Autoliquidazione INAIL 2018: cos’è come funziona calcolo e scadenza

Autoliquidazione INAIL 2018 cos’è e come funziona, costo e calcolo premio annuale e quali sono i nuovi importi e come effettuare il pagamento e scadenza

Stampa

Autoliquidazione INAIL 2018: in data 22 gennaio 2018, l'INAIL, ha provveduto a pubblicare la nuova nota operativa contenente le istruzioni e la guida pratica all’autoliquidazione annuale dei premi 2018

Nella suddetta nota è stato dato ampio spazio alle novità 2018 tra cui la conferma dell’addizionale fondo vittime dell’amianto misura anno 2017 e non applicazione anno 2018, la sospensione applicazione sgravi pesca costiera e nelle acque interne e lagunari per il 2018 e l’autoliquidazione di giugno.

Altresì sono state confermate anche le modalità di pagamento del premio Inail dovuto dai datori di lavoro e dagli artigiani che rimangono sempre in un'unica soluzione o rateizzata al massimo in 4 rate.

Alla luce di tutte queste novità, andiamo quindi a vedere autoliquidazione INAIL cos’è e com funziona la denuncia delle retribuzioni ai fini di calcolo del premio assicurativo dovuto all’INAIL, le scadenze, quali sono le riduzioni del premio assicurativo e a chi si applicano gli sgravi ed infine come reatizzare il pagamento Inail 2018.

 

Autoliquidazione INAIL cos’è?

Che cos’è l’autoliquidazione INAIL 2018?

  • L’autoliquidazione INAIL, è un adempimento obbligatorio per il datore di lavoro tenuto all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e per l’artigiano senza dipendenti.
  • Entrambi, sono quindi obbligati al versamento del premio INAIL mediante l’autoliquidazione.
  • I datori di lavoro e gli artigiani, tenuti al pagamento annuale del suddetto premio devono calcolare da soli o tramite intermediario, la misura del premio dovuto all'INAIL ed effettuare l versamento in piena autonomia tramite la cd. autoliquidazione.
  • Il premio Inail 2018 al netto di eventuali riduzioni contributive, dovuto dal soggetto obbligato, deve essere pagato tramite il modello F24 EP qualora rientri tra gli organismi e gli enti pubblici segnalati nelle tabelle A e B in allegato alla legge 720 del 1984 o il modello F24 ordinario se trattasi di un privato.
  • Per scaricare la nuova circolare INAIL del 22 gennaio 2018 con le istruzioni e scadenza Autoliquidazione INAIL 2018.

 

Autoliquidazione Inail 2018: come funziona?

Come funziona l'autoliquidazione Inail 2018? L'autoliquidazione Inail funziona così: tutti i datori di lavoro e gli artigiani senza dipendenti, sono obbligati, ogni anno, ai sensi del D.P.R. n. 1124/1965, al calcolo dell’autoliquidazione del premio Inail e al conseguente pagamento degli importi entro una certa scadenza.

Al fine di assolvere all'obbligazione contributiva Inail, tali soggetti, devono procedere al calcolo del premio Inail 2018 e alla sua liquidazione sulla base di quanto disposto dall'Istituto in termini di base di calcolo, di tasso per la regolazione, di tasso per la rata successiva e da quanto versato nell’anno precedente.

Un datore di lavoro o un artigiano senza dipendenti assoggettati all'assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali e gli infortunio sul lavoro, sono quindi obbligati a versare il premio Inail dovuto, ad esempio il premio Inail 2018, mediante l'autoliquidazione.
Tramite la procedura di autoliquidazione, è anche possibile versare il premio silicosi e asbestosi e i contributi associativi per le associazioni di categoria convenzionate.

 

Autoliquidazione INAIL 2018 calcolo: come si calcola il costo?

Autoliquidazione Inail 2018 calcolo costo: i premi assicurativi dovuti all'Inail non sono uguali per tutti ma differiscono in base a diversi fattori:

  • tipo di inquadramento nella gestione tariffaria, per cui se: industria, artigianato, terziario o altro tipo di attività;
  • tipo di lavorazione effettuata;
  • il numero degli infortuni in azienda;
  • da agevolazioni o maggiorazioni, in quanto il premio INAIL è calcolato in base al tasso applicato sulla retribuzione del lavoratore.

Autoliquidazione Inail 2018 esempio di calcolo: la Ditta Verdi ha 2 impiegati e per loro in termini di premio Inail deve un tasso del 15 per mille. Se la retribuzione complessiva annuale pagata dalla ditta per questi due lavoratori è pari a 40.000 euro , il premio Inail è pari a 600 euro ossia, pari a 40.000/1.000 x 15.

Se i due dipendenti sono invece soci o familiari, per cui senza una retribuzione specifica, si applica quella annua convenzionale, la stessa che vale anche per gli artigiani, le aziende della piccola pesca, professori e studenti.

Autoliquidazione Inail 2018 come si calcola? L’autoliquidazione del premio annuale Inail, si calcola prendendo come base di calcolo, il tasso sulle retribuzioni annuali, e distinguendo tra l'acconto che nello specifico è chiamato RATA ed il saldo, che è chiamato invece Regolazione.

  • La REGOLAZIONE si calcola come già spiegato sopra, e cioè applicando il tasso previsto alle retribuzioni e sottraendo quanto versato in anticipo nel 2017.
  • La RATA si calcola nello stesso modo della regolazione, per cui determinando il premio in base alle retribuzioni percepite nell’anno precedente. Nel caso in cui poi, le retribuzioni, i compensi o i salari, siano molto più bassi rispetto all’anno precedente, il datore di lavoro ha la facoltà di richiedere una riduzione del presunto.

Autoliquidazione Inail 2018 Tasso di calcolo: altro punto fondamentale per calcolare il premio Inail 2018, è il tasso di calcolo. Tale tasso, è reso pubblico dall'Inail in modalità telematica nel fascicolo aziendale al quale, l'impresa o il professionista, accedono tramite Pin online INAIL.

Hai bisogno di aiuto? Allora contatta subito l'Istituto al numero verde Inail.

 

Autoliquidazione INAIL 2018 scadenza:

Quali sono le date di scadenza dell’autoliquidazione INAIL 2018? 

Per l'autoliquidazione INAIL 2018 scadenza: è il 16 febbraio 2018.

Entro il suddetto termine, il datore di lavoro o l'artigiano senza dipendenti, deve effettuare il versamento del premio dovuto in autoliquidazione in una unica soluzione o versando la prima di 4 rate.

Per cui entro il 16 febbraio 2018 di ogni anno il datore di lavoro deve:

  • calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata), e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione) sulla base delle retribuzioni effettive dell'anno precedente;
  • sommare rata e regolazione, al netto delle riduzioni contributive;
  • versare il premio di autoliquidazione:

    Autoliquidazione INAIL F24: come si paga? Per versare il premio annuale Inail, i soggetti obbligati devono utilizzare:

    • modello F24 EP: se rientrano tra i soggetti enti pubblici;
    • modello F24 ordinario: per i privati.
    • nel modello F24 va indicato anche il numero di riferimento del premio di autoliquidazione 2018 che è il: 902018.

Entro il 28 febbraio si deve invece presentare esclusivamente tramite il servizio ALPI online. la dichiarazione delle retribuzioni telematica contenente anche: la volontà a pagare il premio a rate anziché in una unica soluzione e la domanda di riduzione del premio artigiani qualora vi siano i requisiti.

 

Autoliquidazione premio Inail 2018 a rate:

Autoliquidazione premio Inail 2018 a rate come funziona? I soggetti obbligati al pagamento del premio Inail 2018, possono decidere se effettuare il versamento in una unica soluzione entro la scadenza del 16 febbraio 2018, oppure, versare il premio annuale di autoliquidazione a rate.

Coloro che decidono di pagare a rate il premio, devono innanzitutto darne comunicazione all'Inail mediante la dichiarazione delle retribuzioni e poi suddividere l'importo dovuto in 4 rate trimestrali pari ciascuna al 25% dell'importo del premio. Su ogni rata, sono applicati gli interessi.
La scadenza autoliquidazione Inail a rate è:

  • 1a) RATA: scadenza 16 febbraio 2018;
  • 2a) RATA scadenza 16 maggio 2018,
  • 3a) RATA scadenza 20 agosto 2018;
  • 4a) RATA: scadenza 16 novembre 2018 . 

Per l’anno 2017 il tasso medio di interesse dei titoli di Stato, è pari allo 0,68%.
I coefficienti da utilizzare per il calcolo degli interessi da applicare alla seconda, terza e  quarta rata del premio di autoliquidazione 2018, sono i seguenti:

  • 1 RATA: niente interessi;
  • 2 RATA:  0,00165808;
  • 3 RATA:  0,00337205;
  • 4 RATA: 0,00508603.

 

Autoliquidazione INAIL 2018 riduzioni, sgravi ed incentivi:

Autoliquidazione Inail 2018 riduzioni, sgravi ed incentivi: in base a quanto previsto dalla nuova circolare INAIL, ecco le:

riduzioni autoliquidazione INAIL 2018:

  • legge 147/2013 (PAT e PAN) – riduzione;
  • settore edile (PAT) – riduzione;
  • imprese artigiane (PAT) – riduzione;
  • campione d’Italia (PAT) – riduzione;
  • cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT) – riduzione;
  • cooperative agricole e i loro consorzi in proporzione al prodotto proveniente da zone montane o svantaggiate conferito dai soci (PAT) – riduzione;
  • assunzioni legge n. 407/1990, art. 8, c. 9 (per assunzioni effettuate entro il 31.12.2014 – PAT) – riduzione;

sgravi autoliquidazione Inail 2018:

  • pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea (PAN) – sgravio;
  • Registro Internazionale (PAN) – sgravio;

incentivi autoliquidazioni Inail 2018:

  • sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT) – incentivo;
  • assunzioni legge n. 92/2012, art. 4, commi 8-11 (PAT) – incentivo.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?