Carta rei 2018 requisiti, modulo dove fare la domanda e quanto spetta?

La Carta REI 2018 requisiti reddito di inclusione cos'è e come funziona bonus povertà, a chi quando presentare modulo domanda, come richiederla e importo

Stampa

La Carta Rei 2018, è la nuova carta di pagamento elettronica attraverso la quale i soggetti autorizzati potranno beneficiare della nuova misura chiamata reddito di inclusione REI.

Per presentare la domanda carta REI 2018, occorrerà attendere il 1° gennaio 2018 mentre l’erogazione dei primi contributi sulla carta Rei, dovrebbe avvenire già da febbraio 2018.

Vediamo ora cos’è e come funziona la carta rei, requisiti  e a chi spetta il reddito di inclusione, come e quando presentare la domanda e quale modulo va usato per fare la richiesta del bonus.

Vi ricordiamo che per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, dal 1° giugno 2018, scattano i nuovi requisiti carta REI.

 

Carta rei 2018: cos’è?

Che cos’è la Carta rei 2018? La carta REI, è il nuovo strumento di pagamento che serve ad erogare, ai soggetti beneficiari, il nuovo Reddito di inclusione (Rei), ossia, la nuova misura contro la povertà a cui il Governo Gentiloni sta lavorando da parecchi mesi e che dovrebbe partire a fine anno.

Dopo il SIA, Sostegno inclusione attiva e la carta SIA che saranno in vigore fino a quando il REI non diventerà operativo, arriva la nuova Carta Rei, una carta di pagamento molto simile alle carte prepagate sulla quale il Comune tramite l’INPS erogherà l’importo di reddito di inclusione spettante alla famiglia.

 

Carta REI: come funziona?

Come funziona la Carta REI: La Carta REI 2018 funziona così:

- per richiederla, la procedura di consegna ed accoglimento della domanda carta REI, è molto veloce e ci vogliono solo 20 giorni per ottenere il riconoscimento del diritto;

- le domande vanno presentate presso gli sportelli dedicati insieme ai documenti al fine di ottenere fino a 534 euro mensili di bonus povertà e ricevere la risposta. 

- La domanda carta REI, in particolare andrà presentata presso appositi “punti per l’accesso al Rei”, che ciascun Comune dovrà identificare sul suo territorio.

E' quindi il Comune a ricevere in primis le domande dei cittadini e a verificarne i requisiti di cittadinanza e residenza richiesti dalla legge per accedere al REI, dopodiché, entro 10 giorni lavorativi, la richiesta passerà all’INPS che i successivi 5 giorni, verificato il possesso degli ulteriori requisiti, erogherà il beneficio.

Importante: ricordiamo che una delle condizioni necessarie per avere e mantenere il bonus povertà e quindi il reddito di inclusione sociale, anche detto REI, è la sottoscrizione obbligatoria da parte dei beneficiari REI, di un progetto personalizzato. Tale progetto personalizzato, da sottoscrivere entro 50 giorni dalla domanda, prevede la partecipazione attiva di tutta la famiglia beneficiaria al percorso programmato dal servizio di assistenza sociale, che avrà un mese di tempo per valutare la situazione familiare ed indicare le soluzioni a problemi specifici, o complessi, avvalendosi di diverse equipe di sostegno.

 

Carta rei 2018 requisiti: Isee ISRE per il reddito di inclusione

A chi spetta la Carta REI?

Ecco quali sono i requisiti carta REI, Reddito di Inclusione:

  • Carta REI 2018 requisiti: Isee ISRE: la famiglia per avere diritto alla carta Rei, deve essere in possesso di almeno 1 dei due seguenti requisiti:
    • soglia Isee fino a 6.000 euro: se poi nell'arco dell'anno, dovesse cambiare la situazione lavorativa o reddituale della famiglia, si dovrà presentare un Isee corrente e un Isr più semplice. Al fine poi di evitare che la carta REI reddito di inclusione, si trasformi che in un disincentivo alla ricerca del lavoro, la legge ha previsto la possibilità che il beneficio possa continuare ad essere erogato, almeno in parte e solo per alcuni altri mesi, anche in caso di nuovo lavoro o di un aumento di reddito.
    • soglia ISRE fino a 3.000 euro, per la parte patrimoniale. L'ISRE, è l'indicatore della Situazione Reddituale calcolato sulla base della somma dei tutti i redditi meno le detrazioni, le franchigie e i redditi esenti. L'ISRE, in pratica calcola l'effettiva disponibilità economica delle famiglie, sottraendo eventuali affitti pagati.
  • Patrimonio immobiliare: la soglia è sotto 20mila euro al netto dell'abitazione principale, ciò significa che possono accedere al beneficio anche i proprietari di prima casa che vivono in condizioni di povertà.
  • Patrimonio mobiliare: come conti correnti, depositi ecc se superiori a 10 mila euro. Tale soglia scende a 8.000 euro nel caos in cui il nucleo familiare sia costituito da 2 componente e a 6 mila per chi è da solo.

 A chi non spetta la carta REI?

Il reddito di inclusione non spetta quando un qualsiasi componente del nucleo familiare, fruisce:

  • della NASpI o di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione involontaria.
  • Se nei due anni precedenti la domanda hanno acquistato un'auto, moto o barche.

I seguenti requisiti nucleo familiare REI sono ABOLITI dal 1° giugno 2018

  • un figlio minore;
  • una donna in gravidanza;
  • un figlio con disabilità;
  • un ultra 55enni disoccupati.

A partire dal 1° giugno 2018: per effetto della nuova Legge di Bilancio 2018, infatti, il reddito di inclusione diventa veramente l'assegno universale contro la povertà in Italia, in quanto richedibile da tutti i cittadini a prescindere da come è composto il nucleo familiare.

Dal 1° giugno 2018, pertanto, scattano i nuovi requisiti Carta REI 2018: solo requisiti economici in bas all'ISEE e all'ISRE come da Messaggio Inps n. 1972 dell'11 maggio 2018, ha comunicato che in vista dell'abolizione dei requisiti familiari REI dal 1° giugno 2018, tutto coloro che hanno presentato la domanda nel corso del 2018, e fino al 31 maggio 2018, in possesso di DSU 2018 ma esclusi per la sola mancanza dei requisiti familiari, l'Istituto provvederà a sottoporle al riesame di ufficio dopo il 1° luglio, con verifica dei requisiti alla data del 1° giugno 2018.

 

Carta REI 2018 importo: quanto spetta?

L'importo carta REI 2018 è stabilito in funzione dell'ISR familiare, per cui più basso è questo indicatore e più alto è l'importo che spetta alla famiglia.  

Quanto spetta con il REl reddito di inclusione, è calcolato anche in funzione del numero dei componenti del nucleo familiare e alla presenza di disabili o minori.

In ogni caso, per il primo anno di applicazione della nuova misura, l'ammontare del Rei va:

Per maggiori informazioni leggi come si calcola il reddito di inclusione con la carta Rei.

 

Carta REI 2018 modulo domanda: dove farla e quando arrivano i soldi?

Dopo il via libera definitivo da parte del Consiglio dei ministri al decreto legislativo che sta introducendo in Italia "una misura nazionale di contrasto alla povertà", si attende il completamento dell'iter di approvazione della misura entro la fine dell'anno 2017 ed il via all'erogazione dei primi bonus, già a partire dal 1° gennaio 2018.

Dal 2018, il REI, reddito di inclusione, infatti, ha sostituito il Sostegno all'inclusione attiva (Sia) e l'Asdi, l'Assegno di disoccupazione.

  • Modulo Carta REI domanda: approvato dall'INPS e dal Ministero del Lavoro, il seguente modello aggiornato: modulo Carta REI 2018 Inps.
  • Carta REI 2018 quando arrivano i primi soldi? Da gennaio 2018.
  • Carta rei 2018 dove fare la domanda? La domanda va presentata al Comune.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili