Calcolo Imu online 2017: come e dove si calcola? Formula e esempio

Calcolo Imu online su aliquote prima seconda casa ma anche negozi, capannoni terreni agricoli, in cosa consiste e chi deve pagare, aliquta fissa e variabile

Stampa

Per il Calcolo Imu online 2017, non ci sono novità rispetto all'anno scorso. La legge di Bilancio 2017, all'articolo 1, comma 42 della Legge 232/2016 ha previsto, infatti, solo la conferma del blocco degli aumenti alle aliquote IMU e TASI 2017 da parte dei Comuni rispetto a quelle applicate l'anno precedente, previa delibera comunale.

Vediamo quindi come funziona il calcolo Imu 2017 e dove è possibile calcolare online l'imposta dovuta in acconto al 16 giugno 2017 e in saldo al 16 dicembre.

 

Calcolo Imu online 2017: come si calcola?

Come si calcola l'IMU 2017?

  • Per prima cosa, per calcolare l'imposta municipale propria, occorre sapere la rendita catastale dell'immobile oggetto di tassazione Imu.
  • Una volta recuperata la rendita, si procede a rivalutarla del 5%. Fare questa rivalutazione è obbligatorio.
  • Entriamo ora nella terza fase, e procediamo a moltiplicare il risultato ottenuto per il relativo coefficiente, diverso a seconda del tipo di immobile. Per le abitazioni e pertinenze comunque il coefficiente è 160, per gli uffici invece è 80 e per i negozi è 55.
  • Calcolata la base imponibile IMU, procediamo ora a calcolare l'aliquota IMU 2017 fissata dal Comune per quella specifica unità immobiliare;
  • Se poi l'immobile è adibito a prima casa ma è di lusso, per cui rientra nelle categorie catastali A1, A8 e A9, il cittadino deve calcolare anche la detrazione base di 200 euro.

Formula calcolo IMU: un esempio pratico

Facciamo un esempio di calcolo IMU seconda casa, supponendo che la rendita catastale dell'immobile sia di 500 euro.

  • Rendita catastale rilavutata: 500 euro *5% = 525 euro.
  • Applicazione del coefficiente: 160 x 525 = 84.000 
  • Aliquota IMU 2017 pari a 10,6% = 890,40 euro di cui il 50%, ossia, 445,02 euro da pagare in acconto al 16 giugno e l'altro 50% al 16 dicembre.

 

Calcolo Imu online 2017: dove si calcola?

Dove posso calcolare online l'Imu 2017?

Per calcolare l'imposta esistono tantissimi programmi di calcolo.

In particolare su internet è pieno di software, calcolatori e calcolatrici IMU 2017 che i cittadini possono utilizzare con estrema facilità.

Per procedere al calcolo online IMU, basta infatti compilare con i propri dati immobile i diversi campi, indicando:

- il codice catastale Comune: per esempio Torino è L219, Roma H501, Milano F050;

- la categoria immobile/tipologia;

- la rendita catastale non rivalutata; 

- la percentuale di possesso;

- i mesi di possesso durante il 2017;

- l'aliquota Imu applicata dal Comune.

Vuoi un esempio di calcolatore online? Allora prova il programma di calcolo Imu online 2017 del Comue di Roma.

 

Calcolo Imu 2017: novità

L'IMU, come tutti ormai saprete è il tributo che insieme alla TASI e la TARI, costituisce l'Imposta Unica Comunale, istituita in Italia con la legge di Stabilità 2014.

A seguito poi di successive modificazioni, in particolar modo quella del 2015-2016, l'IMU è dovuta dai proprietari di immobili, fatta eccezione della prima casa non di lusso.

Pertanto, per iniziare il calcolo Imu 2017, occorre verificare innanzitutto chi deve pagare l'Imu, in base alle novità introdotte negli ultimi due anni, quali sono i contribuenti e gli immobili per i quali è prevista l'esenzione IMU 2017.

Non devono procedere al calcolo IMU, perché esonerati dal pagamento, i seguenti immobili assimilati all'abitazione principale, quali:

  • Unità immobiliare destinata ad abitazione principale non appartenente alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;
  • Unità immobiliari adibite ad abitazione principale da parte dei soci assegnatari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa;
  • Alloggi classificati come sociali;
  • Casa coniugale assegnata al coniuge con apposito provvedimento del tribunale a seguito di separazione o divorzio;
  • Unità immobiliare in possesso del personale di servizio permanente delle Forze armate o della Polizia, dei Vigili del Fuoco e del personale della carriera prefettizia non concesso in locazione;
  • La sola unità immobiliare di proprietà di cittadini italiani che risiedono all'estero e risultano iscritti all’AIRE. L'esenzione spetta solo se i i suddetti cittadini sono pensionati nel paese dove hanno la residenza, a patto che l’immobile non sia affittato o concesso in comodato d’uso.
  • Unità immobiliare di proprietà o in usufrutto da anziani o disabili che hanno preso la residenza presso istituti di ricovero o sanitari.

Riduzioni IMU 2017: le aliquote IMU 2017 Comune sono ridotte al 75% per gli immobili locati a canone concordato:

  • Contratti agevolati, della durata di 3 anni + 2 di rinnovo;
  • Contratti per studenti universitari, di durata da 6 mesi a 3 anni;
  • Contratti transitori, ossia, quelli che hanno una durata da 1 a 18 mesi, solo se stipulati nei Comuni nei quali il canone deve essere stabilito dalle parti applicando gli Accordi territoriali (aree metropolitane di Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Torino, Bari, Palermo, Catania; Comuni confinanti con tali aree; altri Comuni capoluogo di provincia).

IMU Terreni agricoli 2017:

A partire dall'anno scorso, è cambiato nuovamente l'elenco imu terreni agricoli esenti 2017, tornato ad essere quello contenuto nella circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14.6.’93.

L'esenzione IMU agricola 2017, spetta quindi per:

  • terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione;
  • terreni bicati nei comuni delle isole minori;
  • Immutabilmente destinati all’agricoltura, alla silvicoltura e all’allevamento di animali con proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?