IRAP 2018: cos'è e come si calcola? Imposta, aliquote e scadenza

IRAP 2018 cos'è l'imposta regionale attività produttive? Come si calcola la base imponibile, chi deve pagarla come quando e perché si paga in Italia?

Stampa

IRAP 2018: l'imposta regionale sulle attività produttive, conosciuta ai più con l'acronimo IRAP, è un'imposta a carico delle imprese istituita in Italia dal Governo Prodi, dall'allora Ministro delle finanze, Vincenzo Visco con il decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446.

Successivamente, con la Finanziaria 2008, l’IRAP è diventata un’imposta della Regione e quindi una tassa a tutti gli effetti proporzionale al fatturato a prescindere dall'utile di esercizio.

Andiamo quindi a vedere nel dettaglio che cos’è l’IRAP 2018 e come si calcola, chi la deve pagare, perché le imprese devono versare l’imposta regionale sulle attività produttive, calcolo aliquota IRAP 2018, quando si paga e come si dichiara nel modello IRAP 2018.

 

IRAP 2018: cos'è?

Che cos'è IRAP 2018? L'Irap 2018 è un'imposta locale - regionale conosciuta ai più con l'acronimo IRAP che si applica alle attività produttive, ossia, al valore della produzione realizzato dalle aziende.

Istituita in Italia dal Governo Prodi, dall'allora Ministro delle finanze, Vincenzo Visco con il decreto legislativo 446/1997, l'Imposta Regionale sulle Attività Produttive, a seguito della Finanziaria del 2008, a tutti gli effetti un’imposta regionale proporzionale al fatturato sulla base del valore della produzione data dalla differenza tra i ricavi ed i costi relativi all’impresa e al suo core business.

 

Chi deve pagare l’IRAP 2018 in Italia?

Chi deve pagare l’imposta regionale sulle attività produttive 2018? I soggetti obbligati al versamento dell'Irap 2018, sono:

  • soggetti passivi IRES;
  • società di persone ed enti equiparati;
  • imprenditori commerciali individuali;
  • esercenti arti e professioni, anche in forma associata;
  • amministrazioni pubbliche.

Per chi è l'esonero IRAP 2018?

  • I titolari di reddito agrario: per effetto della Legge di Stabilità 2016, è stata abrogata la lettera d) primo comma dell’articolo 3 del Decreto IRAP, di conseguenza a partire dal 1° gennaio, fruiscono dell’esenzione Irap i contribuenti del settore agricolo e pesca, di cui ditte individuali, società semplici e enti non commerciali, società di persone o di capitali.
  • Contribuenti Minimi: che esercitano l’attività d’impresa, arti o professioni nell’ambito del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (articolo 27 del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98).
  • Venditori Porta a Porta: gli incaricati alla vendita a domicilio non sono tenuti alla dichiarazione Irap poiché sono soggetti alla ritenuta a titolo d’imposta.

Adesso andiamo a vedere come si calcola l'IRAP e perché si deve pagare.

 

Perché si paga l’IRAP in Italia?

Perché si deve l’IRAP in Italia? Nel nostro Paese, le attività produttive devono pagare l’imposta regionale per finanziare il SSN, il Servizio Sanitario Nazionale.
Per verificare il presupposto dell’imposta, invece, occorre far riferimento all’articolo 2 del D. Lgs. 446/1997 che afferma che l’assoggettamento all’IRAP è determinato dalla presenza di determinati requisiti, quali:

l’abitualità: per cui l’imprese deve pagare l’IRAP se svolge l’attività in modo continuo;

l’autonomia: per cui in assenza di una forma organizzativa, l’Imposta non è dovuta; tale discorso fa riferimento nello specifico ai lavoratori autonomi e agli imprenditori e mai alle società

 

Aliquota IRAP 2018:

Per verificare l'aliquota IRAP 2018, i soggetti passivi devono far riferimento alla Regione di residenza, in quanto l'Irap è un'imposta regionale.

Ogni regione, ha quindi la possibilità di applicare un’aliquota IRAP più alta o più bassa di un punto percentuale, rispetto all'aliquota base irap del 3,9% fissata anche in base ai diversi tipi di impresa.

Per maggiori informazioni circa Aliquota IRAP 2018, leggi il nostro articolo di approfondimento.

 

Come si calcola l'IRAP 2018?

IRAP 2018 come si calcola? Per calcolare l'irap, l’impresa, deve determinare il valore della sua produzione netta derivante dall’attività esercitata, sulla base della differenza tra i ricavi e i costi dell’esercizio.

Da questo calcolo, l’impresa, ottiene la cd. base imponibile IRAP sulla quale deve applicare l’aliquota Irap 2018 di riferimento.

Va ricordato però che il calcolo della base imponibile IRAP, ossia, il valore della produzione netta, varia a seconda che si tratti di società soggette all’IRES come le società di capitali ed enti commerciali, società soggette all’IRPEF come le società di persone e imprese individuali, oppure se siano lavoratori autonomi o soggetti come Banche, assicurazioni e società finanziarie.

In generale, l'IRAP si calcola con la seguente formula:

+ Reddito imponibile IRPEF;

+ costo del personale;

+ costo dei soggetti parasubordinati e occasionali;

+ interessi passivi;

- proventi straordinari (plusvalenze da cessione d’azienda);

= Base imponibile IRAP.

 

Scadenza IRAP 2018: quando si paga?

Quando si deve versare l'IRAP 2018? Il pagamento dell’IRAP 2018 deve avvenire tramite il meccanismo di acconto e saldo delle imposte sui redditi, per cui la scadenza IRAP 2018 è la seguente :

  • Saldo 2017 + I° Acconto 2018 IRAP: scadenza 30 giugno 2018;
  • II° Acconto IRAP 2018: entro il 30 novembre 2018.

Con il I° e II° acconto IRAP 2018, il contribuente deve pagare il 99% dell’imposta dovuta risultante dalla dichiarazione relativa al periodo d’imposta, per cui l’importo va diviso in due rate in questo modo:

  • la prima con scadenza giugno, paga il 40% dell’acconto complessivo dovuto, qualora superiore a 103,00 euro;
  • con la seconda con scadenza novembre, versa il 60% dell’acconto complessivo dovuto oppure all’intero acconto dovuto se l’importo della prima rata non ha superato 103,00 euro.

 

IRAP come si paga? Codice tributo modello F24

Come si paga l’Irap? L’Irap 2018, si paga tramite modello F24 indicando i seguenti codici tributo:

Codice tributo F24 IRAP:

  • Imposta regionale sulle attività produttive saldo codice tributo 3800
  • Interessi pagamento dilazionato tributi regionali codice tributo 3805
  • IRAP acconto prima rata codice tributo 3812
  • IRAP acconto seconda rata o acconto in unica soluzione codice tributo 3813
  • IRAP - versamento mensile - codice tributo 3858
  • IRAP - utilizzo in compensazione del credito d’imposta codice tributo 3883.
  • Per visualizzare l'elenco codici tributo IRAP Agenzia delle Entrate.

 

Dichiarazione Irap 2018: cos'è e quando si presenta?

La dichiarazione IRAP 2018 è il modello di comunicazione che i soggetti passivi IRAP devono trasmettere per via telematica all'Agenzia delle Entrate mediangte l'apposito modello ed entro una determinata scadenza.

Come e quando si presenta la dichiarazione Irap 2018? La dichiarazione - modello Irap, deve essere presentato, in via autonoma:

  • per le persone fisiche, le società semplici, le società in nome collettivo e in accomandita semplice, nonché per le società e associazioni a esse equiparate (articolo 5 del Tuir), entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta, per cui entro il 30 settembre 2018.
  • per i soggetti Ires e per le Amministrazioni pubbliche, entro il nono mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?