Bollo Passaporto 2018 importo marca, dove si compra quando serve?

Marca da bollo passaporto 2018 elettronico annuale abolito, serve contrassegno telematico da 73,50 euro di imposta per rilascio e rinnovo documento viaggio

Stampa

Il Bollo Passaporto serve solo ai fini di primo rilascio o rinnovo del docuemnto di viaggio, in quanto l'imposta annuale prevista per chi viaggiava verso i Paesi extracomunitari, non è più obbligatoria dal 24 giugno 2014.

Pertanto a partire da tale data non va acquistata e annullata dai cittadini che viaggiano verso paesi exta UE.

La marca da bollo passaporto 2018 è richiesta solo in caso di primo rilascio o rinnovo del passaporto.


Bollo passaporto abolito:

La marca da bollo passaporto è stata abolita dal 24 giugno 2014 dall'emendamento al DL Irpef  è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.143 del 24 giugno 2014. Tale provvedimento, consiste in una vera e propria semplificazione per i cittadini italiani, in quanto la concessione governativa da 40,29 euro che doveva essere apposta sul passaporto annualmente per chi viaggiava verso paesi al di fuori dell'Unione Europea è stata definitivamente abolita dal 24 giugno 2014. Ciò che invece aumenta è il costo di rilascio passaporto che sale a 73,50 euro + il costo del libretto che rimane fisso a 42,50 euro per un totale di 116,00 euro. L'aumento dei costi di rilascio, pertanto, compenserebbe il mancato incasso da parte dello Stato dei contrassegni telematici annuali da apporre al passaporto, unico neo di questa novità sarebbe la possibilità da parte dello Stato di aggiornare il costo del passaporto ogni due anni.

Attenzione: La modifica è immediatamente operativa su tutto il territorio nazionale dal 24 giugno 2014.

Altra novità, è la possibilità per i cittadini di ricevere il passaporto a domicilio a 8,20 euro in più per la spedizione a casa del documento tramite posta assicurata di poste Italiane.

 

Marca da bollo passaporto 2018: da 73,50 euro primo rilascio o rinnovo

La marca da bollo passaporto 2018, va comprata solo per richiedere il primo rilascio del documento o il suo rinnovo. Tale contrassegno telematico, va quindi acquistato per un valore di 73,50 euro.

Ma cosa deve fare chi ha un passaporto emesso ed ha acquistato il contrassegno da 40,29 euro prima dell'entrata in vigore del decreto di abolizione della marca da bollo passaporto? Chi ha acquistato il contrassegno telematico perché in partenza per un paese extracomunitario, non deve richiedere l'integrazione di euro 33,21 per arrivare a 73.50 euro in quanto tale contributo va sostenuto solo in occasione di primo rilascio e rinnovo passaporto scaduto. Per sapere quindi se occorre pagare o meno l'integrazione del contrassegno telematico per il nuovo passaporto, occorre verificare la data di rilascio del documento:

1) se il nuovo passaporto è stato rilasciato prima del 24 giugno 2014 la marca da bollo passaporto non va integrata.

2) se il nuovo passaporto è stato invece rilasciato anche il giorno successivo all'entrata in vigore del decreto, il contrassegno telematico da 40,29 va integrato pagando la differenza di 33,21 euro. In questo caso, l'utente deve richiedere all'esercente, alla tabaccheria, l'emissione di un'ulteriore marca da bollo per arrivare alla somma di 73,50 euro da consegnare all'Ufficio passaporti al ritiro del documento.

 

Dove si compra il contrassegno telematico e quando serve?

La Marca da Bollo telematica che va apposta sul passaporto per il primo rilascio o rinnovo passaporto è acquistabile presso tutte le tabaccherie distribuite sul territorio nazionale.

Sebbene sia obbligatorio l’acquisto della marca da bollo telematica, in particolari casi in cui vi sia oggettiva impossibilità di reperire i contrassegni telematici a causa di eventi eccezionali come sciopero dei rivenditori, gravi calamità naturali e ci sia urgenza è ammesso il pagamento effettuato per mezzo dei conti correnti postali.

 

Quando va assolta l'imposta di bollo sul passaporto?

L'imposta di bollo sul passaporto va assolta solo quando si richiede per la prima volta il rilascio, duplicato o il rinnovo del passaporto. Solo in queste occasioni, il cittadino deve acquistare il contrassegno telematico da 73,50 euro e consegnarlo agli uffici della Polizia di Stato insieme a:

  • Modulo domanda richiesta passaporto;
  • Documento di riconoscimento valido + fotocopia;
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti;
  • Ricevuta bollettino postale di € 42.50 per il passaporto ordinario da fare sul conto corrente n. 67422808 intestato a: Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro. Causale è: "importo per il rilascio del passaporto elettronico". 
  • Contrassegno telematico da € 73,50 acquistabile come sempre nelle rivendite di valori bollati. Chi ha acquistato in precedenza un bollo passaporto da € 40,29 può richiedere l'integrazione con un ulteriore contrassegno telematico da € 33,21.

 

Passaporto scaduto, smarrito, duplicato:

La marca da bollo passaporto, è richiesta e quindi è obbligatoria anche in caso di rinnovo passaporto scaduto, per richiederne il duplicato perché deteriorato, smarrito o rubato.

Per tutte le domande di rinnovo e duplicato passaporto è pertanto obbligatorio presentare la seguente documentazione:

  • marca da bollo passaporto contrassegno telematico da 40,29 euro

  • versamento tramite da 42,50 euro intestato al Ministero dell’Economia per Rilascio Passaporto Elettronico.

  • vecchio passaporto in caso di rinnovo e duplicato per deterioramento.

  • per la domanda di duplicato per smarrimento o furto è necessario invece allegare la relativa denuncia resa davanti alle autorità competenti. 

La domanda di rinnovo e duplicato, può essere presentata presso la Questura, il Commissariato di Pubblica Sicurezza o presso i Carabinieri corredata di marca da bollo e ricevuta di versamento.

 

Siti di Riferimento Ufficiali per Marca da Bollo Telematico Passaporti: Polizia di Stato Marca da Bollo Passaporto

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili