutturazione cos'è?

Che cos'è la comunicazione Enea ristrutturazione?

  • La comunicazione Enea ristrutturazioni è una delle novità introdotte dal DL 205/2017, articolo 1, comma 3) cd. Legge di Bilancio 2018 che ha previsto nello specifico l'estensione dell’obbligo di comunicazione all’Enea anche alle informazioni sugli interventi di ristrutturazione edile effettuati, così come già previsto per le detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici.
  • In pratica, per tutti gli interventi di recupero edilizio, la Legge di Bilancio 2018, ha previsto l'obbligo di Comunicazione Enea ristrutturazione 2018 finora effettuata solo in caso di fruizione dell'Ecobonus, al fine di migliorare il monitoraggio analitico degli effetti ottenuti con le opere realizzate.

Per maggiori informazioni leggi anche Comunicazione ENEA 2018 cos'è e come funziona.

 

Comunicazione Enea ristrutturazione 2018 come funziona?

La Comunicazione ENEA ristrutturazione 2018 funziona così:

- per effetto della Legge di Bilancio 2018, dal 1° gennaio di quest'anno è entrato in vigore l'obbligo comunicazione ENEA anche per le ristrutturazioni edili ma in mancanza di informazioni e di una piattaforma online idonea, l'adempimento è stato sospeso. Ora l'ENEA, ha provveduto a comunicare che il sito dedicato con tutte le novità, i moduli, le istruzioni di compilazione e la lista, elenco dei lavori con obbligo comunicazione ENEA, saranno resi disponibili dal mese di settembre. Sul sito dell'ENEA c'è stato un aggiornamento a tale proposito:

L'ENEA informa gli utenti che "il sito dedicato alla trasmissione ad ENEA dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia ammessi alle detrazioni fiscali del 50% ai sensi dell'art.16 bis del D.P.R. 917/86(TUIR) e s.m.i., terminata la fase di realizzazione, è attualmente in fase di test e sarà messo in linea il prima possibile. Il termine dei 90 giorni dalla data di fine dei lavori per la trasmissione ad ENEA dei dati, per gli interventi già ultimati decorrerà dalla data di apertura del sito. Con l’apertura del sito, saranno definiti e pubblicati anche i dettagli operativi".

- sempre dal mese di settembre, diventa quindi obbligatoria la comunicazione ENEA ristrutturazione 2018.

- la Comunicazione ENEA ristrutturazione dovrà essere compilata e trasmessa online tramite il sito ufficiale dedicato che sarà messo online proprio dal mese di settembre insieme alle relative istruzioni.

- la Comunicazione ENEA ristrutturazioni da settembre dovrà essere effettuata obbligatoriamente dal contribuente o dall'intermediario incaricato, entro 90 giorni dalla fine dei lavori e del cd. collaudo, della scheda informativa contenente la sintesi degli stessi lavori. In caso di ritardata comunicazione, è possibile comunque sanare la violazione.

- la Comunicazione Enea ristrutturazione obbligatoria da settembre, è un adempimento imprescindibile se s'intende fruire delle agevolazioni del bonus ristrutturazione 2018 nella fattispecie dei seguenti lavori: manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro, ristrutturazioni, cablatura, inquinamento acustico, risparmio energetico e antisismica non qualificato, sicurezza, acquisto di mobili se con altri lavori.

- i dati da trasmettere con la Comunicazione ENEA ristrutturazioni sarà esclusivamente per gli interventi che comportano una riduzione dei consumi energetici o l'utilizzo di fonti rinnovabili di energia.

- in caso di comunicazione ENEA errata, sarà possibile effettuare la rettifica entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi, per cui se la spesa è effettuata nel 2018, la scadenza è entro il 31 ottobre 2019.

 

Comunicazione ENEA ristrutturazioni: quali dati, elenco lavori e istruzioni

Comunicazione ENEA ristrutturazioni, quali dati sono da comunicare?

I dati degli interventi di ristrutturazione che devono essere comunicati all'ENEA obbligatoriamente, devono essere ancora specificati da ENEA anche se si sa già che nelle schede, i contribuenti interessati, dovranno indicare i dati utili ai fini di calcolo del risparmio energetico ottenuto eseguendo i lavori di ristrutturazione.

Il dettaglio completo dei dati da indicare per ciascun lavoro eseguito con le istruzioni per la compilazione dei moduli da trasmettere online ad ENEA insieme ai documenti da allegare, saranno resi noti dal mese di settembre in concomitanza dell'apertura del sito ENEA dedicato.

Comunicazione ENEA ristrutturazioni elenco Lavori:

In base a quanto sancito dal nuovo comma 2 bis del Dl 63/2013, articolo 16, in vigore dal 1° gennaio 2018, è previsto l'obbligo di trasmissione per via telematica all’Enea delle comunicazioni circa gli interventi effettuati in base all’articolo 16 bis del Dpr 917/86.

Elenco lavori con obbligo Comunicazione ENEA ristrutturazione 2018 sono:

  • gli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia per i quali è ammessa la detrazione fiscale del 50% ai sensi dell'art.16 bis del D.P.R. 917/86(TUIR) e s.m.i.:
    • manutenzione ordinaria e straordinaria;
    • restauro;
    • ristrutturazioni;
    • cablatura;
    • inquinamento acustico;
    • risparmio energetico e antisismica non qualificato;
    • sicurezza;
    • bonus mobili se acquisto di mobili è collegato ad altri lavori.

 

Comunicazione ENEA ristrutturazione: da quando obbligo?

Comunicazione Enea ristrutturazione 2018 da quando parte l'obbligo? L'obbligo di comunicazione ENEA ristrutturazioni per gli interventi già ultimati il termine dei 90 giorni decorrerà dalla data di messa online del sito dedicato e di tutti i dettagli ivi comprese le istruzioni per la compilazione dei modelli, ovvero dal mese di settembre.

Da settembre a dicembre 2018, pertanto, tutti i contribuenti che hanno terminato i lavori di ristrutturazione nel 2018 dovranno compilare ed inviare l'istanza all'ENEA per via telematica ma solo se tali interventi ricadranno tra quelli con obbligo di comunicazione.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili