Bonus tirocinio 2017 Garanzia Giovani: assunzioni giovani tirocinanti

Bonus tirocinanti 2017 bonus assunzioni tirocinanti iscritti al programma Garanzia Giovani, cos'è e come funziona, a chi spetta e quanto è l'importo

Stampa

Bonus tirocini 2017 fino a 12 mila euro per chi assume giovani tirocinanti iscritti al programma Garanzia Giovani? Si, è questa la novità introdotta dal decreto del Ministero del lavoro.

Vediamo quindi cos’è e come funziona il bonus tirocinio 2017, a chi spetta, qual è la misura dell’incentivo e per quali tipi di assunzioni.

 

Bonus tirocinio 2017 Garanzia Giovani: cos’è e come funziona?

Cos’è il bonus tirocinio 2017? Il bonus tirocini 2017 è la possibilità per chi assume giovani tirocinanti iscritti al programma Garanzia Giovani, con contratti a tempo indeterminato fino al 2017, di ottenere un consistente incentivo economico per ogni tirocinante assunto.

Per tali assunzioni però, il nuovo decreto direttoriale pubblicato in data 29 febbraio 2016 sul sito del Ministero del lavoro, ha previsto un’importante novità: il raddoppio dell’incentivo per i datori di lavoro che decidono di assumere, i tirocinanti che già svolgono il tirocinio presso l’azienda, con contratto a tempo indeterminato.

Bonus tirocini 2017 come funziona?  Il datore di lavoro che intende fruire degli incentivi assunzioni Garanzia Giovani, deve dare specifica comunicazione all’INPS, inoltrando la domanda preliminare di ammissione al bonus, utilizzando l'apposito modulo di istanza on-line “GAGI” dall’applicazione “DiResCo”.

Entro 7 giorni lavorativi, il datore di lavoro deve poi procedere all’assunzione e comunicare entro 14 giorni, la conferma della prenotazione del bonus.

Una volta completato l’iter, l’inps riconosce l’incentivo.

Vedi anche il nuovo bonus giovani 2018.

 

Bonus tirocinanti 2017 a chi e quanto spetta?

A chi spetta il bonus tirocinanti? Il bonus occupazione tirocinanti 2017 o bonus assunzione tirocinanti, spetta ai datori di lavoro che assumono a contratto a tempo indeterminato giovani di età compresa tra i 16 e 29 anni purché rientranti nella categoria cd. NEET, ovvero, giovani non inseriti in programmi di formazione e disoccupati, e che siano iscritti al programma Garanzia Giovani.

Quanto spetta di bonus tirocinanti alle imprese? L’importo del bonus dipende dal tipologia di contratto che il datore di lavoro intende stipulare al tirocinante e dal profilo del soggetto, per cui maggiore è la difficoltà del soggetto ad essere inserito nel mondo del lavoro e più alto è il bonus che spetta all’impresa che lo assume.

Nelle seguenti tabelle, vediamo in dettaglio l’importo del bonus che spetta alla imprese che assumono tirocinanti fino a giugno 2017:

Tabella importi bonus tirocinanti fino a giugno 2017:

Per le assunzioni di tirocinanti fino a giugno 2017 sono in vigore i seguenti importi di bonus tirocinio 2017:

  • Contratto a tempo determinato, somministrazione di durata uguale o maggiore di 6 mesi: profilazione media 1.500 euro - bassa 2000 euro;
  • Contratto a tempo determinato, somministrazione di durata uguale o maggiore di 6 mesi: media 3000 euro - bassa 4.000 euro;
  • Contratto a tempo indeterminato: molto alta 1.500 euro - alta 3.000 euro - media 4.500 euro - bassa 6.000 euro.

Forse ti interessa anche come funziona bonus assunzioni Sud 2017.

 

Bonus tirocinanti 2017 Garanzia Giovani requisiti e condizioni:

Per fruire del raddoppio del bonus occupazione giovani tirocinanti devono inoltre essere soddisfatti i seguenti requisiti e condizioni:

  • I giovani assunti di età compresa tra 16 e 24 anni, devono andare ad aumentare di gran lunga, il numero dei lavoratori dipendenti dell’impresa, rispetto alla media dei 12 mesi precedenti
  • I giovani assunti di età compresa tra 25 e 29 anni, devono comportare un aumento netto occupazionale e ricorrere almeno 1 delle seguenti condizioni:
    1. il giovane non deve aver avuto un impiego retribuito regolarmente da almeno 6 mesi;
    2. il giovane non possiede un diploma di istruzione secondaria di II° grado o di una qualifica professionale, ha completato la formazione a tempo pieno da meno di 2 anni ma non ha ancora ottenuto il primo impiego retribuito regolarmente;
    3. il giovane è occupato in un settore dove il tasso di disparità uomo donna supera il 25%.

E’ importante inoltre ricordare che, il requisito dell’incremento occupazionale dell’azienda, non va tenuto conto qualora i posti vaganti siano dovuti a seguito di dimissioni, invalidità o pensionamento, licenziamenti per giusta causa e riduzione volontaria dell’orario di lavoro.

Per maggiori informazioni, leggi nuove agevolazioni fiscali assunzioni Garanzia giovani.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?