Bonus famiglie numerose 2018: agevolazioni detrazioni figli a carico?

Bonus famiglie numerose con almeno 3 figli minori a carico cos'è e come funziona quali sono le agevolazioni detrazioni gli aiuti richiedibili dalla famiglia

Stampa

Bonus famiglie numerose 2018 agevolazioni e detrazioni figli a carico, quali sono gli aiuti che lo Stato italiano può offire oggi ad una famiglia che ha almeno 3 figli minori? 

Se vi state chiedendo se esiste un bonus specifico riservato esclusivamente alle famiglie numerose, putroppo non c'è. O meglio, in passato, alcuni governi lo hanno prospettato altri hanno proposto degli emendamenti che non sono mai stati approvati in via definitiva. 

Un esempio per tutti? La Carta Famiglia numerosa con 3 figli.

A questo punto, andiamo a vedere quali sono le agevolazioni attualmente richiedibili e quali sono i bonus famiglie numerose.

 

Bonus famiglie numerose:

Un bonus famiglie numerose specifico, sarebbe dovuto entrare in vigore dall'inizio di quest'anno con il nome di carta famiglia. Tale carta, sarebbe dovuta fuzionare in modo del tutto simile alla procedura utilizzata per la domanda di social card e carta acquisti, ossia, riconosciuto in funzione di determinati requisiti ISEE convalidato dall'INPS, nuove soglie di reddito per accedere alle agevolazioni, composizione del nucleo familiare e del reddito con priorità per le famiglie monoreddito.

In particolare la carta famiglie numerose, sarebbe dovute essere un nuovo bonus acquisti per famiglie con 3 figli riservato ai nuclei familiari composti da 3 a più figli, da rrichiedere al Comune tramite specifico modulo domanda.

Il bonus, sarebbe dovuto servire alla famiglia numerosa ad ottenere diversi sconti, quali ad esempio:

  • Sconti presso negozi convezionati;
  • Sconti tariffe da parte di gestori di servizi pubblici e privati;
  • Sconti abbonamento famiglia per i trasporti;
  • Sconti su biglietti di entrata ad eventi culturali, turistici, ecc;
  • Partecipazione a gruppi di acquisto solidale, GAS e gruppi GAF.

La carta sconti, buoni per l’acquisto di beni e servizi ai figli minori, come aiuti atti a sostenere il reddito delle famiglie povere, purtroppo non è mai entrata in vigore in quanto il governo ha voluto convogliare tutte le risorse disponibili dapprima nella carta SIA e poi nel nuovo reddito di inclusione 2018 con contributi fino a 485 euro per chi ha una famiglia numerosa dai 5 componenti in su.

 

Bonus famiglie numerose 2018:

Putroppo come abbiamo potuto vedere, il bonus famiglie numerose, sotto forma di carta famiglia, non è entrata in vigore.

Pertanto, non ci rimane altro che vedere le detrazioni, agevolazioni, aiuti e i bonus famiglie 2018 richiedibili anche da quelle più numerose.

A sostegno delle famiglie numerose, e delle famiglie in generale, il Governo Renzi-Gentiloni, ha introdotto importanti novità:

Assegno di maternità Stato e Comune, a seconda che la futura mamma sia lavoratrice, disoccupata o precaria;

Bonus bebè da 80 euro al mese, 160 per i redditi Isee pari o inferiori a 7mila euro, riservato ai nuovi nati;

Bonus mamma domani di 800 euro come premio alla nascita ma anche premio all'adozione. Tale bonus, dovrebbe essere riconfermato anche nel 2018. Si attende l'approvazione della nuova legge di stabilità 2018.

Bonus asilo nido da 1000 euro all'anno per 3 anni anche per i bambini malati gravi che non possono frequentare, per questioni di salute, un asilo nido o pubblico. Anche questo bonus, dovrebbe essere rifinanziato dalla Legge di bilancio 2018.

Bonus baby sitter: per le mamme che dopo la maternità obbligatoria tornano subito a lavoro. Già rinnovato.

Assegno terzo figlio destinato alle famiglie con almeno 3 minori a carico. L'assegno spetta fino al 18° anno purché il figlio viva all'interno dello stesso nucleo familiare. Spetta ai figli naturali, adottati o in affidamento preadottivo, comprese anche le famiglie comunitarie ed extracomunitarie con permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo, rifugiati politici o per protezione sussidiaria). Per accedere all'assegno terzo figlio, oggi, bisogna anche avere anche un reddito ISEE inferiore alla soglia che ogni anno viene calcolata dall’Inps in base all'aggiornamento dei dati Istat.

Reddito di inclusione sociale 2018: è la nuova social card che le famiglie possono richiedere al Comune nel caso in cui versino in condizioni disagiate, entro il prossimo 2018, le famiglie numerose potranno presentare la domanda per ottenere i nuovi contributi economici della nuova Carta REI 2018.

 

Assegno terzo figlio per famiglie numerose:

L’assegno terzo figlio per famiglie numerose, è un’agevolazione concessa dal Comune in cui risiede la famiglia ma è pagata dall’INPS

È un assegno, concesso in via esclusiva dai comuni e pagato dall’INPS, rivolto alle famiglie che hanno figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati.

Il nome tecnico dell'agevolazione è Assegno al Nucleo Familiare dei Comuni e spetta alle famiglie in possesso dei seguenti requisiti:

  • famiglie residenti in Italia di cittadinanza italiana, comunitaria ed extracomunitaria, quest'ultimi, purché provvisti di permesso di soggiorno CE, o con titolo di status di rifugiato.
  • famiglie numerose composte almeno da un genitore e tre figli minori appartenenti alla stessa famiglia anagrafica che siano figli del richiedente, del coniuge o ricevuti in affido preadottivo;
  • Avere un reddito ISEE 2017 pari a 8.555,99 euro.

Assegno 3° figlio famiglie numerose: come funziona, durata e importo

L’assegno al nucleo familiare numeroso con almeno 3 figli, come abbiamo detto sopra, va richiesto al Comune ma viene erogato per tredici mensilità dall'Inps per un importo che ogni anno viene rivalutato dall'ISTAT. Per il 2017, l'importo assegno terzo figlio famiglie numerose è di 141,30 euro.

Quando e come fare domanda: la richiesta deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto l’Assegno al Nucleo Familiare (ANF).

La domanda va presentata al comune allegando una dichiarazione sostitutiva unica ( DSU) in corso di validità relativa alla situazione economica del nucleo familiare.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili