Assegno figli a carico: nuovo bonus 150 euro, non approvato!

Assegno figli a carico bonus 150 euro fino 18 anni, Bonus 200 euro famiglie con 1 figlio da 0 a 3 anni, bonus 100 euro figli a 26 anni, limite reddito ISEE

Stampa

Assegno figli a carico  è una misura ferma al Senato dall'aprile scorso ed ad oggi risulta ancora in Esame.

Il Senato, lo scorso marzo, infatti, aveva ripreso la sua discussione al fine di rinnovare e modificare gli assegni familiari sostituendoli con un nuovo sostegno universale per i figli a carico, che coinvolga anche i lavoratori autonomi e incapienti. 

Questo nuovo assegno proposto dal Ddl delega proprosto dal Senatore Lepri e firmato da 50 senatori delPartito Democratico, prevede una nuova agevolazione fiscale per tutte le famiglie che hanno almeno un figlio fiscalmente a carico.

Un nuovo assegno universale quindi che eliminerebbe tutte le odierne misure a favore e a sostegno al reddito delle famiglie, quale ad esempio il bonus bebè e le detrazioni per i familiari a carico, fatta eccezione per quella del coniuge che rimarrebbe a regime.

Vediamo quindi cos’è e come potrebbe funzionare il nuovo assegno figli a carico 2017, qualora venire approvato, cosa cambia per gli altri bonus, i requisiti e i limiti di reddito che servirebbero qualora la misura venisse approvata.

Aggiornamento: al 4 dicembre 2017, l'assegno figli a carico non è stata approvata con la nuova Legge di Bilancio 2018 mentre è stato riconfermato il bonus bebè 2018.

 

Assegno figli a carico:

Assegno figli a carico, è una nuova misura universale ferma al Senato ma che porterebbe ad una vera e propria rivoluzione alle agevolazioni per le famiglie con figli, introducendo una nuova forma di sostegno universale per quelle con figli a carico, che accompagnerebbe la famiglia nel tempo, mese dpo mese fino al compimento dei 26 del figlio.

Secondo i calcoli dei tecnici, i nuovi assegni figli a carico potrebbero arrivare a questi mporti:

  • Assegno figlio a carico di 200 euro fino a 3 anni;
  • Assegno figli a carico di 150 euro da 4 ai 18 anni;
  • Assegno figlio a carco di 100 euro al mese fino ai 26 anni.

Tali importi, come del resto tutta la nuova misura universalistica, sarà legata all'ISEE, secondo le prime simulazioni fatte da Upb e Banca d'Italia, gli assegni figli a carico, consentirebbe a 2/3 delle famiglie di fruire tutto il beneficio, un 20% di averlo ridotto e un ulteriore 15% resterebbe fuori, oltre ed essere molto più equa questa misura, sarebbe anche più "certa" perché non legata al fattore lavoro.

Il nuovo bonus figli a carico, al momento è fermo al Senato.

 

Assegni figli a carico: come funziona il bonus 150 euro?

Come funziona il nuovo Assegno figli a carico, così come proposto dall'emandamento Lepre e firmato da 50 senatori dem, prevede un’unica misura, più semplice e diretta, per sostenere le famiglie ed incentivare le nascite nel Bel Paese.

Un assegno, che eliminerebbe le attuali misure a sostegno della natalità e delle famiglie con figli, come base esempio il bonus bebè e le detrazioni per familiari a carico, fatta eccezione per quella del coniuge, per gli altri familiari e i disabili.

A sostituzione di tutto questo, un assegno universale il cui importo sarà variabile in funzione dell'età del figlio a carico, un bonus minmo di 200 euro per i bambini fino a 3 anni, bonus 150 euro fino a 18 anni e 100 euro al mese per i figli con età tra 18 e 26 anni. In questo modo, la platea dei beneficiari aumenterebbe, rispetto a quella odierna, facendo rientrare così nel beneficio sia le famiglie disagiate economicamente che quelle di ceto medio.

Il testo del disegno di legge delega Lepri, verrà discusso la prossima settimana al Senato.

 

Bonus figli a carico da 200, 150 e 100 euro al mese:

Bonus figli a carico quanto spetta di assegno? Secondo il provvedimento dem, disegno di legge assegno figli a carico, l'importo che spetta alle famiglie che hanno almeno 1 figlio a carico è:

  • Bonus 200 euro al mese fissi per ogni figlio a carico tra 0 e 3 anni;
  • Bonus 150 euro figli a carico da 4 a 18 anni;
  • Bonus 100 euro figli a carico tra 19 e 26 anni.

La misura intera dell'assegno spetta se il reddito ISEE della famiglia beneficiaria è entro le soglie Isee che verranno fissate dal Governo, con l'apposito decreto.

Possibilità di aumentare l'importo dell'assegno, in base al numero dei figli. 

 

Assegni figlio a carico a chi spetta? Limite reddito ISEE:

Chi ha diritto agli assegni figlio a carico? Limite reddito ISEE: Secondo la proposta Lepri, l’assegno universale spetterebbe a tutte le famiglie con figli a carico entro una certa soglia di reddito ISEE mentre per quelle con redditi più alti, spetterebbe un importo pù basso ridotto progressivamente, così come già avviene per il bonus 80 euro per i redditi fino a 26.000 euro.

Nello specifico, l’assegno figlio a carico di 200, 150 euro e 100 euro al mese per ogni figlio a carico da 0 a 26 anni, secondo i primi rumors, la misura spetterebbe intera per le famiglie con reddito ISEE fino a 30 mila euro mentre decrescerebbe progressivamente, fino ad azzerarsi, per i redditi da 30 a 50 mila euro. Tali soglie, potrebbero, inoltre aumentare in base al numero di figli, fino a 5.000 euro l’anno per ogni figlio ulteriore.

Secondo i promotori del Ddl figli a carico, questo nuovo provvedimento, potrebbe portare ad abbassare il costo di un bambino, all’interno della famiglia, attraverso un contributo economico che non duri solo fino al terzo anno come il bonus bebè ma per tutta la durata dell’infanzia, dell’adolescenza fino ai primi anni di università, elimanando ovviamente gli altri bonus e le detrazioni figli a carico.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili