Assegni familiari 2017: cosa cambia con nuovo assegno figli a carico?

Cambiano gli assegni familiari, in arrivo un assegno universale per tutte le famiglie con figli a carico fino a 200 euro al mese sulla base del reddito Isee

Stampa

Cambiano gli assegni familiari 2017? In arrivo al Senato la votazione sul disegno di legge delega Lepri per sostituire gli attuali aiuti alle famiglie con un nuovo unico assegno, semplice e certo.

Secondo quanto previsto dal Ddl Lepri, i nuovi assegni familiari, diventeranno un assegno familiare universale rivolto a tutte le famiglie con figli a carico, che spetterà a prescindere dalla condizione lavorativa dei genitori. Tale assegno, inoltre, sarà più consistente nei primi 3 anni di vita del bambino, intorno a 200 euro, poi scenderà a 150 euro al mese fino ai 18 anni e poi a 100 euro fino ai 26 anni.

 

Assegni familiari 2017: novità

I nuovi assegni familiari 2017, sono la novità a cui sta lavorando la commissione Finanze del Senato, dopo aver ripreso in mano, dopo diversi mesi, l’esame del disegno di legge delega Lepri che riscrive le detrazioni figli a carico, gli assegni familiari e tutti i bonus famiglia attualmente previsti, come il bonus bebè o il nuovo bonus nido, trasformandoli in un unico assegno universale, progressivo in base all'età del figlio a carico e del reddito Isee della famiglia.

Per cui parliamo di nuovi assegni familiari che spetteranno non solo a chi è dipendente o pensionato, come avviene adesso per gli ANF, assegno nucleo familiare o per il bonus 80 euro di Renzi, ma anche alle famiglie dei disoccupati, inoccupati e ai lavoratori autonomi. 

 

Assegno familiare universale da 0 a 26 anni:

Assegno familiare da 0 a 26 anni: cosa significa?

Se la delega, dovesse essere approvata in via definitiva, in Italia, verrebbe introdotto un sostegno più equo e certo a tutte le famiglie che hanno figli, a prescindere dalla tipologia di lavoro dei genitori ma soprattutto a lungo durata, visto che il nuovo assegno familiare universale, potrebbe accompagnare, e quindi sostenere economicamente la famiglia, durante tutta la crescita del bambino da 0 fino a 26 anni, l'età presunta di autonomia e indipendenza economica.

L'assegno, infatti, sarà avrà un importo più alto fino ai 3 anni per poi ridursi dai 3 ai 18 anni, per poi essere ulteriormente limato fino ai 26 anni.

 

Assegni familiari 2017: nuovi importi

Secondo le prime stime effettuate dai tecnici, i nuovi importi degli assegni familiari potrebbero garantire un contributo economico pari a;

Assegno familiare universale fino a 3 anni: 200 euro al mese per ogni figlio a carico;

Assegno familiare universale fino a 18 anni: 150€ al mese per ogni figlio a carico;

Assegno familiare universale fino a 26 anni: 100 euro al mese per ogni figlio a carico.

 

Nuovi assegni familiari 2017: cosa cambia?

Cosa cambia con i nuovi assegni familiari 2017?

Che finalmente, verrebbe introdotta un nuovo assegno universale figli a carico più equo per le famiglie numerose, in quanto nuovi assegni prevedono un aumento della soglia Isee di 5mila euro per ogni ulteriore figlio a carico, e più certa, in quanto è esplicitamente previsto che per gli incapienti "il beneficio sia riconosciuto in denaro", in modo da evitare loro l’esclusione dalle detrazioni fiscali, come avviene oggi.

 

Requisiti ISEE: qual è la soglia di reddito per ottenere l'assegno?

In attesa di conoscere l'esito della votazione al Senato del Ddl Lepri e della sua eventuale approvazione, circa 3 mesi dall’ok del Parlamento alla delega, vediamo quali potrebbero essere i requisiti richiesti per ottenere il nuovo assegno familiare universale.

  • Avere almeno un figlio a carico da 0 a 26 anni;
  • Avere un reddito ISEE entro determinate soglie:
    • Reddito Isee fino a 30.000 euro: spetta un assegno familiare per ciascun figlio a carico in misura piena;
    • Reddito Isee tra 30 mila e 50mila: spetta un assegno decrescente alla crescita del reddito.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili