Bonus Gas: cos’è e come funziona, come si richiede e quando?

Bonus Gas cos’è e come funziona sconto in bolletta con riduzione importo annuale per i cittadini beneficiari che presentano modulo domanda presso i Caf

Stampa

Il Bonus Gas è stato istituito dal Governo e dal Ministero dello Sviluppo Economico con la collaborazione dell’Autorità per l’Energia e dei Comuni permette a tutte le famiglie residenti in Italia numerose o che hanno un basso reddito di avere uno sconto sulla bolletta del Gas.

Tale bonus può essere richiesto in concomitanza di altre concessioni di Bonus previsti per Legge come il Bonus Luce.

La domanda del Bonus Gas può essere effettuata entro il 31 dicembre di ogni anno mentre per chi deve effettuarne il Rinnovo, vedere la scadenza in bolletta.

Vediamo quindi in dettaglio il bonus gas 2019 cos'è e come funziona, come si richiede e quando.

 

Bonus gas: cos’è e come funziona?

Che cos'è il Bonus Gas? Il bonus gas, è un'agevolazione che consente ai cittadini che ne fanno specifica domanda in quanto aventi diritto, di ottenere una riduzione sulla bolletta del gas, cioè, di uno sconto di importo variabile rispetto alla categoria d’uso della fornitura, alla zona climatica e al numero dei componenti del nucleo familiare.

Bonus gas come funziona? Il bonus gas, funziona così:

  • per accedere all'aiuto, per prima cosa bisogna verificare il possesso di tutti i requisiti di legge;
  • se si posseggono i requisiti, occorre presentare l'apposita domanda;
  • accolta la domanda, si ottiene uno sconto direttamente sulla bolletta dal gas a prescindere dal gestore della fornitura per la durata di 12 mesi.
  • Il cittadino, ogni anno poi, deve presentare nuovamente la domanda del Bonus, per veder riconosciuta l’agevolazione come sostegno al reddito.

Per maggiori informazioni, leggi anche: bonus luce e gas come richiederlo?.

 

Chi ha diritto allo sconto in bolletta Gas 2019? Requisiti:

Il Bonus Sociale per il Gas può essere richiesto insieme a quello elettrico da tutti i cittadini con aventi determinati requisiti, quali:

  • Avere un modello ISEE non superiore a 8.107,5 euro;
  • Avere un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro;

Ricordiamo che l'agevolazione per il gas rientra tra i bonus richiedibili quest'anno come il bonus acqua 2018.

 

Bonus Gas importi:

L'importo del bonus Gas varia a seconda dei fattori sopraindicati, ad esempio una famiglia di 3 componenti che utilizza il gas per cottura più acqua calda + riscaldamento, otterrà una riduzione in bolletta di:

Bonus gas importo per Famiglie fino a 4 componenti:

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura: 31 euro per tutte le zone climatiche.

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento: 72 euro zona climatica A/B,  89 euro C, 117 euro zona D, 146 euro zona E, 184 euro zona climatica F.

Bonus gas importo per Famiglie oltre a 4 componenti:

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura: 48 euro per tutte le zone climatiche

Acqua calda sanitaria e/o Uso cottura + Riscaldamento: 100 euro zona A e B, 130 euro zona C, 170 euro zona D, 207 euro zona E, 266 euro zona F.

Gli importi bonus gas 2019 devono ancora essere resi disponibili dall'AEEG.

 

Bonus Gas: come si calcola?

Gli importi della riduzione in bolletta previsti per i cittadini che avendone i requisiti ne fanno richiesta, variano a seconda di alcuni fattori:

  • Categoria d’uso associata alla fornitura di gas, piano cottura, acqua calda e riscaldamenti

  • zona climatica di residenza, i Comuni italiani sono infatti suddivisi in 6 zone climatiche distinte dalla lettera A alla F che corrispondono a determinate fasce di  temperature medie

  • Numero di componenti del nucleo familiare

 

Documenti e moduli per richiedere il bonus:

Il cittadino per richiedere il Bonus Gas deve rivolgersi ai Caf, al Comune di appartenenza, o alla Comunità Montana, previa compilazione dei moduli per la richiesta e vari documenti come:

  • Modulo A - disagio economico;
  • Modulo A bis - rinnovo bonus gas anni successivi;
  • Modulo RS - rinnovo semplificata;
  • Modulo RS bis- rinnovo semplificato;
  • Modulo G - riemissione bonifico domiciliato;
  • Modulo Gbis - riemissione bonifico domiciliato presentata da eredi;
  • Modulo VR - variazione di residenza;
  • Allegato D - deleghe;
  • Allegato FN - famiglia numerosa;
  • Allegato CF - composizione nucleo ISEE;

Per scaricare i moduli domanda bonus gas.

  • Ultima fattura Ente erogatore del gas naturale intestato al richiedente se trattasi di fornitura individuale;
  • Ultima fattura Ente erogatore del gas naturale intestato al condominio se trattasi di fornitura centralizzata;
  • Fotocopia del documento d’identità dell’intestatario dell’utenza.

 

Dicitura ufficiale in bolletta:

I cittadini che hanno fatto domanda del Bonus Gas perché aventi diritto, troveranno un messaggio in  bolletta con il quale gli verrà comunicato l’ammissione all’agevolazione, con la seguente dicitura "La sua fornitura è ammessa alla compensazione della spesa per la fornitura di gas naturale (cosiddetto bonus sociale gas) ai sensi del Decreto legge n. 185/08.

L’importo relativo all’applicazione del bonus verrà indicata in una voce separata in ogni bolletta. Chi ha un impianto di riscaldamento centralizzato-condominiale e non ha un contratto diretto, invece, potrà ritirare il bonus presso gli sportelli delle Poste Italiane che provvederanno a comunicare direttamente agli interessati la disponibilità dei bonifici.  Il diritto al bonus ha una validità di 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere l’eventuale rinnovo, il consumatore dovrà presentare una domanda accompagnata da una certificazione ISEE aggiornata, che attesti il permanere delle condizioni di disagio economico."

Per approfondimenti e informazioni al cittadino per il Bonus Gas:

  • I Cittadini possono rivolgersi allo Sportello del Consumatore al numero  verde 800.166.654 attivo tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì dalle ore 08:00 alle ore 18:00.

 

Come si verifica lo sconto in bolletta?

I Cittadini per poter verificare lo stato della loro richiesta di Bonus è stata accettata o meno possono:

  • Recarsi presso l’ufficio dove ha presentato la domanda con la ricevuta rilasciata dall’operatore alla consegna della domanda

  • Controllare direttamente la bolletta nel quale sono evidenziati, sia l’avvenuta ammissione alla compensazione, sia il dettaglio dell’importo relativo all’applicazione del bonus

  • Verificare lo status della propria pratica, via internet, sul sito Bonus Energia: Sistema di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche SGAte, su "Accesso al Sistema" a destra dello schermo e inserire le proprie ID Utente e Password, rilasciate con la ricevuta dell’istanza

  • Chiamare il numero verde 800.166.654, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 18, fornendo il codice fiscale e il numero identificativo dell’istanza.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?