Bollo auto 2019: scadenza e calcolo pagamento, come funziona e novità

Bollo auto 2019 scadenza e pagamento, cos'è come funziona calcolo, novità e come calcolare online la tariffa su kw, cavalli fiscali e classe ambientale

Stampa

Bollo auto 2019: cos'è e come funziona, calcolo e scadenza, quando fare il pagamento e come calcolarlo online in base ai kw, ai cavalli fiscali, le classe ambientale o la targa?

Ecco tutto quello che c'è da sapere sul bollo auto ossia la tassa automobilistica obbligatoria per tutti coloro che possiedono un'auto, e più in generale un veicolo iscritto al PRA, dove effettuare il controllo del pagamento e quali sono le novità bollo auto 2019 che arriveranno con l'approvazione della nuova Legge di Bilancio 2019 o meglio del decreto fiscale collegato alla nuova Manovra, come la pace fiscale condono bollo auto 2019 o gli incentivi alla rottamazione per chi ha un'auto diesel.

Vediamo quindi in dettaglio il bollo auto 2019.

 

Bollo auto 2019 cos'è?

Che cos'è il bollo auto 2019?

Il bollo auto 2019 è una tassa indiretta che si applica sul possesso del bene, ossia sul fatto di essere possessori o meno di un veicolo iscritto al PRA. Infatti in base alla all'articolo 7 della legge n.99 del 23 luglio 2009, il pagamento del bollo auto è obbligatorio per chiunque possieda un'auto.

Tutti gli automobilisti, pertanto, sono tenuti entro una certa scadenza ad effettuare il versamento annuale della tassa automobilistica, chiamato anche bollo autoveicoli ,un tempo chiamata anche "tassa di circolazione" perché ai tempi, l'obbligo di versamento scattava solo per i veicolo che potevano circolare su strada mentre ne erano esenti tutti gli altri.

Spiegato quindi cos'è il bollo auto 2019 andiamo a vedere come funziona il bollo autoveicoli.

 

Bollo auto 2019 come funziona?

Come funziona il bollo auto 2019? Il bollo auto 2019 funziona così:

- innanzitutto va detto che funzionamento del bollo auto 2019 è regolamentato dal DPR n. 39/53 e dall'articolo 7 della legge 99/2009, quest'ultimo ha trasformato la vecchia tassa di circolazione in tassa automobilistica, più nota con il nome di bollo auto.

- il bollo auto è una tassa indiretta che colpisce chi ha la proprietà di un'auto, una moto o un veicolo immatricolato in Italia e quindi iscritto al PRA, per cui a prescindere dal fatto che uno usi la macchina o meno, il bollo va comunque pagato.

- il bollo auto è un tributo locale a favore della Regione in cui ha la residenza il possessore dell'autoveicolo o del motoveicolo, fatta eccezione per il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna in cui la riscossione avviene non a nome della regione ma dell'Agenzia delle Entrate Riscossione.

- il bollo auto 2019 deve essere pagato obbligatoriamente a prescindere dal fatto che il veicolo sia utilizzato su strada oppure no, infatti, anche se il veicolo è sempre in garage, si è comunque tenuti a pagare la tassa annuale.

- il pagamento del bollo auto 2019 deve essere effettuato entro una certa scadenza fissata sulla base del mese di immatricolazione dell'auto al PRA, di solito ci sono 3 scadenze annuali.

- il bollo auto 2019 è dovuto dai proprietari, dagli usufruttuari, da chi utilizza l'auto in leasing ecc mentre non è dovuto in caso di perdita di possesso dell'auto, di cancellazione dal PRA o se si rientra in uno dei casi esenzione bollo auto 2019.

Bollo auto non pagato ultime notizie: per le vecchie cartelle di pagamento affidate all'agente della riscossione dal 2000 al 2010 e fino a 1000 euro, comprese quelle per il bollo auto e multe stadali, è previsto il nuovo condono bollo auto 2019 mentre per chi è in difficoltà economica arriva il saldo e stralcio cartelle.

Possibile per i contribuenti, aderire anche alla nuova rottamazione cartelle 2019

 

Bollo auto 2019 come si calcola?

Come si calcola il bollo auto 2019? Per effettuare il calcolo bollo auto 2019 occorre tenere presente il tipo di veicolo: potenza in KW o cavalli fiscali e la classe ambientale di appartenenza, ossia se rientra nella fascia Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3, Euro 4, Euro 5 o Euro 6.

Le tariffe per calcolare il bollo auto, infatti, sono espresse in kw e classe ambientale, per cui avremmo degli importi più alti per le auto più vecchie ed inquinanti specialmente se di più alta cilindrata ed importi più bassi per le auto più nuove e meno inquinanti di bassa cilindrata.

Per capire bene come calcolare il bollo auto dobbiamo prima vedere quali sono le tariffe in base ai kw e alle classi ambientali.

Per sapere a quale categoria Euro appartiene il vostro veicolo controlla la normativa di riferimento riportata sulla carta di circolazione. Le date di obbligatorietà per le nuove immatricolazioni sono solo indicative. Alcune case automobilistiche anticipano infatti la produzione di veicoli prima della data di obbligatorietà di una categoria e, viceversa, alcune continuano a produrre veicoli di categorie precedenti anche quando sono entrate in vigore le nuove classi. 

In alcuni casi, per le auto immatricolate come nuove tra il 1993 e il 1996, la carta di circolazione non riporta l'indicazione della direttiva europea di riferimento. Queste auto rientrano sicuramente nella classe Euro 1, obbligatoria per le immatricolazioni di auto nuove fatte dopo il 1 gennaio 1993. Per verificare, invece, l'eventuale conformità dell'auto ad una categoria successiva di tipo Euro 2 o Euro 3 è necessario rivolgersi al Dipartimento dei Trasporti Terrestri (Dtt, ex Motorizzazione Civile).

 

Bollo auto 2019 classi ambientali: Euro 0, 1, 2, 3, 4, 5 e 6

Bollo auto 2019 quali sono le classi ambientali? Le classi ambientali per le auto sono state introdotte dall'Unione Europea a partire dal 1991 al fine di regolamentare la normativa e ridurre l'inquinamento ambientale prodotto dai veicoli.

Dal '91 ad oggi sono state emenate ben 6 direttive che hanno individuato via via diverse categorie di appartenenza a cui fanno capo i veicoli prodotti dalle case automobilistiche, in pratica si tratta delle famose classi ambientali Euro 1-2-3-4-5-6 a cui si associa la sigla Euro 0 per i veicoli più inquinanti, immatricolati prima del dicembre 1992. 

Ecco quindi le direttive per ciascuna classe ambientale finora introdotta:

  • Euro 0: in questa classe ambientale vi rientrano tutti i veicoli a benzina senza catalizzatore e quelli non ecodiesel immatricolati prima del 31 dicembre 1992. Dal momento che questi veicoli sono altamente inquinanti, in molte città non possono circolare in presenza di blocchi alla circolazione, fatta eccezione per le auto d'epoca. Tra le novità bollo auto 2019, c'è quella di bloccare la loro circolazione già dal prossimo anno.
  • Euro 1: la normativa è entrata in vigore dal 1993 e ha previsto l'obbligo di montare sui nuovi veicoli la marmitta catalitica e l'alimentazione a iniezione per i motori a benzina;
  • Euro 2: la normativa è in vigore dal 1997 ed ha introdotto dei cambiamenti al fine di ridurre le emissioni inquinanti differenziate tra i motori a benzina e i diesel;
  • Euro 3: la normativa è in vigore dal 2001 ed ha previsto l'adozione dell'Eobd per controllare il sistema antinquinamento;
  • Euro 4: la normativa è in vigore dal 2006 ed ha imposto dei limiti ancora più stringenti per la riduzione dell'inquinamento come il filtro antiparticolato;
  • Euro 5: la direttiva è in vigore dall'ottobre 2008 ed ha previsto l'obbligo del filtro antiparticolato sulle auto diesel;
  • Euro 6: ci sono due direttive Euro 6a e Euro 6b che riguardano per lo più le emissioni di particolato della auto diesel. In pratica i nuovi modelli immatricolati a partire dal 2016 e quindi Euro 6a, sono provvisti di un filtro anti-particolato più efficiente. Per settembre 2018 sono stati introdotti gli standard Euro 6c e 6d, dalle emissioni ancora più ridotte.

 

Bollo auto 2019 importo: tariffe kw e classe ambientale

Importo bollo auto 2019: il calcolo della tassa automobilistica si effettua sulla base della della potenza del veicolo espressa in kW o cavalli e delle relative tariffe applicata in base alla classe ambientale cui appartiene il veicolo.

Avendo già visto nel paragrafo precedente quali sono le classi ambientali, andiamo a vedere qual è l'importo bollo auto 2019 in funzione delle tariffe espresse in base a kw e classe ambientale:

Bollo auto 2019 importo:importo fino a 100 kwimporto oltre 100 kw
Euro 4 - 5- 62,58 euro al kw3,87 euro al kw
Euro 32,70 euro4,05 euro
Euro 22,80 euro4,20 euro
Euro 12,90 euro4,35 euro
Euro 03,00 euro4,50 euro

 

Ecco invece la guida al calcolo online costo bollo auto 2019.

 

Bollo auto 2019 calcolo: esempio pratico

Calcolo bollo auto 2019 esempio pratico, vuole essere un aiuto per capire esattamente come si calcola l'importo del bollo auto da pagare.

  • Prima abbiamo detto come per calcolare la tariffa, abbiamo bisogno di sapere quanto è la potenza della nostra auto. Tale dato, è desumibile direttamente dal libretto di circolazione alla voce P.2.
  • Una volta trovata quindi la potenza in Kw, occorre verificare la classe ambientale a cui appartiene il veicolo, desumibile sempre dal libretto alla voce V.9.
  • Una volta trovati i kw e classe ambientale possiamo calcolare l'importo del bollo auto da pagare prendendo come riferimento la tabella tariffe sopra riportata.
  • In base alle tariffe bollo auto espresse nella tabella, ecco un piccolo esempio pratico calcolo bollo auto 2019:

Bollo auto Euro 2 con 110 KW:

  • fino a 100 KW: 2,70 x 100 = 280 euro
  • Oltre 100 KW: 4,20 x 10 = 42 euro
  • Tot costo bollo auto per 110 KW euro 2= 322 euro.

Bollo auto Euro 6 con 110 kw:

  • fino a 100 kw: 2,58 x 100 = 258;
  • oltre 100 kw, per cui 10 kw: 3,87 x 10 = 38,7.
  • l'importo bollo auto per una Euro 6 è quindi di 296,7 euro.

Dall'esempio appare evidente quindi che a parità di potenza in kw, chi possiede un'auto più nuova paga un bollo auto più basso rispetto a chi ne ha una vecchia ed inquinante, infatti è per questo motivo che si è pensato all'aumento bollo auto 2019 per le auto fino a Euro 3 che quasi sicuramente non avrà spazio nel testo della Legge di Bilancio 2019.

 

Bollo auto 2019 scadenza pagamento:

Quando va pagato il bollo auto 2019? Il pagamento del bollo auto 2019 non è per tutti uguali, infatti, la scadenza del versamento dipende da quando è stata fatta l'immatricolazione al PRA ed è diversa anche da regione a regione.

Per tutte le regioni, fatta eccezione per la Regione Lombardia e Piemonte, la scadenza bollo autoveicoli è:

Bollo auto 2019 scadenzapagamento entro il
Bollo auto scadenza Aprile 201931 maggio 2019
Bollo auto scadenza Agosto 201930 settembre 2019
Bollo auto scadenza dicembre 201930 gennaio 2020

 

In pratica:

  • il pagamento bollo auto che scade ad aprile 2019 va pagato al massimo entro il 31 maggio 2019;.
  • il pagamento bollo auto con scadenza agosto 2019 va effettuato al massimo entro il 30 settembre 2019;
  • il pagamento bollo auto con scadenza dicembre 2019 va effettuato al massimo entro il 30 gennaio 2020.

Per il Piemonte e la Lombardia, la scadenza bollo auto 2019 è entro il 31 dicembre dell'anno successivo, per cui entro dicembre 2020.

Si ricorda che per l'omesso, insufficiente o ritardato pagamento bollo auto scattano le sanzioni bollo auto 2019 mentre dopo 3 anni, scatta la prescrizione bollo auto 2019.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili