Cittadinanza Italiana 2018: cos'è a chi spetta e come ottenerla online

Cittadinanza italiana 2018 chi ne ha diritto e come fare a richiederla domanda online, requisiti cittadini stranieri matrimonio residenza in Italia, costi

Stampa

Cittadinanza italiana 2018: chi ne ha diritto e come fare a richiederla? 

Guida alla richiesta di cittadinanza italiana stranieri con il nuovo servizio online messo a punto dal dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione-direzione centrale per i Diritti civili, la Cittadinanza e le Minoranze che consente ai cittadini interessati di inviare online la domanda di cittadinanza italiana, con il conseguente abbandono dei modelli cartacei per quelli in formato digitale.

Il Ministero dell'Interno con una nota ufficiale ha disposto quindi che è possibile presentare le domande di conferimento della cittadinanza italiana esclusivamente per via telematica accedendo al portale dedicato e inviando tutta la documentazione richiesta in formato elettronico.

Cittadinanza italiana novità nel nuovo decreto Salvini 2018:

"A decorrere dal 5 ottobre 2018 - ai sensi dell''art. 14 del D.L. 4 ottobre 2018, n. 113 recante "Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell''interno e l''organizzazione e il funzionamento dell''Agenzia nazionale per l''amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata", pubblicato nella G.U. n. 231 del 2018 - il contributo, al cui pagamento sono soggette le istanze o dichiarazioni di elezione, acquisto, riacquisto, rinuncia o concessione della cittadinanza italiana, è di importo pari a 250 euro".

Novità sul decreto Salvini 2018: il testo del decreto Sicurezza è legge, ecco tutte le novità introdotte.

 

Cittadinanza italiana 2018: cos'è e come ottenerla?

Cittadinanza italiana cos'è e come ottenerla: Il Ministero dell'Interno e la Prefettura, informano i cittadini che è possibile presentare le domande di cittadinanza italiana 2017 esclusivamente per via telematica.

Come funziona la nuova domanda online di cittadinanza italiana? Il cittadino straniero per richiedere la cittadinanza italiana per matrimonio o residenza deve presentare la domanda + la documentazione, presso gli uffici della Prefetttura territorialmente competente.

Una volta consegnata, l'operatore della Prefettura verifica la conformità dei documenti e dei dati riportati dopodiché inserisce la domanda nel nuovo sistema Informatizzato della Cittadinanza e scansiona i documenti.

Terminata la procedura, al cittadino straniero richiedente viene rilasciato il numero della pratica che gli servirà poi a rintracciare lo stato di avanzamento della richiesta sul portale dedicato e viene attivata l'istruttoria. Alla sua conclusione, se l'esito è positivo viene emesso il decreto di concessione della cittadinanza.

Consultazione online domanda di cittadinanza: Per poter procedere con la consultazione online dello stato della domanda di cittadinanza è necessario effettuare, nell'ordine, le seguenti attività: 

Registrarsi sul sito tramite il modulo disponibile nell'area "Effettua Registrazione";

Accedere all'area privata tramite le credenziali di accesso fornite in fase di registrazione;

Effettuare il primo accesso alla pratica, utilizzando la funzione "Primo accesso alla pratica";

Consultare lo stato della domanda tramite la funzione "Visualizza stato pratica" .

Lo sai che dal prossimo anno potrebbe arrivare anche per gli stranieri residenti in Italia da almeno 5 anni, il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza

 

Cittadinanza italiana a chi spetta? Requisiti 2018:

Per ottenere la cittadinanza italiana o si acquisisce automaticamente per nascita, ossia, straniero nato da un genitore italiano, per nascita del bambino straniero in Italia che diventa cittadino italiano al compimento dei 18 anni cd. nascita per "ius soli" e per adozione del minorenne straniero da parte di genitori o uno dei genitori italiano, oppure, per domanda per matrimonio o per residenza.

Richiesta di cittadinanza italiana stranieri per matrimonio: Requisiti 2018

Lo straniero o l'apolide, ossia colui che ha perso la cittadinanza per motivi etnici, di sicurezza o non l'ha mai avuta perché figlio nato in Italia da genitori stranieri sposato con un cittadino o cittadina italiana può acquisire la cittadinanza italiana, previa domanda e accettazione della stessa da parte del Governo, se risiede da almeno 12 mesi in Italia se si hanno dei figli nati o adottati all'interno del matrimonio, se non ci sono figli il requisito di residenza in Italia sale a 24 mesi, cioè a 2 anni di connivenza con il cittadino italiano.

Se si ha invece la residenza all'estero: la cittadinanza italiana può essere acquisita se sono passati almeno 18 mesi dal matrimonio se vi sono dei figli nati o adottati dai coniugi o dopo 36 mesi dalla data del matrimonio sempre che non sia sopraggiunti scioglimento, cessazione o annullamento del matrimonio e se non è in corso una separazione legale.

Richiesta cittadinanza italiana per residenza: Requisiti

La cittadinanza italiana per residenza è concessa dal Ministero dell'Interno previa domanda da presentare alla Prefettura ai cittadini stranieri residenti in Italia in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:

  • Cittadino straniero nato in Italia e residente legalmente da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero figlio o nipote in linea retta di cittadini italiani per nascita, residente legalmente in Italia da almeno 3 anni.
  • Cittadino straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano, residente legalmente in Italia da almeno 5 anni, successivi all'adozione.
  • Cittadino straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano, in questo caso la domanda di cittadinanza italiana va richiesta alla competente Autorità Consolare.
  • Cittadino U.E. residente legalmente in Italia da almeno 4 anni.
  • Cittadino apolide o rifugiato residente legalmente in Italia da almeno 5 anni.
  • Cittadino extracomunitario residente legalmente in Italia da almeno 10 anni.

Requisto limite di reddito annuo: per tutti i cittadini stranieri che rientrano in una delle fattispecie su indicate, è richiesto il possesso di un altro requisito quello del reddito personale o del reddito familiare se appartenenti allo stesso nucleo familiare e sullo stesso stato di famiglia. Il reddito da considerare è quello relativo agli 3 anni prima della domanda di cittadinanza nei seguenti limiti annuali:

  • Per i richiedenti senza persone a carico: limite reddito annuo pari a 8.263,31 euro.
  • Per richiedenti con coniuge a carico, aumentabili di euro 516,00 per ogni ulteriore persona a carico. limite reddito annuo pari a 11.362,05 euro.

  

Cittadinanza italiana per matrimonio: documenti necessari

I documenti per la richiesta di cittadinanza italiana per matrimonio sono:

Modello A domanda in bollo da € 16,00;

Estratto di nascita tradotto in italiano;

Certificato penale del Paese di origine e di eventuali Paesi terzi di residenza;

Fotocopia del passaporto in corso di validità;

Fotocopia del permesso di soggiorno e per i cittadini comunitari fotocopia dell'attestazione di soggiorno permanente da richiedere al Comune di residenza;

Copia versamento del contributo di € 250,00 aumento per effetto del decreto Salvini 2018.

 

Cittadinanza italiana per residenza:

I documenti per ottenere la cittadinanza italiana per residenza sono:

  • Modello B domanda in bollo da € 16,00: Per le domanda presentate prima del 1° maggio 2015 è possibile utilizzare ancora il modello domanda cittadinanza italiana residenza cartaceo allegando i documenti richiesti, per le domande presentate dopo il primo maggio gli interessati devono utilizzare esclusivamente la modalità telematica rivolgendosi alla Prefettura e presentando i seguenti documenti rilasciati in originale dalle competenti Autorità Diplomatiche Consolari dello Stato di appartenenza:
  • Estratto atto di nascita tradotto e rilasciato secondo le istruzioni contenute nel modello di domanda. Per le cittadine straniere che a seguito del matrimonio hanno acquisito il cognome del marito devono verificare che il certificato di nascita contenga sia il cognome da nubile che quello da sposata.
  • Certificato penale del Paese di origine e/o di altri paesi in cui il richiedente ha risieduto in precedenza. Tale certificato, non va prodotto se il cittadino straniero è nato in Italia o se risiede nel nostro Paese prima del compimento del 14° anno di età.
  • Fotocopia del passaporto in corso di validità e fotocopia del permesso di soggiorno. Per i cittadini stranieri UE è sufficiente richiedere il certificato di soggiorno permanente al proprio comune di residenza.
  • Modello CU, Unico e modello 730 degli ultimi 3 anni. Per colf e badanti e in generale per i collaboratori domestici serve l'estratto conto INPS.
  • Copia del versamento del contributo di € 2500,00 da effettuare sul c/c n.809020 intestato a: Ministero Interno D.L.C.I. cittadinanza - con la causale: cittadinanza - contributo di cui all'art. 1 co. 12, legge 15 luglio 2009 n. 94.

Cittadini stranieri rifugiati politici e Apolidi

Se i rifugiati e apolidi non possiedono l'estratto di nascita, possono presentare a sostituzione un atto di notorietà da richiedere e redigere presso la Cancelleria del Tribunale competente per territorio.

  • Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da redigere presso il Comune di residenza.
  • Certificato di riconoscimento dello status di rifugiato o dello status di apolide;
  • Fotocopia passaporto, permesso di soggiorno, documenti fiscali e ricevuta contributo da 250 euro.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?