Comunicazione Enea 2018: cos’è come funziona istruzioni e scadenza

Comunicazione Enea 2018 Ecobonus e Ristrutturazioni edilizie cos’è come funziona e come farla online? Istruzioni per la compilazione e documenti da allegare

Stampa

La comunicazione ENEA 2018 è una procedura online obbligatoria per chi intende avvalersi e sfruttare le detrazioni Ecobonus e Bonus ristrutturazione nel 2018.

In base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018, infatti, l’obbligo di comunicazione ENEA degli interventi eseguiti non è più solo per i lavori di risparmio energetico ma anche per le ristrutturazioni sebbene, per quest’ultimo adempimento, l'obbligo parte da settembre.

In attesa quindi dell'avvio dell'obbligo comunicazione ENEA ristrutturazioni edilizie, andiamo a vedere la comunicazione ENEA 2018 per l’Ecobonus cos’è e come funziona, istruzioni su come e dove farla e scadenza.

 

Comunicazione Enea cos’è?

Che cos’è la Comunicazione Enea?

  • La Comunicazione Enea è un adempimento che i cittadini, imprese e condomini, devono espletare al fine di fruire delle detrazioni fiscali Ecobonus 65% e del bonus Ristrutturazione per la riduzione dei consumi energetici, per gli interventi conclusi entro la fine del 2018.
  • Per i contribuenti, infatti, è previsto l’obbligo di dover inviare, entro 90 giorni dal termine dei lavori, un’apposita Comunicazione ENEA 2018 affinché l'elenco dei lavori svolti per il risparmio energetico o per la Ristrutturazione edilizia per la riduzione dei consumi, siano trasmessi all’Ente che gestisce gli incentivi fiscali sia per ll’Ecobonus che per le ristrutturazioni.
  • Come anticipato nella premessa infatti, dal 1° gennaio 2018 per effetto della nuova Legge di Bilancio, il Governo ha introdotto la Comunicazione Enea obbligatoria anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia che comportano una riduzione dei consumi energetici agevolabili con una percentuale di detrazione al 50% qualora le spese siano sostenute entro il 31 dicembre 2018.
  • L'obbligo della Comunicazione ENEA ristrutturazioni decorre dal mese di settembre 2018.

Vediamo ora come funziona la Comunicazione ENEA 2018, come farla e quali dati e documenti sono necessari.

 

Comunicazione ENEA come funziona?

Comunicazione ENEA 2018 come funziona? La Comunicazione ENEA funziona così:

- tra gli oneri previsti per la fruizione dell'Econbonus e, dal 2018 anche per le Ristrutturazioni edilizie, c'è la Comunicazione all'ENEA.

- la Comunicazione ENEA deve essere compilata e trasmessa online tramite il sito ufficiale appositamente creato per il 2018;

- la Comunicazione ENEA è obbligatoria e deve essere effettuata entro 90 giorni dalla fine dei lavori e del cosiddetto collaudo, della scheda informativa contenente la sintesi degli stessi lavori.

- in caso di ritardo od omessa comunicazione, la violazione può comunque essere sanata, e vedremo più avanti come fare;

- l'avvenuta Comunicazione online è tra i documenti richiesti per beneficiare dell'Ecobonus e bonus ristrutturazioni, insieme all’asseverazione che attesta che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti e all’attestato di certificazione energetica.

- la Comunicazione una volta presentata può essere rettificata in caso di errori anche dopo la scadenza del termine previsto per il suo invio.

- la comunicazione rettificata deve però essere inviata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa può essere portata in detrazione, per cui se la spesa è effettuata nel 2018 entro il termine di presentazione del modello Redditi 2019, ossia entro il 31 ottobre 2019.

 

Comunicazione ENEA 2018 come farla e dove?

Comunicazione ENEA dove farla? 

  • Per fare la Comunicazione ENEA 2018 per i lavori conclusi entro il 31 dicembre 2018, il contribuente deve accedere all'apposito sito ufficiale.
  • Il sito ufficiale per la Comunicazione ENEA 2018 è il seguente: https://finanziaria2018.enea.it/index.asp.
  • Attraverso il suddetto sito, previa registrazione, il contribuente può quindi compilare e trasmettere online la comunicazione ed allegare anche la documentazione richiesta dall'Enea.
  • Il sito dedicato consente infatti l’invio telematico all'ENEA della documentazione necessaria ad usufruire delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, agevolazioni che sono prorogate al 65% fino al 31 dicembre 2018 e al 65%, 70%, 75%, 80% e 85% fino al 31 dicembre 2021 per gli interventi realizzati su parti comuni di edifici condominiali, per cui anche per fruire del bonus infissibonus zanzariere e bonus tende e Bonus caldaie.

Comunicazione ENEA come farla?

  • Come fare la Comunicazione Enea 2018 per i lavori di Ecobonus e Ristrutturazione edilizia: la pratica all'Enea deve essere compilata esclusivamente online sul sito dedicato, relativo all’anno in cui sono terminati i lavori, 2018, entro il termine di 90 giorni alla data di fine lavori.
  • La documentazione deve essere inviata all’ENEA e stampata, firmata e conservata al fine di dimostrare, in caso di accertamento, il diritto alle detrazioni.
  • Come si fa la comunicazione all'ENEA? L’invio della comunicazione ENEA 2018 si effettua direttamente da soli accedendo al sito dedicato e registrandosi, oppure, rivolgendosi agli intermediari. 
  • CAF e commercialisti possono richiedere copia della comunicazione inviata e dei documenti necessari ai fini della compilazione della dichiarazione dei redditi muniti di codice CPID, inviato all’utente dall’ENEA dopo aver completato l’invio dei documenti.

 

Comunicazione ENEA 2018 istruzioni per la compilazione ed invio:

Comunicazione ENEA 2018 istruzioni compilazione: come già anticipato, gli utenti, al fine di beneficiare delle detrazioni fiscali di Ecobonus e per i lavori di Ristrutturazione edilizia per il risparmio energetico, devono effettuare la Comunicazione ENEA 2018 obbligatoria, ecco quindi le istruzioni per la sua compilazione.

Comunicazione ENEA istruzioni:

  • Il contribuente deve indicare nelle varie sezioni della Comunicazione ENEA online, i seguenti dati:
    • dati anagrafici del beneficiario;
    • informazioni relative all’immobile oggetto di intervento;
    • tipologia di intervento.
  • Ricordiamo di prestare molta attenzione alla compilazione della parte relativa alle informazioni dell’immobile oggetto dei lavori e alla tipologia di intervento effettuato, in quanto eventuali difformità potrebbero mettere a rischio il riconoscimento del diritto. A tal fine, l'ENEA, ha predisposto un apposito vademecum ENEA Ecobonus 2018, attraverso il quale è possibile visualizzare una scheda con tutti i requisiti tecnici richiesti e la documentazione da conservare, per ogni intervento agevolabile. Il tipo di dati da trasmettere ed i requisiti dei lavori effettuati per ciascuna tipologia di lavoro eseguito devono infatti far riferimento alle schede tecniche aggiornate dall’ENEA per il 2018.

L'ENEA ha pubblicato sul suo sito, una tabella che riassume gli interventi incentivabili nel 2018 con le relative aliquote:

Interventi ammessi - Comunicazione ENEA 2018aliquote 2018
  • serramenti e bonus infissi;
  • schermature solari: come ad esempio il bonus zanzariere e bonus tende.
  • caldaie a biomasse 
  • caldaie a condensazione classe A
detrazione spese al 50% 
  • Bonus caldaie a condensazione A+ con sistema di termoregolazione evoluto,
  • generatori di aria calda a condensazione,
  • pompe di calore,
  • scaldacqua a PDC,
  • coimbetazione involucro,
  • collettori solari;
  • generatori ibridi;
  • sistemi building automation;
  • microgeneratori.
detrazione spese al 65% 
interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente)detrazione spese al 70%
interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + qualità media dell'involucro) detrazione spese al 75%
interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + riduzione 1 classe rischio sismico) detrazione spese all'80%
interventi condominiali (coibentazione involucro con superficie > 25% superficie disperdente + riduzione 2 o più classi rischio sismico) detrazione spese all'85% 
  • Una volta compilati i dati anagrafici e dell'immobile, occorre compilare la parte relativa alla dichiarazione sulla tipologia di intervento effettuato, ad esempio indicando il tipo di impianto esistente, il nuovo impianto agevolabile con le detrazioni fiscali, la spesa sostenuta per eseguire i suddetti interventi ove sia obbligatorio, l'asseverazione del tecnico da conservare in originale ed in formato cartaceo con firma e timbro del tecnico, ecc.
  • Dopo aver compilato la dichiarazione ENEA, verificare le informazioni inserite nella comunicazione e poi, procedere all'invio Comunicazione ENEA 2018 e alla stampa della dichiarazione.

 

Comunicazione ENEA 2018 scadenza:

Scadenza Comunicazione ENEA 2018: il termine entro il quale il cittadino, l'impresa o il condominio, deve compilare ed inviare online la Comunicazione ENEA nel 2018 è entro 90 giorni dalla data in cui sono finiti i lavori.

Ricordiamo che la Comunicazione è obbligatoria per tutti gli interventi agevolabili con l'Ecobonus e dal 2018 è diventata obbligatoria anche per gli interventi di ristrutturazione edilizia per il risparmio energetico, per cui per il bonus infissi, zanzariere, tende da sole, ecc le cui spese beneficiano della detrazione al 50%.

Per quest'ultime però, mancano ancora le indicazioni ufficiali e pertanto l'ENEA invita gli utenti a non trasmettere dati e/o documenti fino all'apertura dell'apposito nuovo sito.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili